Molto più di un servizio di ambulanze: MDA riflette la “Nazione Start Up”

a cura di Silvia Voghera

La storia delle ambulanze risale ai tempi antichi, usate per la prima volta nel 1400; tuttavia il progresso nell’impiego di tecnologie di localizzazione e nella gestione delle risorse hanno reso il moderno servizio delle ambulanze tutt’altro che arcaico. Come è noto, il Magen David Adom fu creato durante la Prima Guerra Mondiale, costituito come un’unità di circa 500 giovani volontari ebrei, basato sull’esempio della Croce Rossa, con l’obiettivo di aiutare e soccorrere i soldati ebrei. È impossibile dunque separare la fondazione del MDA dalla nascita dello Stato d’Israele e dalla sua cultura basata su un forte spirito di volontariato.

Individuare la localizzazione della persona che chiama i soccorsi per far sì che un’ambulanza raggiunga il luogo dell’incidente al più presto possibile è senz’altro la sfida maggiore per un servizio di emergenza.
Per rendere l’idea, basta schiacciare il bottone dell’App MyMDA, facilmente scaricabile sul cellulare, affinché la propria posizione arrivi alla Centrale Operativa del MDA, persino se a chiamare è qualcuno che parli una lingua diversa dall’ebraico o delle persone mute.
La gestione delle risorse facilita la possibilità di raggiungere la scena dell’incidente nell’arco di alcuni minuti: in media 7-8 minuti per le ambulanze e 4 per i primi soccorritori.

L’unicità di queste strategie salvavita non riguarda solo il modo in cui il MDA utilizza la tecnologia, ma in particolare riguarda le persone che ne fanno uso. Se da un lato non sorprende che i servizi del MDA siano offerti per la maggioranza da volontari, dall’altro la dedizione con la quale essi stessi scelgono di offrire il loro tempo allo Stato d’Israele attraverso il Magen David Adom non ha eguali. Al MDA c’è il più alto numero di volontari che in qualunque altra organizzazione israeliana: il servizio di emergenza può contare su 23.800 Volontari provenienti da tutto il paese che fanno i turni sulle ambulanze, 7.500 Primi Soccorritori che guidano le moto mediche e 18.000 Life Guardians, semplici cittadini che, dopo essere stati formati al primo soccorso, si registrano su una App del MDA e si rendono disponibili ad intervenire in caso di un’emergenza che si verifichi nelle loro vicinanze: questa è la grande forza che permette di accorciare i tempi di risposta al primo soccorso prima che l’ambulanza arrivi e fare la differenza per salvare la vita!

Così come il MDA al suo interno rispecchia la società- mosaico israeliana, ugualmente la sua capacità straordinaria di innovazione nel campo delle tecnologie salvavita riflette la cultura e la capacità di crescita della giovane Nazione Start Up. Tutto ciò è reso possibile grazie ai donatori di tutto il mondo, compresi gli amici milanesi. Il Magen David Adom è un’organizzazione no-profit, non-governativa che si basa sui donatori di tutto il mondo per poter garantire servizi sempre più tempestivi e all’avanguardia.

Il 20 maggio 2019, ore 18.45, saremo al Teatro Franco Parenti con i paramedici del MDA, protagonisti del DocuFilm “Ambulance”, trasmesso in Israele da Channel 13, per mostrarvi cosa realmente rappresenti il Magen David Adom e la forza che dà allo Stato di Israele. Prenota, scrivendoci a info@amdaitalia.org

a cura di Silvia Voghera, Coordinatrice Associazione Amici di Magen David Adom
in Italia Onlus

(Articolo tratto e tradotto liberamente da Emergency Services Times, Mirroring the ‘Start Up Nation’: Magen David Adom leads in location, technology and volunteerism, febbraio 2019).

Menu