Israele ha lanciato una Rete 5G super veloce

di Paolo Castellano

Finalmente Israele ha la sua Rete 5G. La tecnologia di telefonia mobile e cellulare è stata inaugurata nella mattina del 29 settembre. Sebbene lo Stato ebraico si trovi in difficoltà per il Coronavirus, il Ministero della Comunicazione ha deciso di concedere le licenze a tre fornitori per rendere più veloce Internet.

Non sono mancati i ritardi negli appalti e nel processo di ammodernamento della rete mobile, tuttavia da fine settembre i cittadini israeliani potranno navigare in Rete più velocemente con i loro smartphone.

Sono tre i fornitori della Rete 5G d’Israele. Le aziende che si sono aggiudicate sono Partner Communications Ltd., Hot Mobile e Pelephone. Come riporta il Jerusalem Post, il ministro della Comunicazione israeliano, Yoaz Hendel ha diffuso ufficialmente il nome delle tre società.

– Leggi anche: Da Israele stampanti in 3D per produrre carne vegetale

«Per un decennio, lo Stato di Israele è rimasto indietro nel campo delle infrastrutture. Mi impegno a ridurre rapidamente il divario e di riprendere la leadership nel campo della comunicazione. Lo Stato di Israele e il mondo intero stanno attraversando giorni difficili ed è incoraggiante che ci siano alcuni elementi positivi che stimolino la crescita dell’economia», ha sottolineato Hendel in una dichiarazione riportata da Jewish News Syndicate.

Come ha dichiarato il Ministero della Comunicazione di Israele, le reti 5G potranno supportare molte connessioni e dispositivi, trasmettendo grandi flussi di informazioni ad alta velocità. Queste connessioni sono infatti caratterizzate da una bassa latenza (la risposta è quasi in tempo reale), maggiore larghezza di banda ed estrema affidabilità.

– Leggi anche: Israele, la start-up nation combatte il coronavirus a colpi di innovazione

Secondo Hendel, la tecnologia 5G permetterà “il funzionamento remoto dei dispositivi, dell’intelligenza artificiale, della realtà virtuale, della realtà aumentata, dei videogame, dei giochi, dell’analisi dei big data in tempo reale, della città intelligente, della medicina intelligente, dell’apprendimento a distanza, delle applicazioni agricole innovative”, e altro ancora.

Menu