Il tabellone della votazione Onu

L’ONU condanna Israele per “eccessivo uso della forza” sui palestinesi e assolve la violenza di Hamas a Gaza

Mondo

di Paolo Castellano
L’Assemblea generale dell’ONU ha approvato una risoluzione che condanna Israele per aver utilizzato “eccessiva forza” nei confronti dei palestinesi sul confine con Gaza. Il voto delle Nazioni Unite tenutosi il 13 giugno ha indignato la diplomazia americana e israeliana. La risoluzione approvata recita infatti che Israele ha usato “un’eccessiva, inopportuna e indiscriminata forza” verso gli abitanti di Gaza. L’Assemblea generale ha poi chiesto che venga organizzato un meccanismo internazionale di protezione per i palestinesi.

Nessuna condanna ad Hamas

In precedenza, gli Stati Uniti avevano però proposto l’aggiunta di un paragrafo in cui si condannava la condotta di Hamas: il lancio di razzi verso i civili israeliani – uno di questi ha colpito un asilo – e la costruzione di tunnel per penetrare illegalmente nello Stato ebraico. Come riporta il The Times of Israel, il suggerimento è poi stato bocciato all’ultimo con una risicata maggioranza di 62 voti (fra cui quello italiano) a 58, e 42 astensioni (nella foto il tabellone dei voti). Nikki Haley, rappresentante americano alle Nazioni Unite, ha specificato che il paragrafo aggiuntivo non è stato approvato per un pregiudizio degli stati membri su Israele.

Algeria e Turchia contro Israele

Algeria e Turchia sono i paesi che hanno promosso la risoluzione contro Israele intitolata Protezione della popolazione civile palestinese”. La maggioranza dell’Assemblea generale dell’ONU ha dunque condannato l’attività dell’esercito israeliano (IDF) con 120 voti a favore, 8 contrari e 45 astensioni. Gli 8 paesi che hanno votato negativamente sono: Stati Uniti, Israele, Australia, le Isole Marshall, Micronesia, Nauru, Togo e Isole Salomone. La Haley ha definito il risultato finale come “un giudizio da bancarotta morale”.

Il commento di Benjamin Netanyahu

Poco prima della convocazione dell’Assemblea generale, Benjamin Netanyahu, primo ministro israeliano, aveva commentato così la risoluzione contro lo Stato ebraico: «L’incessante attenzione su Israele non solo dovrebbe far vergognare questa organizzazione, ma distoglie l’attenzione da altri gravi problemi che meriterebbero più considerazione dalla comunità internazionale». A voto concluso, il premier ha invece dichiarato: «Israele apprezza il costante supporto dell’amministrazione Trump alle Nazioni Unite e le dichiarazioni di Nikki Haley sull’ipocrisia dell’ONU. Stiamo lavorando per creare una pace duratura con il popolo palestinese ma i palestinesi che ci minacceranno troveranno un Israele determinato a difendersi», ha dichiarato Netanyahu come riporta Israel National News.

 

@Castelpao

 

Photo Credits: (https://twitter.com/AnneBayefsky)

Menu