Cultura e Società

Anna Linda Callow – Traduco e imparo l’ebraico

Libri

Giuntina, pp. 170, € 18

Iniziando una rubrica di recensioni di libri di argomento ebraico, è quasi d’obbligo iniziare con un volume pubblicato dalla casa editrice Giuntina, il cui nome è da decenni sinonimo di stampa e diffusione di libri di carattere ebraico. E’ stata un’impresa di grande valore e merito, che ha contribuito molto ad una miglior conoscenza del mondo ebraico da parte di un largo pubblico. Ora la Giuntina ha pubblicato questo

Mendelssohn e la luce del Nord

Spettacolo

La luce del Nord ha brillato in un’apertura di stagione con Felix Mendelssohn. La sua sinfonia Scozzese e l’ouverture Le Ebridi (chiamata anche la Grotta di Fingal) hanno fra l’altro contrassegnato una serata memorabile nella sala Verdi del Conservatorio di Milano al secondo appuntamento dei concerti della Società del Quartetto. Ma altre composizioni dell’autore tedesco sono in programma in giro per l’Italia nelle altre sale da concerto. Nato ad Amburgo, nipote del celebre filosofo ebreo Moses

I nuovi ebrei – Un secolo di arte in Israele.

Spettacolo

Questo il titolo della mostra inaugurata al Martin Gropius Bau di Berlino e organizzata dall’Israel Museum di Gerusalemme e dal Festspiele berlinese. La manifestazione vuole celebrare i 40 anni di relazioni diplomatiche fra Israele e la Germania.

Henry Mechoulan – Gli Ebrei e l’inquisizione Spagnola – Ecig, pp. 234, 16,00

Libri

Henri Mechoulan è un importante storico del ‘600 e dell’ebraismo dell’epoca, in particolare. Non si può non essere lieti della traduzione di sue opere. Questo volume è dedicato ai cripto-ebrei nella Spagna del “siglo de oro”. Cripto-ebrei o marrani ? All’inizio del suo libro Mechoulan dà un chiarimento lessicale molto opportuno:: il cripto-ebreo è un ebreo che ha subito il battesimo contro la sua volontà

Caino a Roma. I complici romani della Shoah

Libri

Ecco la scheda di alcuni lavori significativi apparsi di recente in libreria. Uno dei miti più difficili da sfatare a proposito della Shoah in Italia è quello degli “italiani brava gente”. E’ quindi quanto mai opportuno questo libro che ricostruisce le responsabilità dei nostri connazionali nella persecuzione della più numerosa comunità ebraica italiana, quella di Roma.Scorrendo queste pagine, frutto di un lavoro di ricerca sulle fonti dell’epoca, in particolare gli archivi dei tribunali, dei processi nel dopoguerra contro i collaborazionisti e i delatori

Menu