La Comunità ebraica alle istituzioni: intervenire contro i fascismi di destra e sinistra

Italia

In merito alla manifestazione di CasaPound organizzata dall’11 al 13 settembre a Milano e a quella indetta dal Fronte Palestina per il 19 settembre contro l’Expo e Israele, il Consiglio della Comunità ebraica di Milano ha dichiarato in un comunicato quanto segue:

‘Cosa differenzia la manifestazione nazionale di CasaPound del 13 Settembre e quella di Fronte Palestina del 19 Settembre? Un dettaglio molto sottile. I primi sono fascisti dichiarati, i secondi fascisti mascherati. Questi ultimi, infatti, nel promuovere una manifestazione contro la presenza di Israele all’Expo (bisognerebbe ricordare loro che stiamo parlando di un Paese membro dell’ONU), trovano modo di insultare il PD, Abu Mazen e, last but not least, Emanuele Fiano. Il responsabile della Sicurezza del Partito Democratico viene definito come il garante del tesoro del capitale sionista, di tale massoneria, come un direttore di banca a guardia del suo caveau! A noi sembra di essere tornati al ventennio fascista, alle cosiddette demo-pluto-giudaico-massonico potenze e all’ebreo raffigurato nelle vignette come un losco figuro intento a contare i suoi soldi. Che vergogna.

La Comunità ebraica di Milano chiede alle forze politiche e alle istituzioni, alle organizzazioni sociali e religiose, di prendere posizione. In gioco è la reputazione della città intera. Milano non si merita, nel settantesimo della Liberazione, due manifestazioni fasciste nel giro di pochi giorni”.

Menu