Una famiglia ebraica ortodossa a Londra

Attacco antisemita a Londra: giovane ebreo preso a pugni sull’autobus. “Voi ebrei controllate il mondo”

Mondo

di Paolo Castellano
Un nuovo attacco antisemita si è verificato in Inghilterra e ha coinvolto un giovane ebreo che è stato aggredito fisicamente mentre viaggiava a bordo di un mezzo pubblico. L’incidente è avvenuto a Londra, nella mattina del 5 dicembre. L’identità dell’aggressore non è ancora nota. Come hanno riportato diversi testimoni, l’autore della violenza antisemita avrebbe urlato anche “stupidi ebrei che pensate di controllare il mondo”.

Secondo il Jewish Chronicle, il 13enne era diretto a Stamford Hill, un quartiere a nord di Londra caratterizzato da un’ampia concentrazione di ebrei ultraortodossi haredim. A rendere noto l’episodio antisemita Shomrim, il servizio di sorveglianza della comunità ebraica ultraortodossa, che pattuglia quotidianamente il quartiere per prevenire atti illegali.

Gli shomrim sono delle organizzazioni che svolgono un servizio di vigilanza nelle aree metropolitane ebraiche. Sono composte da civili ebrei che offrono un servizio di volontariato alla comunità. Gli shomrim non possono effettuare arresti ma hanno la possibilità di trattenere i sospetti fino all’arrivo delle forze dell’ordine. Queste organizzazioni sono molto diffuse soprattutto in Inghilterra e negli Stati Uniti.

Il corpo di vigilanza ha inoltre dichiarato ai media inglesi che l’aggressore dell’autobus avrebbe gridato “voi fottuti ebrei”. Come riporta il Daily Mail, è stata presentata una denuncia alla polizia metropolitana di Londra per segnalare l’accaduto.

Il mese scorso, sulla stessa linea di trasporto pubblico, si è verificato un caso analogo.

«Questa aggressione razzista e immotivata fa venire la nausea. Il vile individuo che ha compiuto questo attacco deve essere arrestato e processato», ha riferito un portavoce della comunità ebraica inglese.

Menu