Florida, uomo ferito con colpi d’arma da fuoco davanti a sinagoga

Mondo

di Ilaria Ester Ramazzotti

In Florida, un uomo di circa 69 anni è stato colpito a una gamba da quattro proiettili mentre lo scorso 21 luglio aspettava di entrare nella sinagoga Young Israel of Greater Miami per le preghiere pomeridiane. La polizia sta indagando per possibile crimine d’odio. Ne parlano The Times of Israel e i media locali.
Secondo alcune ricostruzioni, sei colpi sono stati sparati da un’auto che passava davanti alla sinagoga, dei quali quattro hanno colpito l’uomo, che successivamente è stato soccorso da un medico presente nel tempio e poi portato al Centro medico Aventura in condizioni stabili.
L’organizzazione ebraica Anti-Defamation League ha comunicato di stare “monitorando attentamente la situazione”.
Il fatto è accaduto a meno di un anno dalla sparatoria contro la sinagoga Tree of Life di Pittsburgh, in Pennsylvania, quando lo scorso 27 ottobre undici persone sono morte e altre quattro sono rimaste ferite nel più grave attacco contro gli ebrei negli Stati Uniti in epoca moderna. Lo scorso 27 aprile, inoltre, una donna è stata uccisa e tre persone sono rimaste ferite vicino a San Diego, in California, quando un uomo armato ha aperto il fuoco contro il centro Chabad di Poway mentre si celebrava l’ultimo giorno di Pesach.

Menu