Dpcumentario 'La casa dei bambini' trasmesso per il Giorno della Memoria

La programmazione tv per il Giorno della Memoria: dal 28 al 31 gennaio

Spettacolo

di Redazione
In occasione del Giorno della Memoria, la tv italiana propone diversi film, documentari e approfondimenti  sul tema della Shoah durante tutta la settimana.Qui proponiamo i programmi dei giorni fra martedì 28 e venerdì 31 gennaio.

MARTEDI 28 GENNAIO

Ore 9.30. Rai Storia (canale 54)
Documentario ‘Schindler: la vera storia”
La vera storia delle gesta di Oskar Schindler che salvò un migliaio di ebrei dai forni dei campi di sterminio, raccontata da testimoni diretti dell’epoca. Versione rimasterizzata del documentario del 1983, vincitore del British Academy Award che ha preceduto la “Schindler’s List” di Spielberg di 10 anni dopo.

Ore 10.30. Rai Storia (canale 54)
Documentario ‘Fossoli – Anticamera per l’inferno’
Il racconto della vita nel Campo di prigionia di Fossoli. Attraverso le storie di sette tra internati politici e internati ebrei detenuti tra il Febbraio e l’Agosto 1944 si ricostruiscono gli accadimenti avvenuti all’interno del Campo e lo stato d’animo che accompagna gli internati nella loro successiva deportazione nei campi nazisti disseminati in tutta Europa. Gli arresti, la detenzione in carcere prima dell’internamento, gli interrogatori a cui vengono sottoposti i detenuti costituiscono il doloroso preliminare prima del trasferimento a Fossoli: per tutti la macchina burocratica coercitiva nazifascista costituisce il passaggio obbligato tra un prima vissuto nel timore dell’arresto e un dopo vissuto nell’angoscia di un domani sconosciuto. E l’umanità eterogenea presente nel campo è unita nello stesso destino: l’attesa per la deportazione verso i lager concentrazionari nazisti.

Ore 12.45. Focus (canale 35)
Documentario I gerarchi di Hitler

Ore 15.15. Focus (canale 35)
“Senza via di scampo: la vera storia di Anna Frank” 
Una lettera trovata per caso, tra le milioni di lettere spedite tra il 1940 e ’41 dagli ebrei che cercavano di fuggire dall’Europa. Questa, pero’, ha colpito New York come un maglio, trattandosi del padre di Anna Frank e, sfatando il mito secondo il quale il padre di Anna non avesse cercato asilo, confidando nel suo grado militare, conseguito per l’esercito tedesco, durante la Prima Guerra Mondiale. Un racconto toccante e inedito sul padre della bambina piu’ tristemente celebre di Auschwitz, Anna Frank…

Ore 23.15.  Rai Tre
Tg3 Giorno della Memoria (approfondimento): cronaca, storia, speciale sull’Olocausto.

MERCOLEDI’ 29 GENNAIO

Ore 7.30. Rai Storia (canale 54)
Documentario ‘Fossoli – Anticamera per l’inferno’
Il racconto della vita nel Campo di prigionia di Fossoli. Attraverso le storie di sette tra internati politici e internati ebrei detenuti tra il Febbraio e l’Agosto 1944 si ricostruiscono gli accadimenti avvenuti all’interno del Campo e lo stato d’animo che accompagna gli internati nella loro successiva deportazione nei campi nazisti disseminati in tutta Europa. Gli arresti, la detenzione in carcere prima dell’internamento, gli interrogatori a cui vengono sottoposti i detenuti costituiscono il doloroso preliminare prima del trasferimento a Fossoli: per tutti la macchina burocratica coercitiva nazifascista costituisce il passaggio obbligato tra un prima vissuto nel timore dell’arresto e un dopo vissuto nell’angoscia di un domani sconosciuto. E l’umanità eterogenea presente nel campo è unita nello stesso destino: l’attesa per la deportazione verso i lager concentrazionari nazisti.

Ore 9.45. Rai 5 (canale 23)
‘Canto del popolo ebraico massacrato’. L’adattamento televisivo dello spettacolo teatrale liberamente tratto dall’omonimo poema di Yitzhak Katzenelson, ucciso ad Auschwitz nel 1944, racconta il dramma della deportazione degli ebrei italiani, dal Binario 21 della Stazione Centrale di Milano, verso Auschwitz, binario dal quale partivano i treni delle deportazioni durante la Seconda Guerra Mondiale. Il 30 gennaio 1944, in una livida domenica invernale, più di 600 persone, tutti ebrei provenienti dal carcere milanese di San Vittore, furono caricati a forza su vagoni bestiame. La destinazione, ignota a tutti, era Auschwitz. Sul convoglio, partito dal binario 21, c’erano anziani, donne e più di 40 bambini di età compresa tra 1 e 14 anni, tra cui Liliana Segre di 13. La signora Esmeralda Dina di 88 anni era la più anziana. Dopo una settimana di viaggio, tra stenti e sofferenze, domenica 6 febbraio, il treno raggiunse Auschwitz. Appena sbarcati, 500 persone vennero selezionate per la morte e furono gasate e bruciate a poche ore dall’arrivo. Dal binario 21 era già partito un convoglio con quasi 250 deportati, il 6 dicembre del 1943; ne sarebbero partiti altri fino a maggio del 1944. Il tributo di Ovadia alle vittime della Shoah ricorda, con la forza della poesia, del canto e della testimonianza diretta, lo sterminio del popolo ebraico e di tutti coloro che hanno subito la deportazione, la prigionia e la morte, perché ebrei, zingari, omosessuali, handicappati o perché si opponevano al regime nazifascista e al folle progetto di purificazione della razza ariana. Preziosa e di straziante profondità la testimonianza di Liliana Segre, co-protagonista della narrazione dell’orrore dei campi di concentramento, che riuscì, adolescente, a sopravvivere ad Auschwitz.

Ore 12.45. Focus (canale 35)
Documentario I gerarchi di Hitler

Ore 15.15. Focus (canale 35)
Karl Plagge: il nazista che salvò gli ebrei”


GIOVEDI’ 30 GENNAIO
Ore 2.30. Focus (canale 35)
Karl Plagge: il nazista che salvò gli ebrei”

Ore 12.45. Focus (canale 35)
Documentario I gerarchi di Hitler

Ore 18. Rai Storia (canale 54)
Documentario ‘Fossoli – Anticamera per l’inferno’
Il racconto della vita nel Campo di prigionia di Fossoli. Attraverso le storie di sette tra internati politici e internati ebrei detenuti tra il Febbraio e l’Agosto 1944 si ricostruiscono gli accadimenti avvenuti all’interno del Campo e lo stato d’animo che accompagna gli internati nella loro successiva deportazione nei campi nazisti disseminati in tutta Europa. Gli arresti, la detenzione in carcere prima dell’internamento, gli interrogatori a cui vengono sottoposti i detenuti costituiscono il doloroso preliminare prima del trasferimento a Fossoli: per tutti la macchina burocratica coercitiva nazifascista costituisce il passaggio obbligato tra un prima vissuto nel timore dell’arresto e un dopo vissuto nell’angoscia di un domani sconosciuto. E l’umanità eterogenea presente nel campo è unita nello stesso destino: l’attesa per la deportazione verso i lager concentrazionari nazisti.

VENERDI’ 31 GENNAIO

Ore 1.00. Rai Storia
Documentario ‘La casa dei bambini’
Un viaggio che parte dalle buie fermate dei campi di sterminio dove, nell’immediato dopoguerra, la brigata di genieri ebraici dell’esercito britannico riuscì a recuperare centinaia di orfani sfuggiti agli aguzzini, che vennero ospitati da Servino, piccolo comune lombardo battezzato Sciesopoli in onore di Amatore Sciesa, patriota risorgimentale. Qui, dove sorgeva una vecchia colonia dei balilla milanesi, il tenente Moshe Zefiri, assieme a Matilde Cassia ed Eugenia Cohen, si impegnò affinché sui volti dei piccoli ospiti tornassero i sorrisi ed una nuova vita.

Ore 12.45. Focus (canale 35)
Documentario I gerarchi di Hitler

Ore 18. Rai Storia
Documentario ‘La casa dei bambini’
Un viaggio che parte dalle buie fermate dei campi di sterminio dove, nell’immediato dopoguerra, la brigata di genieri ebraici dell’esercito britannico riuscì a recuperare centinaia di orfani sfuggiti agli aguzzini, che vennero ospitati da Servino, piccolo comune lombardo battezzato Sciesopoli in onore di Amatore Sciesa, patriota risorgimentale. Qui, dove sorgeva una vecchia colonia dei balilla milanesi, il tenente Moshe Zefiri, assieme a Matilde Cassia ed Eugenia Cohen, si impegnò affinché sui volti dei piccoli ospiti tornassero i sorrisi ed una nuova vita.

Ore 23.15. Focus (canale 35)
Karl Plagge: il nazista che salvò gli ebrei”

Menu