Bere in Terrasanta

Israele

Un brindisi dal sapore israeliano per ricordare un importante anniversario

I vini israeliani festeggiano con un brindisi speciale il 60° anniversario della costituzione dello Stato d’Israele: si terrà infatti il prossimo 29 maggio presso il Marriott Hotel di Milano l’evento di degustazione che presenterà al mercato italiano alcune tra le più rinomate etichette del panorama enologico israeliano: Domaine Du Castel, Dalton, Galil Mountain, Yarden, Barkan, Ella Valley, Noah-Hevron Heights, Tanya, Yatir e Carmel.

L’importante appuntamento, patrocinato dal Comune di Milano, dall’Ambasciata Israeliana e dalla Camera di Commercio Italo-Israeliana con la prestigiosa collaborazione dell’Ais Lombardia, rientra nell’ambito delle manifestazioni Israele60 ed è organizzato da Mosè Silvera ed Elio Galante, entusiasti imprenditori che con grande passione e impegno importano e distribuiscono in Italia prodotti enogastronomici di provenienza israeliana da oltre dieci anni.

L’evento sarà strutturato in due momenti: un educational riservato alla stampa specializzata e agli operatori del settore durante il quale enologi e rappresentanti delle aziende illustreranno le caratteristiche dei terroir che danno origine alle diverse etichette e, a seguire, una serata di gala con banchi d’assaggio per la degustazione di oltre 60 vini.

Protagonisti della manifestazione alcune cantine che grazie alla qualità dei loro prodotti si sono guadagnate un ricco palmares a livello internazionale, come ad esempio Domaine Du Castel, Barkan, Galil Mountain e Yarden, altre aziende le cui etichette possono vantare da qualche anno la presenza sulla carta dei vini di prestigiosi ristoranti italiani (Carmel, Galil Mountain e Domain Du castel) e realtà minori ma non meno importanti che si affacciano per la prima volta al mercato italiano (Tanya). Un panorama enologico che copre l’intero territorio israeliano con una produzione tra le più ricche e varie in grado di offrire ad appassionati ed estimatori aromi e sapori dalle infinite sfumature.

Con circa 45 milioni di bottiglie prodotte nel 2006 che si sono ridotti del 10-15% nel corso dello scorso anno a causa di una minore resa dei vitigni ma a tutto vantaggio della qualità del vino prodotto, Israele va pian piano conquistando una posizione di tutto rilievo nella scena enologica internazionale.

e-mail di registrazione all’evento:
unmondodivino@gmail.com

Info: Relazioni Pubbliche e Ufficio Stampa :: ©f comunicazione :: Claudia Falabella
Via Ruggero di Lauria 5, 20149 Milano
Tel 3398085266 :: claudia.falabella@cfcom.it :: www.cfcom.it

Menu