2015

Natalie Portman: «La mia sfida? Vivere oggi a Parigi»

Caro lettore, cara lettrice, rompere i tabù non è semplice e non bastano cinquanta necessarie sfumature di buon senso per scardinare luoghi comuni e pregiudizi. Sto alludendo a quelli andati in scena a Novembre, primo tra tutti il luogo comune …
Leggi l’articolo

Presente in 2015, 2015, Bollettino

Angela Merkel e la paura degli Ebrei tedeschi

Caro lettore, cara lettrice, pensavo che la faziosità dei titoli di giornale e la macchina del fango di cui Israele è bersaglio da parte dei media occidentali, arabi e terzomondisti, avesse raggiunto il suo apice l’anno scorso, dopo l’assassinio dei …
Leggi l’articolo

Presente in 2015, 2015, Bollettino

Ricominciare da capo, con 20 sterline in tasca

Caro lettore, cara lettrice, come molti di noi già sanno, nel pensiero ebraico il concetto di historia, Storia, così come lo avrebbero inteso Erodoto, Polibio, Strabone o Plutarco (in lingua greca, ricerca, indagine), non esiste. La lingua ebraica usa il …
Leggi l’articolo

Presente in 2015, 2015, Bollettino

Idan Raichel «Con la mia musica costruisco ponti e occasioni di dialogo»

Caro lettore, cara lettrice, le feste solenni sono un’occasione per ricordarci che le nostre vite non sono mai semplicemente aleatorie (ovvero, etimologicamente, governate da un colpo di dadi, -alea in latino vuol dire dadi-). Così invece era convinto, duemila anni …
Leggi l’articolo

Presente in 2015, 2015, Bollettino

Startup generation – Made in Italy

Caro lettore, cara lettrice, la lettera “aleph” è considerata la più eterea e sacra dell’alfabeto ebraico, l’unica che non volle “gareggiare” quando l’Eterno domandò all’intera sfilata dell’alfabeto, chi volesse essere primo nell’opera della Creazione. Tutti, tranne lei, l’umile “aleph”, alzarono …
Leggi l’articolo

Presente in 2015, 2015, Bollettino

La straordinaria arte del compromesso

Caro lettore, cara lettrice, finalmente, dopo vent’anni di oblio, si torna a parlare di un grande scrittore dimenticato, secondo alcuni il più grande del XX secolo americano (insieme a Philip Roth). Si tratta di Bernard Malamud, personaggio schivo, ironico, malinconico …
Leggi l’articolo

Presente in 2015, 2015, Bollettino

Jewish-EXPO alla scoperta della Milano ebraica

Caro lettore, cara lettrice, il mangiare non è mai stato un atto banale e gode, da sempre, di una dimensione spirituale e nomadica. Il mangiare è la rappresentazione del rapporto umano col mondo, è un richiamo primordiale alle origini della …
Leggi l’articolo

Presente in 2015, 2015, Bollettino |

Perché Bibi ha vinto di nuovo

Caro lettore, cara lettrice, forse mai, nella recente storia di Israele, ci sono state elezioni che hanno segnato così fortemente la disfatta dei perdenti e la vittoria dei trionfatori, come è accaduto con il voto appena avvenuto. Colpisce notare come …
Leggi l’articolo

Presente in 2015, 2015, Bollettino

Comunità: tutti al voto. Ecco le liste e i nomi

Caro lettore, cara lettrice, c’è Vladimir Putin che, come se nulla fosse, il 19 febbraio ha fatto volare sui cieli della Cornovaglia, Gran Bretagna, i suoi caccia bombardieri (ve l’immaginate?). C’è Angela Merkel che a colloquio con Papa Francesco, il …
Leggi l’articolo

Presente in 2015, 2015, Bollettino

Le elezioni in Israele e il fattore Europa

Caro lettore, cara lettrice, il tempo triste di quando “il torto diventerà diritto” sembra forse essere giunto, per riprendere le parole dello scrittore S. Y. Agnon, e c’è qualcosa di pirandelliano, protervo, nei cortei di risposta a Je suis Charlie …
Leggi l’articolo

Presente in 2015, 2015, Bollettino