La stele vandalizzata

Lodigiano, vandalizzata Stele dei Giusti; segue manifestazione di solidarietà

Italia

di Nathan Greppi
Nella notte di venerdì 10 maggio è stata divelta una stele dedicata ai “Giusti di tutto il mondo” nel comune di Tavazzano con Villavesco, in provincia di Lodi. Secondo Il Corriere della Sera sulla stele, inaugurata nel 2013 e già intitolata ad Anna Politkovskaya e a Gino Bartali, si voleva aggiungere una dedica alle “Aquile Randagie”, un gruppo scout che dopo l’8 settembre 1943 salvò centinaia di ebrei e ricercati politici tramite la produzione di documenti falsi.

Durante la notte di venerdì, qualcuno ha cercato di cancellare le iscrizioni dedicate agli scout e a Bartali con un oggetto appuntito, probabilmente un punteruolo o un cacciavite; dopodiché, gli stessi vandali hanno sradicato la stele dal terreno e l’hanno appoggiata su un albero vicino. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, ma non è stato ancora scoperto il colpevole. In un comunicato dell’amministrazione comunale, si legge che questa è una “ferita che colpisce al cuore la nostra comunità, per questo dobbiamo condannare quest’atto per quello che è: un crimine stupido e brutale contro una comunità viva e attenta, un atto di sfregio verso la memoria antifascista e democratica.”

Nonostante l’atto vandalico, la cerimonia per ricordare le Aquile Randagie si è tenuta ugualmente. Come riporta Il Cittadino di Lodi, la manifestazione è andata avanti grazie al lavoro dei ragazzi delle medie del paese, una cinquantina in tutto, che hanno recitato testi, presentato diapositive e realizzato magliette in memoria degli scout che salvarono gli ebrei.

 

Menu