Gioele Dix

Aperti alla città, ma in rete. La Giornata virtuale

Eventi

di Paolo Castellano

Il 5-6 settembre si svolgerà la 21° edizione della Giornata Europea della Cultura ebraica che quest’anno verrà arricchita anche dagli eventi organizzati all’interno del festival ebraico milanese Jewish in the City, giunto alla sua quinta edizione. Il programma della GECE 2020 è stato curato dall’Assessorato alla Cultura della Comunità ebraica di Milano, sotto la guida di Gadi Schoenheit.

L’evento, trasmesso online, s’intitola Percorsi ebraici e sarà animato da importanti personaggi dell’ambiente culturale italiano come l’attore Gioele Dix (nella foto la sua performance nell’edizione 2019), la regista teatrale Andreé Ruth Shammah, il presidente di Gariwo Gabriele Nissim e molti altri. Ci sarà spazio anche per un concerto eseguito da un gruppo di orchestrali del Teatro alla Scala di Milano per ricordare Vittore Veneziani, musicista ebreo perseguitato dalle Leggi razziali del 1938.

«Quest’anno celebreremo la GECE insieme alla quinta edizione del festival Jewish in the City. Sarà completamente online perché così hanno deciso tutte le comunità d’Europa. Noi ci differenzieremo soltanto per un evento, ovvero il concerto finale per i giovani», ha sottolineato Schoenheit. La giornata comincerà sabato 5 settembre alle 21.00, finito Shabbat, con uno spettacolo inedito dell’attore Gioele Dix, che ha scritto un prologo semiserio intitolato Ebrei erranti?. Questo sarà l’esordio dei percorsi e l’evento inaugurale della giornata europea. Poi ci saranno gli eventi di domenica 6 settembre incentrati su diversi argomenti come musica, letteratura, teatro, medicina, innovazione e cucina con altrettanti ospiti di rilievo.

Il programma è stato suddiviso in due parti. La mattina, dopo i saluti istituzionali, ci saranno tre dirette streaming. Questa terna di eventi sarà localizzata in tre luoghi significativi per la Comunità ebraica di Milano: la Sinagoga Centrale di via Guastalla, il Memoriale della Shoah e il Giardino dei Giusti sul Monte Stella.

Tutti gli ospiti parleranno in diretta e i loro interventi saranno disponibili online sulle nostre piattaforme per una settimana. Al Memoriale della Shoah, ci sarà lo scrittore e giornalista Marco Belpoliti che farà un intervento intitolato Immaginare la memoria. Dal Giardino dei Giusti si collegherà Gabriele Nissim, presidente di Gariwo, che parlerà dei Giusti al tempo del Covid-19. Nella Sala Jarach della Sinagoga Centrale di Milano, un gruppo di orchestrali del Teatro alla Scala di Milano si esibiranno in un concerto per ricordare l’ebreo ferrarese Vittore Veneziani.

Nel pomeriggio il menù degli eventi sarà altrettanto ricco, esplorando diversi temi d’attualità. Dunque, come ha rimarcato Schoenheit, “i percorsi ebraici” guideranno i partecipanti del festival alla scoperta degli innumerevoli intrecci tra cultura ebraica e attualità. «A causa della pandemia, ovviamente ‘i percorsi’ che proporremo verranno trasmessi in diretta sulle nostre pagine comunitarie online. Sarebbe dunque molto difficile contestualizzare e geolocalizzare i percorsi ma noi comunque abbiamo scelto una particolare strada. Ovvero, intendiamo il termine ‘percorsi’ in senso molto ampio: ci addentreremo nella storia del teatro, della religione, della scienza e di altri aspetti dell’attualità della nostra società. Ricordiamoci che la GECE parla all’esterno della nostra Comunità, rivolgendosi al mondo. Noi vogliamo dunque rappresentare all’esterno una comunità ebraica come quella di Milano. I nostri eventi rimarranno focalizzati su Milano. Inoltre, abbiamo pensato a una serie di percorsi che rappresentino a 360 gradi quello che è il concetto di cultura ebraica. Dalla storia, alla religione, al teatro, alla letteratura e alla scienza. Certo che avremmo potuto fare ancora di più. Avremmo potuto parlare di psicologia e di arte per esempio. Abbiamo fatto queste scelte anche perché gli eventi online sono molto comodi da realizzare ma senza dubbio anche molto più faticosi da seguire. Tuttavia, approfondiremo gli argomenti mancanti nelle prossime edizioni».

Il programma

PROGRAMMA XXI GIORNATA EUROPEA DELLA CULTURA EBRAICA 2020
V° Festival Jewish and the City

“PERCORSI EBRAICI”
Maratona in streaming sulla pagina Facebook Giornata Europea della
Cultura ebraica – Milano e sul sito www.mosaico-cem.it

Sabato 5 settembre ore 21.00

Introduce Gadi Schoenheit, Assessore alla Cultura della Comunità
ebraica di Milano
L’EBREO ERRANTE?
Prologo semiserio di e con Gioele Dix.

Domenica 6 settembre ore 10.00

Introducono: Gadi Schoenheit, Assessore alla Cultura della Comunità ebraica;
Milo Hasbani, Presidente della Comunità ebraica; rav Alfonso Arbib, rabbino capo della Comunità ebraica.
Saluti istituzionali

La Comunità Ebraica di Milano e il Memoriale della Shoah presentano
“Immaginare la memoria”
In diretta dal Memoriale della Shoah, Marco Belpoliti

“I giusti al tempo del Coronavirus”
In diretta dal Giardino dei Giusti, Gabriele Nissim

Concerto del Sestetto Scaligero “Wanderer” – in onore di Vittore Veneziani, Direttore del coro del Teatro alla Scala,
espulso nel 1938 a causa delle leggi razziali.
In diretta streaming dalla Sinagoga Centrale di Via Guastalla,
esecuzione del Sestetto per archi H224 di Bohuslav Martinu
(1890/1959), e Souvenir de Florence di Pyotr Ilyich Tchaikovsky
(1840/1893).
Agnese Ferraro e Lucia Zanoni, violini; Duccio Beluffi e Joel Imperial,
viole; Gianluca Muzzolon e Beatrice Pomarico, violoncelli.

h 15.00 | La via luminosa del sapere e la forza delle idee nella più
sconcertante crisi globale dalla fine della Seconda Guerra Mondiale
Riflessioni di Rabbi Lord Jonathan Sacks
già Rabbino Capo di Gran Bretagna e Commonwealth

Nel pomeriggio, a partire dalle ore 15.30, seguiranno 5 gruppi di
conferenze in contemporanea in diretta streaming sulla Pagina Facebook
GECE della Comunità ebraica di Milano e sul sito ufficiale della
Comunità ebraica www.mosaico-cem.it sezione video.

A) Medicina e Scienza – Introduce Pia Jarach
Ore 15.30 – 1) Le donne ebree nella medicina dal Medioevo ad oggi
Introduzione storica a cura di Anna Foa, Paola Govoni e Monica Miniati
Da Virdimura de Medico e Bella de Paija al premio Nobel Rita Levi
Montalcini

Introduce Luciano Bassani
Ore 16.30 -2) Digital Health Made in Israel: l’intelligenza artificiale
e la telemedicina al servizio del paziente
Angel W. Rabinovich, Direttore del Dipartimento Life Science presso l’Israel Export Institute
Ore 17.15 – 3) Orcam la start-up per non vedenti e ipovedenti, fondata
dal prof. Amnon Shashua dell’Università di Gerusalemme.
Leon Paul, Direttore responsabile dello sviluppo commerciale
internazionale
Ore 18.00 -4) Mobileye, l’intelligenza artificiale made in Israel al
servizio della sicurezza stradale e della guida autonoma
Mickey Ayalon, Direttore Mobileye per l’Europa Centrale

B) STORIA DELLA COMUNITA’ EBRAICA DI MILANO – ore 15.30
In collaborazione con il CDEC (Centro di documentazione ebraica
contemporanea)
La storia degli ebrei italiani a Milano, Gadi Luzzatto Voghera,
Direttore del CDEC
Testimonianze di ebrei arrivati a Milano nel secondo dopoguerra:
Naghme Etessami e David Nassimiha (Persia), Remy Cohen (Egitto), Moise Katri (Libano),
Walter Arbib (Libia), Silvia Attar in Heffetz (Siria), Avram Hason (Turchia), Heskel Nathaniel (Iraq),
Ami Lazarov (Afghanistan), Lilj Uziel (Grecia).
Regia di Vittorio Bendaud e Myrna Chayo

C) TEATRO E LETTERATURA – ore 15.30 – Introduce Mara Della Pergola
“Teatro ebraico non è parlare di ebrei”
Andree Ruth Shammah
Ore 16.00 “Il teatro ebraico nella storia”
Maddalena Schiavo
Ore 17.00 “Percorsi della scrittura diasporica:
la nota ebraica nella
letteratura europea del Novecento”
Cyril Aslanov

D) STORIA E RELIGIONE – Ore 15.30 – Introduce Gadi Schoenheit
Ore 15.30 Tra passato e futuro: il Sofer, l’arte dello scriba
rav Amedeo Spagnoletto
Ore 16.30 Ebraismo e secolarizzazione
rav Alfonso Arbib e Claudio Vercelli

E) ARTE CULINARIA EBRAICA Ore 17.30 – Introduce Pia Jarach
La cucina ebraica e la sua influenza sulla cucina tradizionale italiana.
Dimostrazioni di piatti tradizionali ebraici, Daniela Di Veroli
Il vino kasher nella tradizione ebraica, rav Elia Richetti
Ricette e Precetti, Miriam Camerini

Ore 20.30 “ KLEZ PARADE in diretta streaming!”
Festa concerto a cura dell’Assessorato ai Giovani della Comunità
ebraica di Milano.
Trio Nefesh: Manuel Buda, compositore e chitarrista; Daniele Parziani,
violinista; Davide Tedesco, contrabbassista.
Con la partecipazione di Angelo Baselli, Rouben Vitali, Arturo Garra,
Martino Pellegrini, Luca Rampini, Fabio Marconi e tanti altri.
Posti limitati con prenotazione obbligatoria!!!
Per assistere al concerto dal vivo prenotatevi a:
giovani@com-ebraicamilano.it

Da lunedi 7 a giovedi 11 settembre sarà possibile riascoltare tutte le
conferenze della Giornata europea della Cultura ebraica/ V° Festival
Jewish and the City, sulla Pagina Facebook GECE della Comunità ebraica
di Milano e sul sito ufficiale della Comunità ebraica
www.mosaico-cem.it sezione video

Menu