il Re del Marocco Mohammed VI

Marocco: il re Mohammed VI chiede il ripristino di centinaia di luoghi ebraici

Mondo

di Redazione
Il re Mohammed VI del Marocco ha recentemente lanciato un’iniziativa per ripristinare centinaia di siti storici ebraici nel regno, ha appreso lunedì Israel Hayom.

Secondo i media arabi, la mossa fa parte del riavvicinamento tra Rabat e Gerusalemme, che ha ripreso le relazioni diplomatiche all’inizio di quest’anno nell’ambito degli Accordi di Abramo.

Il piano dovrebbe vedere la ristrutturazione di centinaia di sinagoghe, cimiteri e siti del patrimonio ebraico in diverse città del Marocco, incluso il cimitero ebraico nella città di Fez, che ha 13.000 tombe. Si dice anche che il monarca abbia deciso di ripristinare i nomi originali di alcuni quartieri ebraici del paese.

Diversi musei ebraici sono già stati aperti in Marocco, insieme ad altre iniziative volte a rispondere al crescente interesse per la conservazione del patrimonio ebraico marocchino.

Israele ha salutato l’iniziativa di re Mohammed, che arriva mentre i due paesi celebrano il primo anniversario della loro nuova alleanza. Il mese scorso, il ministro della Difesa Benny Gantz ha infatti compiuto la sua prima visita nel regno, dove ha incontrato il suo omologo marocchino Abdellatif Loudiyi. I due hanno firmato un memorandum d’intesa che formalizza i legami di difesa tra le due nazioni e consente una cooperazione più agevole tra le loro istituzioni di difesa.

 

Menu