Haggadah antica visibile sull'archivio digitale dell'Unesco

Dalle lezioni di ebraismo al Talmud del 1600 online: tante attività per la quarantena

di Michael Soncin
A mali estremi, estremi rimedi, così recita il famoso proverbio e considerando che le giornate trascorse a casa a causa del covid-19 si stanno prolungando, i diversi enti culturali si sono attivati proponendo numerose offerte che spaziano dall’opera teatrale, alle opere artistiche, esposte nei maggiori musei del mondo, fino alle proposte dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. Queste una delle tante attività proposte. 

Lezioni del Rabbinato di Milano in diretta Facebook

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus il Rabbinato di Milano ogni giorno offre una lezione sulla sua pagina Facebook, visitabile anche sul canale Youtube.

Lezioni di ebraismo per adulti e bambini

Sono numerose le attività per i più grandi e per i più piccoli, che si susseguono quotidianamente dal mattino alla sera organizzate dall’UCEI, svolte in diretta con la possibilità di rivederle collegandosi direttamente alla loro pagina Facebook.
Si spazia dalle lezioni di Torah a quelle di Talmud e Kabbalah, fino alla preparazione delle matzot shemurot e altre proposte in vista di Pesach; oltre allo splendido e storico programma Sorgente di Vita trasmetto sulla Rai dal quale visitando il sito, si possono rivedere le puntate precedenti.

Un antico Talmud della collezione digitale dell’Unesco

Rari testi della tradizione ebraica

Dalla biblioteca digitale mondiale dell’Unesco è possibile consultare uno tra i più preziosi manoscritti del Talmud Babilonese ,“l’unico manoscritto – come si legge dal sito -sopravvissuto al mondo che contiene, ad eccezione di due fogli mancanti, il testo completo del Talmud babilonese che comprende alcuni punti extra-canonici”, compresi alcuni testi che non si riferiscono direttamente al Talmud. Questo è solo una delle tante rarità disponibili in 7 lingue diverse. Sempre a tema ebraico è da ricordare una Haggadah di Pesach dalle splendide illustrazioni.

Haggadah antica visibile sull'archivio digitale dell'Unesco

Un’antica Haggadah di Pesach

Visita virtuale ai musei ebraici d’Italia

 “Con il Virtual Tour l’utente può muoversi all’interno degli ambienti ed apprezzare, grazie allo zoom, dettagli di oggetti o di elementi architettonici non visibili ad occhio nudo, arricchendo in modo unico la propria visita e la propria esperienza culturale”, questo è quanto si legge dalle parole dell’Ucei. Si tratta di “un progetto che nasce da un’idea della Commissione Patrimonio Ucei e beni culturali dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane”, dove potrete visitare il museo di Bologna, Casale Monferrato, Venezia e Roma; un tour fruibile da computer, tablet e smartphone, in italiano e inglese.

Alla scoperta del mondo Yiddish

 Vuoi fare un tuffo spassoso nel variopinto mondo yiddish? L’Yivo, vera e propria istituzione accademica per gli studi ebraici globalmente conosciuta, propone una serie di corsi che toccano diversi aspetti del costume ebraico. Quali? Musica, teatro, letteratura, folklore, dove viene approfondita quella parte di storia ebraica come quella dell’Europa ashkenazita, spesso trascurata delle scuole, solitamente più concentrate su altri aspetti del mondo ebraico. Il tutto a portata di un click.

L’alfabeto ebraico yiddish

 “Sapere aude”, con tantissimi audio libri

Su Radio Rai 3 troverete la più grande biblioteca di audiolibri italiana. Libri storici della letteratura italiana come Lessico famigliare di Natalia Ginzburg, All’ombra delle fanciulle in fiore di Marcel Proust, ed i Racconti di Franz Kafka; senza dimenticare Il Sistema Periodico di Primo Levi, oltre ad una vasta selezione di testi dedicati ai bimbi. Anche Audible di Amazon, offre per i ragazzi, fino a quando le scuole saranno chiuse, migliaia di audio libri con titoli in sei lingue differenti. “Abbi il coraggio di conoscere” esorta il motto Kantiano e visto il momento di potenziale multitasking, tra attività domestiche, smart-work e figli cui badare, conoscere con l’ausilio di un audiolibro è certamente una buona soluzione da sperimentare.

L’opera del teatro a casa vostra

L’Opera di Parigi, e il suo maestoso edificio, con la meravigliosa cupola affrescata da Marc Chagall, fa letteralmente sognare a occhi aperti, un sogno che arriva direttamente a casa vostra dandovi la possibilità di vedere i più grandi classici dell’opera, con una programmazione che si spinge fino a maggio, dove potrete deliziarvi guardando Il lago dei cigni, la Carmen o Il barbiere di Siviglia, collegandosi al sito dell’Opera e a Culturebox.

L'Opera de Paris

L’Opera de Paris

A tu per tu con la Monna Lisa, senza la folla

Non solo molti musei sono chiusi, ma la visita virtuale ora è una delle poche scelte a nostra disposizione. Potreste iniziare andando al Louvre con la tanto discussa Gioconda di Leonardo, passando poi per il British Museum di Londra, perdendovi tra i capolavori del Museo del Prado, andando nel labirintico sterminato Hermitage in Russia. Se preferite rimanere in territorio italiano non resta che andare agli Uffizi, dove vi aspetterà Il Bacco del Caravaggio, le opere dei grandi maestri del rinascimento e anche il quadro intitolato Vaso di Fiori, rubato dai nazisti e ritornato solo di recente. 

Cinema d’autore

 “Perle d’archivio”, come riporta Arts Life, la Cineteca di Milano offre disponibili centinaia di film, tra i quali diversi capolavori del cinema muto. Se Alberto Moravia è tra i vostri scrittori preferiti avrete l’opportunità, registrandovi presso il portale della cineteca, di vedere il film Colpa del sole, un cortometraggio uscito nel 1951 ispirato da un suo racconto che vede il grande scrittore in veste di regista. Un percorso tra i diversi generi, che vale la pena di fare per intenditori e non…

Una scena del film ‘Colap del sole’ di Moravia

Voulez-vous parler français avec moi?

 State pensando di visitare la Francia non appena sarà possibile riprendere a viaggiare, terminate le restrizioni dovute al covid-19? A Parigi troverete la terza comunità ebraica più grande al mondo, dove potrebbe sbizzarrirvi tra i moltissimi siti ebraici da visitare, i numerosi ristoranti kasher e le tante riviste e quotidiani a tema, disponibili non solo in francese ma anche in ebraico e yiddish, reperibili nei vari negozi kasher. Nel frattempo potreste iniziare a far pratica con la lingua, grazie all’Institut français che possiede una mediateca digitale con oltre 70.000 documenti e 20.000 album di musica, tutti in modalità gratuita per ben 3 settimane dopo l’avvenuta iscrizione.

Album da colorare, ricette e concerti live in Jewish style

 Se proprio non sapete come passare il tempo, colorate! Come riporta Forward, andate su Twitter e cercate #ColorOurCollections per trovare i link dove scaricare disegni in bianco e nero da colorare, scegliendoli dai vostri musei preferiti, oppure divertitevi e rilassatevi con un concerto trasmesso da jewishLIVE. Se invece non sapete che cucinare The Nosher metterà alla prova la vostra bravura ai fornelli. E per finire il MahJ, il Museo d’Arte e Storia del Giudaismo di Parigi, propone infinite attività nell’attesa che riapra per accogliere nuovamente i suoi visitatori. Bon voyage!

 

Menu