Milano ricorda la Shoah

Eventi

Una piccola guida alla principali iniziative organizzati a Milano e dintorni, in occasione del prossimo Giorno della Memoria.

Martedì 22 gennaio – Domenica 27 gennaio, Teatro della Memoria, Milano, via Cucchiari, 4.

Il Golem, spettacolo – concerto in otto quadri che narra la leggenda dell’automa d’argilla creato da Rabbi Loew, Maharal di Praga, vissuto alla fine del ‘500, per difendere gli ebrei della sua comunità costantemente minacciati dalle perfide trame del Vescovo Taddeo e dei suoi seguaci. Testi da Elie Wiesel, Bashevis Singer, Halper Leivik, Einrich Von Kleist e Luigi Pirandello. Drammaturgia e regia di  Miriam Camerini, con Beatrice Lattanzi e Fabio Sarti (voci recitanti), Manuel Buda (chitarra); Martino Pellegrini (violino); Davide Tedesco (contrabbasso); Bruna Di Virgilio e Johan Randvere (pianoforte).

Giovedì 24 gennaio, ore 18.00, Archivio di Stato di Milano, via Senato, 10.

Una storia nella storia. I contratti matrimoniali ebraici nell’Archivio di Stato di Milano, mostra delle ketubbot conservate presso l’Archivio di Stato di Milano. Intervengono Rav Giuseppe Laras e Stefania Roncolato.

Giovedì 24 gennaio, ore 9.00 Auditorium San Fedele di Milano, via Hoepli 3/b

La buona memoria. Gli studenti protagonisti, spettacolo teatrale dedicato alle figure di quattro Giusti, Fridtjof Nansen, Dimitar Peshev, Vaclav Havel e Samir Kassir, interpretato da studenti di varie nazionalità. Seguirà un dialogo con Antonio Ferrari, editorialista del Corriere della Sera, Gabriele Nissim, presidente di Gariwo, Pietro Kuciukian, console onorario d’Armenia, e Francesco Di Maggio, regista e direttore artistico di Ser Tea Zeit.

Venerdì 25 – domenica  27 gennaio,  Casa Circondariale San Vittore di Milano, Piazza Gaetano Filangieri, 2.

Il filo dimenticato – 1943-1945 Gli anni bui di San Vittore, mostra di opere cucite a mano dalle detenute di San Vittore su disegni di Alice Werblowsky, realizzata nell’ambito della Giornata della Memoria e in esposizione dal 25 al 27 gennaio 2013 all’interno del IV raggio della Casa Circondariale San Vittore dove furono rinchiusi gli ebrei e dal quale furono poi deportati.

Venerdì 25 gennaio, dalle ore 10.00, Piazza Duomo di Milano

Deposizione di corone alla lapide dell’ex Albergo Regina di via Silvio Pellico, Comando delle SS e quartier generale dell Gestapo (1943-45). Intervengono: Daniela Benelli, assessore del Comune di Milano; Walker Meghnagi, presidente della Comunità Ebraica di Milano; Gianfranco Maris, presidente ANED e Fondazione Memoria della Deportazione.
A seguire, conferenza su Il Valore della Testimonianza, Sala Convegni di Palazzo Reale, (Piazza Duomo, 14). Alla conferenza, introdotta dal sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, partecipano fra gli altri, Goti Bauer, deportata e sopravvissuta ad Auschwitz, e Gianfranco Maris, deportato e sopravvissuto a Mathausen. Nel corso dell’incontro, lettura dei nomi dei deportati milanesi, deceduti nei Lager nazisti.

Sabato 26 gennaio, ore 9.30 – 13.00, Casa della Cultura, Milano

Il peso della memoria, incontro con Ilany Kogan, analista didatta della Società Psicoanalitica Israeliana, vincitrice del premio Elise Hayman (Associazione Internazionale di Psicoanalisi) per i suoi studi sull’Olocausto. L’incontro, organizzato dal Centro Milanese di Psicoanalisi “Cesare Musatti”,  è dedicato in particolare al ruolo dell’attività creativa nei figli dei sopravvissuti alla Shoah, tema del suo ultimo libro, “The canvas of change”.

Sabato 26 Gennaio,  ore 21.00,  “Casa della Musica”, Cesano Boscone, via Matteotti, 4.

“… che non abbia mai fine…”
Concerto del coro Col Hakolot.

Domenica 27 gennaio, ore 11.00, Memoriale della Shoah di Milano

Cerimonia di inaugurazione del Memoriale della Shoah di Milano. Saranno presenti: S. E. Cardinale Scola, Arcivescovo di Milano;  Guido Podestà, Presidente della Provincia di Milano;  Giuliano Pisapia, Sindaco di Milano; Rav Alfonso Arbib, Rabbino Capo della Comunità di Milano; Rav Giuseppe Laras, in rappresentanza delle Associazioni ebraiche. Nella stessa giornata, si terrà la cerimonia di intitolazione ufficiale a Edmond J.  Safra, della piazza antistante il Memoriale.

Domenica 27 gennaio 2013, ore 18.00, Fondazione culturale San Fedele, Piazza San Fedele 4, Milano

Shoah e Porrajmos. Un nuovo patto per la memoria, convegno organizzato nell’ambito del progetto MEMORS. Intervengono Ian Hancock dell’Università del Texas, Milena Santerini, dell’Università Cattolica di Milano, e Luca Bravi, dell’Università L.da Vinci di Chieti.
Alle 19.00 lettura di un estratto dal monologo “Tre donne” di e con Dijana Pavlovic.

Domenica 27 gennaio 2013 ore 19.00, Teatrino “La Scala della Vita”, Milano, via Piolti de’ Bianchi, 47

Musiche della cultura ebraica del ‘900. L’arpista Barbara Forneron interpreta musiche di Mira Pratesi, Sunita Staneslow, Pearl Chertok, Carlos Salzedo.

Domenica 27 gennaio, ore 20.00, Conservatorio G. Verdi di Milano, via Conservatorio, 12

Milano ricorda la Shoah. Concerto, riflessioni e testimonianze per il Giorno della Memoria, concerto dei musicisti del Conservatorio di Milano e il coro delle Voci Bianche per rendore omaggio alla memoria di Shlomo Venezia, ultimo testimone italiano del Sonderkommando di Auschwitz-Birkenau, con un concerto di musiche di Salomone Rossi e Kurt Weil. Introduce la serata, Ferruccio de Bortoli, presidente della Fondazione Memoriale della Shoah di Milano. Intervengono: Goti Bauer, Nedo Fiano e Liliana Segre, testimoni della Shoah.
La serata, aperta a tutta la cittadinanza, è organizzata dall’Associazione Figli della Shoah, Comunità Ebraica di Milano, Conservatorio G. Verdi di Milano, Fondazione CDEC, Fondazione Memoriale della Shoah Milano.

Domenica 27 gennaio, ore 20.30, Associazione culturale Ohibò, Milano, via Benaco, 1

Norimberga 1945:Processo a un crimine moderno, spettacolo teatrale con brani tratti dal processo di Norimberga per i crimini di guerra, contro la pace e contro l’Umanità. L’opera storico-teatrale, scritta da Andrea Bienati e Davide Romano, è realizzata dalla compagnia teatrale “Teatro al 7°”. Ingresso libero

Lunedì 28 gennaio, ore 20.00, Aula magna dell’Istituto Tecnico G. Giorgi, Milano, viale Liguria 21

Medici e Resistenza, conferenza con Giorgio Mortara, presidente AME (Associazione Medica Ebraica) che interviene sul tema “Medici ebrei durante le leggi razziali” e Mauro Venegoni, medico, che interviene su “medici e farmacisti all’interno dei campi. Il caso Lepetit”. A seguire, lo spettacolo “Che non abbiano fine mai… La memoria ebraica tra musica e racconti”con Eyal Lerner (narrazione, canto, flauti), Luigi Maione (chitarra), Federico Bagnasco (contrabbasso). L’evento è organizzato dalla Commissione Cultura del Consiglio di Zona 6 di Milano.

Mercoledì 30 gennaio, Salone Teresiano della Biblioteca dell’ Università degli Studi di Pavia, Pavia, Strada Nuova, 56.

Inaugurazione della mostra Il sapere negato. Le leggi razziali e l’Università di Pavia, dedicata agli studenti e docenti ebrei espulsi dall’Università di Pavia in seguito alla leggi razziali del 1938.
L’esposizione di documenti e foto d’epoca, sarà introdotta dagli interventi di Elisa Signori, curatrice della mostra; Paola Vita Finzi, dell’Università di Pavia, Klaus Voight, della Technischen Universität di Berlino, e Michele Sarfatti, direttore della Fondazione CDEC di Milano.
La mostra rimarrà aperta dal 30 gennaio al 1 marzo 2013.

Menu