Addio ad Albert Totah: umanità, ironia, sensibilità e gentilezza le sue doti

di Redazione

Il 4 aprile è mancato, a Londra, Albert Totah, chiamato Tetus dai suoi amici. Vissuto a Milano fino a cinque anni fa, si era trasferito in Inghilterra con la moglie Evelyne Chayo e i figli Vanessa e Michael. Aveva combattuto contro una grave malattia e, quando sembrava guarito, è andato in ospedale per un semplice controllo e ha contratto il coronavirus.

Grande donatore del Keren Hayesod e vicino alla Comunità, lascia un ricordo di grande umanità, ironia, sensibilità e gentilezza, oltre che di marito e padre meraviglioso.

La Comunità ebraica di Milano è vicina a Evelyne, Vanessa e Michael, al fratello Raymond e a tutta la famiglia Totah in questo momento di grande dolore.

Milo e Joice lo ricordano con molto affetto.

Sia il suo ricordo benedizione

Articolo precedente
E’ mancata Margherita Mezan, una mamma immensa
Articolo successivo
Addio a Nina Osimo, una donna forte e piena di risorse

2 Commenti. Nuovo commento

  • Shelly Diwan
    16 Aprile 2020 21:22

    Caro Albert, il tuo senso dell’umorismo, la tua generosità, la capacità di cogliere i lati bella della vita, il tuo talento per il gioco del bridge: ti ricordo per tutte queste qualità, fin da ragazzo, quando venivo a casa dei tuoi genitori, da Vita e Jammul, amici di sempre, frequentati a lungo, per anni. Le mie condoglianze a Evelyne, Vanessa e Michael
    Baruch Dayan Emet
    Shelly Diwan

  • ALBERTO GALANTE
    24 Aprile 2020 07:29

    Barukh dayyan Haemet
    Addio amico
    La tua improvisa dipartita ci lascia increduli
    Figura della sincerità, del sorriso stampato, del vivi e lascia vivere, amante del shalom della famiglia e della comunità.
    Riposa in pace
    Elisheva Albert Galante

Menu