A Cremona il 28 gennaio la presentazione di un “violino della Shoah”

Eventi

violinoIl Comune di Cremona ha preparato per il Giorno della Memoria 2015, grazie alla generosa collaborazione dell’Ing. Carlo Alberto Carutti, industriale milanese molto vicino al mondo della liuteria cremonese, la presentazione il 28 gennaio di un “violino della Shoah” appartenuto a Eva Maria, una ragazza ebrea deportata ad Auschwitz insieme al fratello Enzo.

Nell’inferno di Auschwitz Eva Maria fu soprannominata “Cicci” per la fortuna di saper suonare il violino. Prima di morire nel lager, la ragazza riuscì a consegnare lo strumento al fratello perché potesse ricordarsi di lei, del suo amore per lui, per la musica che li aveva sempre tenuti legati, come nel messaggio che gli lasciò nel violino.

La presentazione del violino (e di un mandolino della Grande Guerra) avverrà la sera del 28 gennaio, alle ore 20.30, al Salone di casa Elisa Maria via Aselli, 63, con un concerto dedicato che vedrà i due strumenti protagonisti. In particolare con il violino dovrebbe essere eseguita anche una composizione scritta da un detenuto in campo di concentramento. Ingresso libero. Introducono il concerto Carlo Alberto Carutti ed il Sindaco di Cremona Gianluca Galimberti.

Dal 29 gennaio entrambi gli strumenti saranno visitabili all’interno della Collezione di strumenti storici Le Stanze per la Musica esposta presso il Museo Civico Ala Ponzone di Cremona.

Menu