Gli ebrei nel mondo sono 14,2 milioni. O forse no?

Opinioni
(Foto: Reuters, fonte Ynetnews)

(Foto: Reuters, fonte Ynetnews)

La  popolazione mondiale ebraica si avvicina al livello che precede la Shoah. Lo scrive il sito della Juedische Allgemeine citando un rapporto del Jewish People Policy Institute (JPPI) di Gerusalemme: all’inizio di quest’anno, gli ebrei sparsi per il mondo si aggiravano intorno ai 14,2 milioni. Prima della Shoah erano 16,6 milioni.

Il rapporto JPPI riferisce il numero degli ebrei nei singoli Paesi: al primo posto Israele con circa 6,1 milioni di ebrei. Seguono gli Stati Uniti con 5,7 milioni, la Francia con 475.000, il Canada con 385.000, la Gran Bretagna con 290.000 e la Russia con 186.000.

L’indagine afferma inoltre che gli ebrei in Germania sono 118.000. Si tratta di un’informazione in contrasto con i dati elaborati in primavera: secondo le statistiche dell’Ufficio del Welfare degli ebrei in Germania (Zentralwohlfahrtsstelle der Juden in Deutschland, ZWST),  le comunità ebraiche della Bundesrepublik contavano alla fine del 2014 circa 100.000 iscritti. Attualmente si stima che gli ebrei in Germania siano 200.000.

Tuttavia i numeri sono – come sempre -, oggetto di interpretazioni e di discussione. Come riferisce il portale di notizie israeliano Ynetnews, i numeri citati dal JPPI si basano sugli ebrei «che vivono in Israele secondo i principi halakhici» e sugli ebrei della Diaspora che si sono «auto-identificati». Di fatto, secondo lo studio, la popolazione mondiale ebraica è cresciuta negli ultimi dieci anni dell’otto per cento, il tasso di crescita più elevato dalla fine della Seconda Guerra Mondiale.

«Se calcoliamo coloro che si considerano ebrei in parte così come i nuovi immigrati in Israele che non sono ebrei halakhici ma che hanno diritto alla legge del ritorno», afferma lo studio, allora il numero degli ebrei oggi nel mondo è quasi come subito prima della Seconda Guerra Mondiale.

Sergio della Pergola, demografo e docente di studi sulla popolazione ebraica all’Università di Gerusalemme, critica il rapporto JPPI, che butta «mele e arance» nella stessa pentola. Come in molte discussioni tra Israele e la Diaspora, anche questa volta «tutto ruota intorno alla stessa domanda che rimane eternamente senza risposta: chi è un Ebreo»?.  (MaGer)

Gli ebrei di tutto il mondo

  • Israele – 6.103.200
  • Stati Uniti – 5.700.000
  • France – 475.000
  • Canada – 385.300
  • America Latina – 383.500
  • Gran Bretagna – 290.000
  • Russia – 186.000
  • Germania – 118.000
  • In Australia – 112.500
  • Africa – 74.700
  • Sud Africa – 70.000
  • Ucraina – 63.000
  • Ungheria – 47.900
  • Iran – 20.000
  • Asia – 19.700
  • Romania – 9.400
  • Nuova Zelanda – 7.600
  • Marocco – 2.400
Menu