Identità. Scusi, lei è ebreo? Raccontate, gente, raccontate…

Libri

di Daniel Fishman

Ma tu sei ebreo? La domanda, apparentemente “normale” porta con sé tante altre considerazioni, sottintesi, non detti e richiesta di spiegazioni. Da qui parte Furio Colombo nella prefazione del libro, e da qui si dipartono gli altri sedici contributi utili per una riflessione sull’identità ebraica contemporanea e sulla sua percezione esterna. Ugo Pacifici Noja e Giorgio Pacifici, i due curatori, hanno assemblato contributi di rilievo e testimonianze di alto valore morale. Al centro dello studio, gli ebrei italiani, ma in un mondo globalizzato è impossibile esaminare i gruppi come categorie a sé stanti ed impermeabili.
Lo ricorda in primis Sergio Della Pergola, che come al solito snocciola una serie di dati estremamente interessanti e li analizza con chiavi di lettura non banali.
Emerge tra l’altro l’aspetto demografico, ma ancor prima identitario di un ebraismo italiano in crisi. I due approcci halachici, né quello più “aperturista” degli anni del dopoguerra né quello più rigoroso degli ultimi anni, sembra siano riusciti a frenare il declino delle iscrizioni alle comunità ebraiche italiane. Che da una altra parte non perdono la loro capacità di attrazione nei confronti di convertendi che bussano “per entrare nella tribù” (vedi le testimonianze di convertiti e “rientrati”, qui riportate). Interessanti anche i contributi volti a spiegare i nuovi risvolti dell’antisemitismo e dell’antisionismo. 300 pagine piene di dati (sono citate diverse ricerche), di racconti in prima persona, di considerazioni sociologiche utili a chi voglia avere una panoramica generale e attuale dell’ebraismo italiano.

Aa. Vv., Ebreo chi? Sociologia degli ebrei italiani oggi, Jaca Book, pp. 330, euro 35,00

Articolo precedente
Hannah e Walter, l’amico ritrovato e poi perduto
Articolo successivo
Gli ebrei tra storia e memoria. Da quando Giacobbe divenne Israele

1 Commento. Nuovo commento

Menu