Israele e Italia: semplicemente Fratelli di Sangue

di Amici del MDA Italia

Magen David Adom: appuntamento il 25 marzo 2018, per presentare a Milano “Blood Brothers”

Può essere doloroso pensarci, ma il fatto è che ognuno di noi potrebbe, in un certo momento della vita, aver bisogno di una donazione di sangue per se stesso o per i suoi cari. Pertanto questo è un progetto che ci riguarda tutti da vicino. È imminente il trasferimento della sede dei servizi trasfusionali del Magen David Adom dall’attuale centro operativo di Tel Hashomer al nuovo Centro del MDA a Ramle: si tratta del progetto più importante che il MDA abbia mai intrapreso e il più avanzato del suo genere nel mondo.
Secondo i dati ufficiali forniti dal MDA a oggi, sono 270.000 le sacche di sangue annuali necessarie, ma rivelano anche che nel 2030 ne serviranno ben 500.000. Di queste, anche un gran numero di unità di sangue raro disponibile, quando necessario per chiunque ne abbia bisogno, in Israele e anche all’estero. Ecco perché nasce questo incredibile progetto. Una struttura moderna e all’avanguardia che permetta allo Stato d’Israele di far fronte alla costante crescita demografica e alle continue situazioni d’emergenza che quotidianamente accadono sul territorio.

La nuova Banca del Sangue, oltre a garantire una maggiore disponibilità delle unità di sangue d’emergenza, sarà affiancata da quattro settori di vitale importanza: il centro logistico nazionale, un archivio polifunzionale, un centro di deposito mezzi e un’ala amministrativa capace di monitorare costantemente il lavoro di tutte le stazioni minori presenti sul territorio. La struttura, che sarà costruita per due terzi nel sottosuolo, raggiungendo la profondità di 15 metri, garantirà la massima sicurezza, essendo gli spazi protetti supervisionati dal Servizio di Sicurezza Nazionale, in caso di terremoto, attacchi missilistici, chimici o cyber attacchi.
Tutto ciò va realizzato al più presto: la nostra speranza è che anche l’Italia e la nostra kehillà partecipino a quest’urgente progetto che ha come finalità di assicurare agli abitanti di Israele l’imprescindibile servizio offerto dal Magen David Adom.

L’evento “Blood Brothers” è in programma per il 25 marzo 2018, al Teatro Elfo Puccini. Gli ospiti d’onore saranno Eilat Shinar, direttrice del servizio trasfusionale nazionale e della Banca del Sangue, Yonathan Yagodowski, Anat Rapapport, responsabili delle relazioni internazionali del Magen David Adom, e Yossi Yeoshua, capo redattore degli affari militari per il quotidiano Yediot Aharonot, il quale terrà un discorso dal titolo molto indicativo: “Dall’operazione Margine Protettivo alla terza guerra del Libano”.
La minaccia dei tunnel costruiti da Hamas nella Striscia di Gaza e la metodologia utilizzata da Israele per difendersi; come si prepara Hamas alla guerra? come sarà la prossima battaglia sul confine settentrionale con Hezbollah e Siria? ISIS costituisce una reale minaccia per lo Stato di Israele? perché solo la metà degli israeliani si arruola nell’IDF? Queste sono le domande principali alle quali potremo finalmente dare una risposta. Yoni Yogodovski parlerà in seguito del livello di preparazione e di risposta a tutte le emergenze, soprattutto quelle che si presenterebbero nel caso di “guerra nelle città”.
L’evento è alle porte, diventa un partner di questo incredibile progetto, offri anche tu un mattone!
È una questione di vita.

Info: Silvia Voghera, 392 0069690; Daniel Avrilingi, 338 1827606; Diana Gandus, 333 2338122; Yardena Laras, 338 3023870; Susy Barki, 348 0659251

Cristiano Ronaldo testimonial Magen David Adom
Il Magen David Adom e Abbott Israel, leader mondiale nel rilevamento delle malattie infettive, uniscono le forze con il calciatore Cristiano Ronaldo per rilanciare la consapevolezza dell’importanza delle donazioni di sangue. Il “pallone d’oro del Real Madrid, donatore dall’età di 24 anni, ha detto: «Ogni donazione può aiutare a salvare tre persone, in caso di emergenza o di assistenza a lungo termine. Ecco perché sono entusiasta di incoraggiare le persone in tutto il mondo a diventare donatori di sangue e salvatori di vita». Ronaldo, uno dei più grandi giocatori del mondo, capitano della Nazionale Portoghese e stella del Real Madrid, è il primo ambasciatore internazionale dell’iniziativa BeThe1, attiva in tutto il mondo per ispirare quante più persone possibile a diventare donatori sangue regolari.

Articolo precedente
OLTRE: un progetto editoriale per Alyn Hospital
Articolo successivo
Nuova Banca del Sangue: il 25 marzo al Teatro Elfo Puccini una serata per conoscere un grande progetto

1 Commento. Nuovo commento

Menu