Lettere a Dvora

Salute e benessere a cura di Dr. Dvora Ancona

Tempo scaduto

Cara Dottoressa Ancona, mi chiamo Marianna, ho circa 50 anni e mi chiedo se cominciare a curarmi oppure no. Come immagino lei sappia, molte donne professioniste, quando arrivano alla mia età devono prendere questa decisione: io non ho molto tempo, però svolgo una funzione importante in una famosa agenzia dove le altre signore sono più giovani di me e quindi sicuramente più “in ordine”. Grazie.

Cara Marianna, purtroppo tutto il mondo gira attorno al fatto che la donna e ormai anche l’uomo vengano considerati più come un oggetto del desiderio che come soggetto portatrice sì di competenze, ma in grado di giudicare e di dire quello che fa, essendo esperta nel proprio lavoro e quindi, proprio perché esperta deve accettare il fatto che l’invecchiamento ora spetta a lei e che quindi se a lei danno fastidio alcuni segni sul viso, intorno alla bocca o le zampe tipiche di gallina, secondo quella che sarebbe l’aspettativa mondiale è che lei da ora in avanti non sarà più percepita come oggetto del desiderio ma semplicemente come donna, esperta, vecchia.
Purtroppo nella nostra società, la sessualità ha un ambito molto importante ed è per questo che per alcuni uomini e anche altrettante donne, noi, la sessualità dobbiamo dimenticarla dopo i 50 anni perché a questo punto, non è più concesso né di piacere, né di provare piacere e né di essere attraenti quindi.
Io credo che tutto ciò sia veramente ingiusto ma purtroppo la società è questo che dice: potremmo ribellarci a questo tipo di personaggio che ci vogliono attribuire e noi lo possiamo fare oggi con i trattamenti di medicina estetica che senza bisturi possono migliorare il suo volto e farla sentire più fresca e comunque prima di tutto le permetteranno di piacersi guardandosi allo specchio.
Quindi, si tratta di rovesciare gli schemi.
Per sottoporre le vostre domande alla Dottoressa Dvora Ancona scrivere a info@dvora.it, 02 5469593.

Menu