Alla Corte del Re Nimrod

Viaggiare con l’immaginazione

Jacob, il bambino di creta

Dal cuore del Ghetto di Roma, e la Razzia del 16 Ottobre 1943, parte Andrea Salvatici, con il suo Jacob, il bambino di creta, illustrato di Eleonora Marton (Einaudi Ragazzi, pp. 95, euro 8,50). Vuole essere una sorta di viaggio nel mondo fatato, dove vincono i buoni e il male non trionfa. Un universo parallelo, dove un bambino di creta può partire alla ricerca del suo amico, aiutato dagli animali della foresta, sconfiggere “l’omino dalla divisa unta” e liberare tutti i prigionieri.

Alla Corte del Re Nimrod
Alla Corte del Re Nimrod

È il primo di una serie, invece, Alla corte del Re Nimrod e I sogni portano all’antico Egitto, di Sylvia Sabbadini, edizione speciale per il Bat Mitzvà di sua figlia Danielle Nahum. Una fiaba, anzi due, che fanno parte dei “magici sogni di Tamar nelle antiche leggende”, cioè un modo per affascinare i bambini e i ragazzi coinvolgendoli nella storia antica. Non per niente l’autrice, che firma anche le illustrazioni del libro (con in concept grafico di Odette Lafrance), è una archeologa specializzata nel Vicino Oriente, che ha insegnato anche all’Università ebraica di Gerusalemme.