Inaugurato il Giardino della Scuola alla presenza del donatore, Avv. Marco Albanese

Scuola

di Redazione

Spazi verdi, strutture rinnovate, aree sicure, campo da calcio, atletica, basket, pista per il salto e giochi per i più piccoli. Il volto del Giardino della Scuola appare, in questo inizio di anno scolastico, completamente rinnovato. Merito di una importante donazione dell’Avvocato Marco Albanese che questa mattina è venuto in visita, accompagnato dalla moglie, Signora Pierangela, accolto dal presidente della Comunità Milo Hasbani, dai vicepresidenti Raffaele Besso e Antonella Musatti, con gli assessori alla Scuola Timna Colombo e Dalia Gubbay, insieme a Monique Sasson, al preside Agostino Miele e al segretario generale della Comunità Alfonso Sassun e alla Morà Diana Segre.

Dopo la visita al Giardino, dove l’avv. Albanese ha apprezzato i lavori appena conclusi e si è informato sulla struttura della Scuola e della Comunità, l’incontro si è spostato in Sala Consiglio. Qui Milo Hasbani ha  potuto ringraziare il donatore, spiegando l’importanza della struttura per la Scuola che, come ha detto Timna Colombo, è il fulcro di tutta la Comunità. Marco Albanese ha poi spiegato le ragioni che lo hanno spinto al generoso gesto: la conoscenza con un suo cliente, Enrico Mortara, divenuto nel tempo amico carissimo, di cui ha accolto i racconti con crescente coinvolgimento morale ed emotivo. Dalla cacciata dalla scuola per le Leggi razziali del 1938, alla fuga in Svizzera, piena di pericoli e tentata due volte; la durezza dei primi anni da profugo, la Laurea a Losanna mai riconosciuta in Italia, i lutti famigliari. Queste memorie sono sedimentate e hanno cementato una amicizia terminata solo con la morte di Enrico Mortara. Ma non è terminato l’interesse per la storia e le vicende dell’ebraismo italiano e milanese in particolare: «Sono lieto di mantenere questo legame con la Comunità, che ha un così importante ruolo di coscienza civile nel nostro Paese», ha detto. Un affetto e una vicinanza che si sono concretizzate con questa importante donazione, di cui tutta la Comunità gli è davvero grata.

 

 

 

Menu