Jewbox radio, mazaltov!

Giovani

di Roberto Zadik

Si è azzerato il conto alla rovescia! Ora  Jewbox radio è finalmente ON AIR! o meglio, ON LINE.

Sì perché a partire da sabato notte (26 febbraio), la musica e le parole di Jewbox radio viaggiano finalmente in Rete!

______________________

Milano, notte, un po’ qua e un po’ là, un gruppo di amici e un’idea. Poi, tanto entusiasmo e voglia di fare, di informare e intrattenere: sono stati questi gli ingredienti che hanno portato alla nascita di Jewbox radio, l’ultima delle novità della Comunità ebraica milanese dopo il restyling del sito  Mosaico.

Una radio che parta dall’interno della Comunità e arrivi fuori, all’esterno, a chiunque si trovi a navigare per la rete – questa l’idea che ha mosso Ruben Gorjian e tutti gli altri.
Cinque redazioni (informazione, intrattenimento, ebraismo, musica e giovani) che si occuperanno di musica, vita comunitaria, cultura, attualità, moda, sport, cucina, curiosità, cultura ebraica. Jewbox radio infatti, come dice la parola è una grande scatola, un grande contenitore, ebraico. Di musica e informazione, di divertimento ma anche di approfondimento. Dietro ai microfoni, alle console, ai pc: cinquanta ragazzi, tutti esordienti, tutti armati di entusiasmo e  grinta.
Negli ultimi mesi, tutti i giorni, tutte le sere, tutte le domeniche Ruben, Anna, Judith, Avi, Mikki, Daniel, Sisa, Guido  molti altri ancora, si sono ritrovati nelle case, nei locali della scuola, nei pub, per lavorare a questo progetto. L’entusiasmo li ha travolti, come da tempo non si vedeva fra i giovani della Comunità, coinvolgendo via via altri ragazzi che insieme hanno dato vita a questa nuova avventura.

Jewbox Radio sarà la voce dei giovani ebrei milanesi e per ascoltarla basterà un click, qui su Mosaico o dal sito di Radio 105 (e naturalmente, anche da facebook), oppure andando direttamente al sito www.jewbox.it . Ciascuno potrà scegliere ciò che preferisce: organizzare la propria playlist, andare ai programmi di Party, Mazaltov, Shabaton o Philosophy,  oppure ascoltare la musica di Yeahhh!, o semplicemente fare un salto in Jewbox con Jump in Jewbox. Il tutto in compagnia di giovani cresciuti nelle aule della scuola ebraica di Milano, o che si sono conosciute qua e là, fra un circolo e l’altro. Voci che diventeranno presto amiche di tutti noi, perché le premesse per una radio di successo ci sono proprio tutte. Jewbox infatti una radio dei nostri tempi ma, in fondo, con lo spirito delle prime radio libere degli anni ’70, quando gruppi di amici trasmettevano la loro musica preferita e chiacchieravano col pubblico. Ecco, Jewbox radio sarà anche un po’ così, fatta di improvvisazione ma con tutta la professionalità che una radio oggi deve avere alle spalle. In questo caso a garantire c’è Radio 105 che non solo ha sponsorizzato e sostenuto quest’avventura ma ha anche fornito la strumentazione e la formazione necessari per andare in onda.

Il coordinamento dei lavori di Jewbox Radio è affidato Ruben Gorjian, la direzione artistica a Joseph Menda e la direzione musicale a Davide Rosenholtz; la direzione comunicazione e pubblicità è di Judith Sisa mentre la direzione tecnica è di Jonathan Mele. Insieme ad essi, un gruppo di fonici professionisti e i due consiglieri della Comunità che si occupano delle politiche giovanili, Gad Lazarov e Simone Mortara.

Ci siamo, allora! Lo spettacolo sta per cominciare, perché tutti possono essere spettacolo!

Menu