Addio all’Avvocato Renzo Gattegna, fu presidente dell’UCEI in anni cruciali

di Redazione
Renzo Gattegna è mancato oggi a Roma dove era nato nel 1939. Avvocato, era stato Presidente dell’UCEI, Unione delle comunità ebraiche italiane, per un decennio, dal 2006 al 2016, dopo essere stato per quattro anni Consigliere dell’istituzione  e per molti anni  Consigliere della Comunità ebraica di Roma.

Anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, profondamente colpito dalla scomparsa dell’avvocato Renzo Gattegna, ha inviato alla famiglia un messaggio di cordoglio nel quale ricorda “l’impegno profuso con intelligenza, garbo ed equilibrio durante i lunghi anni vissuti alla guida dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane”.

Era stato eletto alla Presidenza il 16 luglio 2006 e il suo mandato si è caratterizzato per il sostegno del principio di laicità dello Stato, per l’eguaglianza delle minoranze, per il dialogo e per l’impegno a combattere l’estremismo e a valorizzare la partecipazione attiva degli ebrei alla vita sociale, politica e culturale delle società nazionali. Ha voluto sempre coinvolgere, nelle istituzioni ebraiche, i giovani.

Ha fatto parte dei Consigli di amministrazione del MEIS, Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano di Ferrara,  della Fondazione Museo della Shoah di Roma e, come Presidente UCEI, del consiglio della Fondazione per i Beni Culturali Ebraici in Italia.

A maggio del 2016, per favorire “un avvicendamento nella continuità e anteponendo così il bene dell’Unione e dell’ebraismo italiano a qualsiasi altra considerazione”, non ha presentato la propria candidatura. A luglio dello stesso anno, in seguito alle elezioni del nuovo consiglio UCEI, Noemi Di Segni è diventata la nuova Presidente. Questo il suo ricordo: “Si è spento poche ore fa Renzo Gattegna, già presidente dell’UCEI. Il suo ultimo respiro e sguardo è stato quello di sempre – quello di chi ha guidato le comunità ebraiche italiane con rettitudine, professionalità e infinita dedizione, con visione e determinazione per far conoscere l’immensità del nostro popolo e delle nostre tradizioni, per essere in ogni momento e luogo di esempio agli altri. Un esempio di come si è profondamente ebrei nella vita istituzionale, relazionale, professionale e familiare.

Appena poche ore e ci sentiamo soli e frastornati cercando di mettere assieme infiniti ricordi e momenti che hanno visto Renzo sempre presente con garbo, saggezza, eleganza, interesse all’altrui pensiero, desideroso di affermare verità e giustizia. A Ilana la moglie, ai suoi figli Roberto e Daniel, alle nuore, alle nipoti e al nipotino il nostro immenso abbraccio, partecipi dell’infinita perdita e dolore”.

Il Presidente della Comunità ebraica di Milano Milo Hasbani e tutto il Consiglio partecipano al lutto della famiglia e di tutto l’ebraismo italiano, ricordando le grandi qualità morali e di leadership di Renzo Gattegna.

 

Barùkh Dayàn Haemèt
L’Assemblea dei Rabbini d’Italia è vicina al dolore dei familiari e partecipa al compianto di tutta l’Italia ebraica nel ricordo di Renzo Gattegna z.l., per molti anni Presidente dell’Ucei. Figura di grande levatura morale, distintosi anche sul piano professionale con una lusinghiera attività forense, mise sempre le sue esperienze e capacità al servizio delle istituzioni ebraiche; operando con il massimo impegno, con azione incisiva, con sensibilità e attenzione verso gli interlocutori e con una chiara visione dei problemi da affrontare seppe raccogliere stima e fiducia anche di settori diversi, contribuendo a rafforzare le istituzioni ebraiche in Italia che rappresentò anche all’esterno con grande efficacia.
Yehì Zikrò baruch. Il suo ricordo sia di benedizione.
Menu