Chef Rubio

Chef della TV incita a uccidere i sovranisti… e gli israeliani

Italia

di Nathan Greppi
Nonostante abbia cancellato il tweet dopo poche ore, ha suscitato numerose polemiche l’ultima uscita sui social di Chef Rubio, noto conduttore di programmi di cucina. Come riporta Il Fatto Quotidiano, in uno dei suoi ultimi tweet il personaggio televisivo è intervenuto così in relazione agli incendi che hanno colpito l’Amazzonia: “Me fa ride chi dice “ELIMINA LA CARNE, SALVI LA FORESTA! Se stanno bruciando #Amazonia è anche per monocolture di mais, canna da zucchero e soia (#Monsanto #Bayer)! Se volete salvare il pianeta spendete meno, consumate meno, ed eliminate fisicamente i sovranisti e co.” E di fianco ai sovranisti “da eliminare fisicamente” ha messo le bandiere israeliana, americana e brasiliana, a indicare i bersagli da colpire.

Il tweet di Chef Rubio

Chi è Chef Rubio

Nato nel 1983 a Frascati, in provincia di Roma, il suo vero nome è Gabriele Rubini, e al termine di una carriera come giocatore di rugby è diventato famoso come protagonista del programma di cucina Unti e Bisunti, andato in onda sul canale Nove dal 2013 al 2015. In seguito ha continuato a lavorare in programmi culinari e non, di cui l’ultimo è Camionisti in trattoria, inaugurato l’anno scorso.

Ma nel corso degli anni Chef Rubio si è distinto anche per le sue esternazioni politiche di estrema sinistra sui social, in particolare sulla questione israelo-palestinese: il 25 aprile 2017, in occasione della Festa della Liberazione, disse che gli ebrei erano diventati “prima pecore e poi lupi”, e pochi giorni dopo postò su Instagram un fotomontaggio in cui si ritrae come un ebreo ortodosso. Ciò ha suscitato le critiche della consigliera comunale romana Carla di Veroli, nipote della superstite di Auschwitz Settimia Spizzichino, al che Rubio commentò su Facebook: “A sto giro s’è scomodata anche la Drama Queen della comunità ebraica romana, detta ‘A Contessa’ per la classe che la contraddistingue. Belle parole d’elogio e fraternità. Se solo non guardaste solo il vostro caz..” In seguito al suo commento, la Di Veroli ha ricevuto numerosi attacchi da parte dei seguaci di Rubio.

Ma anche in tempi più recenti Chef Rubio si è fatto notare per le sue esternazioni soprattutto su Twitter, dove conta oltre 165.000 follower (su Facebook sono più di 700.000): nella prima metà di agosto ha definito Israele “non stato nazista” e i sionisti “cancro del mondo”.

Le reazioni all’ultimo tweet

Dopo che è stato reso pubblico il tweet in cui incita a uccidere, non sono mancate le reazioni: il blogger David Puente, noto per smascherare notizie false in rete, ha definito “intollerabile” il tweet, mentre la deputata e presidente di Fdi Giorgia Meloni ha detto di Rubio: “Con ogni probabilità è troppo incolto e troppo scemo per sapere che in anni passati in Italia a parole come quelle sono poi seguiti gli anni di piombo e le uccisioni di molti ragazzi. Chi predica l’odio e la violenza non dovrebbe trovare spazio e pubblicità sui media, in particolare su quelli pubblici.”

Menu