L'artista Miriam Camerini che canterà musica ebraica a Jewish in the City 2018

Jewish in the City. Tre ‘puntate’ di musica ebraica con i ‘Goldene Medine’

di Redazione
Al Festival Jewish in the City non poteva mancare la musica ebraica, che verrà portata in scena in tre puntate dal trio Goldene Medinecomposto da Angelo Baselli (clarinetto), Miriam Camerini (voce) e Lorenzo Monguzzi (chitarra). Il concerto si terrà alla sinagoga di via Guastalla.

Ore 16. Prima parte. Dall’ombra alla luce

Prima di tutto conviene prepararsi al canto e all’ascolto del sacro: Leshoni konanta (Le mie labbra (Signore) hai preparato) è un brano liturgico di richiesta per le prime piogge, qui proposto con una melodia sefardita di origine bulgara, raccolta da Esti Kenan Ofri.

A seguire, per creare uno spazio di luce, Holy Ground, testo di Woody Guthrie e musica di Frank London (The Klezmatics)

Dona Dona La canzone resa celebre da Joan Baez e Bob Dylan: yiddish e inglese in dialogo
Koilen un brano strumentale dalla storia affascinante e misteriosa
Arbeter Freuen un vero inno al coraggio e alla tenacia delle donne del Bund, la Lega dei lavoratori ebrei
Shtil di Nakht una melodia popolare russa, su cui Hirsch Glick, combattente e poeta del ghetto di Vilna, compose versi pieni di speranza in onore di una donna coraggiosa, la partigiana Vitka Kempner

Il clarinettista Angelo Baselli

Il clarinettista Angelo Baselli

Ore 17.10. Seconda parte: La luce delle idee

Uskudar / Terk in America Celeberrima melodia che attraversa tutto il Mediterraneo, i Balcani e l’Oriente

Io era Nina Una canzone sefardita, racconta la disillusione di una donna che un tempo ha amato
Nakhes fun Kinder Quel misto di soddisfazione e gioia che deriva unicamente dai nostri figli: un brano strumentale dolcissimo
Klaybt zich tsunoyf Una canzone composta da Michael Alpert, un inno allo stare assieme
Ale Brider Testo e musica di Morris Winchevsky, considerata “L’Internazionale” ebraica

Il musicista Lorenzo Monguzzi

Il musicista Lorenzo Monguzzi

Ore 19. Terza parte: la luce di Chanukkà 

Accenzione della prima candela di Channukkà.
Maoz Tzur, la canzone ebraica di Chanukkà, nelle versioni italiana e aschkenazita.

Tre canzoni di Chanukkà del musicista americano Woodie Guthrie:
Hannuka Flame Testo di Woody Guthrie, musica di Frank London (The Klezmatics)
Hannuka Gelt Testo di Woody Guthrie, musica di Lorin Sklamberg (The Klezmatics)
Hannuka Dance Testo e Musica di Woody Guthrie

Miriam Camerini 

Regista, cantante e studiosa di ebraismo, che si è formata negli anni tra Milano e Gerusalemme. Ha lavorato come direttrice di produzione per la Jerusalem Theatre Company, come assistente alla regia per il Teatro dell’Opera di Zurigo e alla Fenice di Venezia. Oltre a lavorare all’estero, collabora con importanti realtà culturali milanesi quali Teatro Franco Parenti, Teatro della Contraddizione, Corte dei Miracoli e Refettorio Ambrosiano, per i quali dirige anche le rassegne e festival di cultura ebraica. In ambito internazionale collabora da anni con il Teatro ebraico di Budapest, Golem.

 

Menu