Cosmetici Kasher: anche la pelle va nutrita bene

Salute

di Michael Soncin

Seguire le regole della kashrut anche nella scelta dei prodotti di bellezza è una garanzia di qualità

Vaporizzate la vostra fragranza preferita sul corpo e non sul vestiario? Questa, senza forse saperlo, è una delle tante norme dettate dalla kashrut, estese anche ai prodotti di bellezza; come il rossetto che abitualmente indossate, il quale potrebbe essere ingerito – in quantità impercettibile e del tutto innocua – mescolandosi con il cibo, interferendo quindi con i precetti emanati, se non certificato da un ente rabbinico. È quindi buona cosa che ogni prodotto sia formulato con ingredienti kasher, come lo è per gli alimenti; “filosofeggiando” anche la pelle fa parte dell’organismo e come tale si nutre assorbendo le varie sostanze.
Infatti, sono sempre più le aziende interessate ad aver tale certificazione, fenomeno ben consolidato negli Stati Uniti e ancor timido ma in crescendo in Europa, poiché non rappresenta soltanto un punto di riferimento per gli osservanti, ma tale certificazione è percepita come sinonimo indiscutibile di garanzia per il prodotto stesso, da parte di tutti i consumatori, specie i più esigenti, oltre ad essere un’ottima opportunità d’affari anche per il produttore stesso.
Altre regole riguardano i colori, i quali non si possono mescolare. Perciò, se dovete creare un contouring per il viso o un make-up qualsiasi, andrebbe utilizzato un pennello per ogni pigmento; rimuovendo in seguito il vostro trucco – norma valida per Shabbat – applicando lo struccante con le dita, senza quindi i classici dischetti di cotone; il prodotto scelto dovrà inoltre avere una consistenza non oleosa, non corposa, ma liquida.
Se avete altri dubbi, non resta che chiedere direttamente al rabbino Moshe Heinemann, a capo della Star K Kashrus, una tra le più importanti aziende di certificazione al mondo; giacché alcune disposizioni valgono solo durante le festività, come per Pesach, altre durante il resto dell’anno.

STEP ESSENZIALI
PER UNA PELLE IMPECCABILE
Qual è il segreto per una pelle del viso dall’aspetto sano e luminoso? Una beauty routine quotidiana, che inizia da un’accurata detersione, passaggio – spesso sottovalutato – importante e fondamentale, poiché prepara la pelle a ricevere e far agire nel miglior modo i trattamenti successivi. Immaginate il vostro viso come un’opera d’arte, proprio come un’artista prepara la tela prima di dipingere, proprio come fece il Botticelli nel realizzare La nascita di Venere.
A seguire, una crema – ancor meglio se preceduta da un siero – scegliendo la corretta tipologia, texture compresa, in base al vostro tipo e condizione di pelle, applicando sempre durante il giorno un filtro di protezione.

BAKEL, ECCELLENZA MADE IN ITALY
Un esempio di connubio tra kashrut e cosmetica è Bakel, una casa italiana di skincare kasher, fondata nel 2008 da Raffaella Gregoris, chimica, con esperienza in prestigiosi laboratori, i cui cosmetici si contraddistinguono principalmente per essere vegani, senza glutine, testati contro i metalli pesanti e soprattutto cruelty free.
«Tutti i prodotti Bakel – dice Raffaella Gregoris – sono riconosciuti kasher a livello internazionale e sono stati certificati dal Tribunale Rabbinico di Roma; il marchio kasher è garanzia di qualità, genuinità e purezza. Per ottenere questo riconoscimento, tutti i prodotti sono stati sottoposti, oltre che a norme molto restrittive per ogni singolo ingrediente, anche a rigorosissimi standard di conformità e di qualità in termini di procedure di produzione e confezionamento».
Pensati sia per la pelle femminile che maschile, il loro motto è “ZERO sostanze inutili e 100% principi attivi”, come Jaluronic – uno dei loro sieri per il viso – che garantisce un’idratazione profonda e un effetto lifting immediato o Relief, siero lenitivo e anti-rossori, indicato per una cute sensibile; per gli uomini, ottimo come post-rasatura. Mentre in vista di un giorno per voi speciale, Perfect Skin Box è ideale per illuminare la pelle d’immenso in soli sei giorni; e per i più piccoli, Babykel, linea ultra delicata, a loro dedicata.
Per saperne di più sulle regole dei cosmetici kasher, data la complessità, in particolare durante Pesach e Shabbat, potete scaricare la brochure dal sito https://www.kosmeticanews.it corredata da un’ampia bibliografia.

Menu