Una candela che brucia

Il 2 maggio Yom HaShoah alla sinagoga centrale di via Guastalla

di Redazione
Giovedì 2 Maggio 2019 / 27 Nissàn 5779, alle ore 18.00, al Tempio Centrale, via Guastalla 19 – Milano, in occasione di Yom HaShoah si terrà l’annuale cerimonia di commemorazione delle vittime della Shoah.

Ogni uomo ha un nome, glielo hanno dato Dio, suo padre e sua madre.

Gli ebrei milanesi commemorano le vittime della Shoah affinché il loro ricordo non si affievolisca e sia testimoniato di generazione in generazione. Raccogliendo l’invito rivolto da Gerusalemme, dedicano questo giorno agli uomini e alle donne, ai bambini e agli anziani del popolo ebraico che si vogliono ricordare come persone singole e uniche, perché ogni uomo ha un nome, glielo hanno dato Dio, suo padre e sua madre.

– Lettura dei nomi dei deportati

– Accensione delle candele e un minuto di silenzio

– Riflessione del Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Milano, Alfonso Arbib

– Lettura di Shir HaMaalot, Hashkavà nei vari minhaghim, El Malè Rachamim, Michtam LeDavid

Con la partecipazione degli studenti della Scuola della Comunità Ebraica di Milano,

della Scuola del Merkos e di altre scuole milanesi.

Coloro che desiderassero segnalare parenti deportati i cui nomi non vengono abitualmente letti perché catturati fuori dalla Lombardia, possono depositare l’elenco dei loro cari presso l’Ufficio Rabbinico in via Guastalla 19 oppure inviare una mail a son.shoah@gmail.com.

Si ringrazia la Fondazione CDEC per gli elenchi dei nomi dei deportati Coordinamento a cura dell’Associazione Figli della Shoah.

Associazione Figli della Shoah, Comunità ebraica di Milano, CDEC, Memoriale della Shoah, Rabbinato centrale. Con la partecipazione di: Adei Wizo sezione di Milano, Benè Akiva, Benè Berith di Milano, Hashomer Hatzair, Keren Hayesod, Kesher, KKL Italia Onlus, Merkos l’Inyonei Chinuch, Noam, Scuole Fondazione Josef Tehillot, UGEI – Unione Giovani Ebrei d’Italia.

Menu