Andreas Eberhardt, direttore della Alfred Landecker Foundation

Coronavirus, la Fondazione Alfred Landecker stanzia un milione per i sopravvissuti alla Shoah

di Ilaria Ester Ramazzotti
Un milione di euro per i sopravvissuti alla Shoah colpiti dall’emergenza coronavirus e dall’isolamento in casa. Più vulnerabili per ragioni anagrafiche, ma anche più esposti a problemi psicologici per via dei traumi già subiti, è a favore di questi anziani che la Fondazione Alfred Landecker, con sede a Berlino, ha stanziato un milione di euro.

“Durante questi periodi particolarmente difficili e incerti abbiamo una responsabilità nei confronti dei sopravvissuti dell’Olocausto, che in passato hanno vissuto il terribile trauma e la tragedia. Dovremo investire in nuove forme di comunicazione per garantire che i loro bisogni siano soddisfatti”, ha detto Andreas Eberhardt (nella foto), direttore della Alfred Landecker Foundation, come riporta il Jerusalem Post.

Il fondo è in particolare destinato alle associazioni che aiutano i sopravvissuti alla Shoah in questi giorni difficili e di emergenza, dagli aspetti logistici come fare la spesa, ai bisogni legati alla salute fisica e psicologica: le prime quattro associazioni a beneficiarne sono Jewish Care, la più grande organizzazione di assistenza sanitaria e sociale al servizio della comunità ebraica nel Regno Unito, AMCHA Israele, Central Welfare Organization per ebrei in Germania e la Federazione UJA di New York.

La fondazione Landecker stima che ci siano circa 400 mila sopravvissuti all’Olocausto nel 2020 in tutto il mondo, dei quali circa 140 mila vivono in Israele.

Menu