Il calcio israeliano lancia un appello alla FIFA

Israele

di

FifaI giocatori del calcio israeliano affrontano la politica internazionale in un video appello alla FIFA in cui chiedono di respingere la richiesta palestinese di vietare Israele dal calcio internazionale.

Il video caricato dalla nuova organizzazione di giocatori di calcio in Israele chiede alla FIFA di “giocare con la palla, non con lo Stato” e lasciare la politica fuori dal calcio.

“Il calcio è universale, lasciamo la politica fuori dal calcio”, dicono i giocatori . “Tutti noi insieme: ebrei, musulmani e cristiani”. “Il calcio è un bel gioco, quindi per favore non rovinare tutto”, sollecitano.

Il video è stato rilasciato prima del Congresso della riunione annuale della FIFA, che inizia il 28 maggio e si occuperà della proposta della Football Association palestinese di sospendere la Federcalcio israeliana dal mondo del calcio. La motivazione? Israele impone restrizioni alla libertà di movimento dei suoi giocatori, e inoltre cinque squadre israeliane sono negli insediamenti.

L’IFA, l’organizzazione calcistica israeliana, dice che non ha alcuna voce in capitolo sulle questioni di sicurezza che possono causare difficoltà di viaggio ai giocatori all’interno e dalla West Bank, e definisce la richiesta palestinese un tentativo antisportivo di mescolare la politica con lo sport.

Dal canto suo la FIFA, nonostante l’opposizione del suo presidente Sepp Blatter alla richiesta palestinese, ha detto durante una visita in Israele la scorsa settimana che non avrebbe potuto rimuoverla dall’ordine del giorno della riunione del 28 maggio.

Menu