Il totem dedicato a Mireille Knoll a Palazzo Reale

Inaugurato un totem in memoria di Mireille Knoll a Palazzo Reale

Italia

di Nathan Greppi
Sebbene in Italia non si parli più dell’omicidio di Mireille Knoll, a Milano c’è ancora chi desidera ricordare questa donna e il suo tragico destino. A provarlo è il fatto che martedì 24 aprile, il giorno prima della Festa della Liberazione, si è tenuta a Palazzo Reale una cerimonia in suo onore, e a cui hanno partecipato sia i vertici della Comunità Ebraica sia i rappresentanti del Comune.

Nel corso della cerimonia, è stato inaugurato un totem con la foto della Knoll, sotto il quale spicca una frase di Liliana Segre: “Coltivare la Memoria è ancora oggi un vaccino prezioso contro l’indifferenza e ci aiuta, in un mondo così pieno di ingiustizie e di sofferenze, a ricordare che ciascuno di noi ha una coscienza e la può usare”. È stato inoltre inaugurato il ciclo di eventi Milano è memoria, incentrato proprio su questo tema.

“Abbiamo deciso di ospitare qui, a Palazzo Reale, che è il cuore della vita civile e culturale della città, una testimonianza che ci permetta di ricordare un evento così tragico e luttuoso come questo,” ha spiegato l’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno, “ma (anche) per ricordare quello che è il monito di Liliana Segre, […] ovvero sia la perseveranza nel custodire e tramandare la memoria è il miglior strumento per combattere l’indifferenza, la violenza e tutte le forme di sopraffazione che conducono all’esito tragico della persecuzione.”

Ha continuato spiegando che “quella che viene qui portata è la testimonianza di una donna che è sopravvissuta alla tragedia della persecuzione ed è stata poi vittima, a distanza di moltissimi anni, con un accanimento davvero crudele del destino nei suoi confronti. È un monito per capire che la custodia della memoria è il miglior strumento che noi abbiamo per far si che non abbiano a ripetersi, nella storia, queste tragedie.”

Dopo i ringraziamenti di Milo Hasbani, co-Presidente della Comunità, Del Corno ha concluso dicendo che il totem, per dove è collocato, avrà anche un “valore di utilità, nel senso che saranno migliaia le persone che potranno, attraverso le parole che leggeranno, riflettere e comprendere”.

Menu