Sarkozy al Memoriale della Shoah

Mondo

Il Memoriale di Parigi che ha sede nel Marais, nel IV Arrondissement, è stato inaugurato nel 2005 e ospita la documentazione della storia degli ebrei di Francia dal 4° secolo fino al periodo della deportazione.
La visita di Sarkozy ha coinciso con il 65° anniversario della razzia del Vel d’Hiv del 16 luglio del 1942, quando 13000 ebrei della regione di Parigi vennero ammassati dal governo collaborazionista di Vichy nel Velodromo d’Inverno per essere poi deportati nei lager tedeschi e polacchi. Le vittime francesi delle deportazioni furono 76 000.

Sarkozy che era accompagnato da Simone Veil, già presidente del Parlamento Europeo, dal cacciatore di nazisti Serge Klarsfeld e da Eric de Rotschild, presidente del Memoriale, nel suo omaggio alle vittime ha detto che “non possiamo e non dobbiamo dimenticare” e ha ricordato che il suo predecessore, Chirac, è stato il primo presidente a riconoscere ufficialmente nel 1995 la responsabilità della Francia nella deportazione degli ebrei.
Alla visita di Sarkozy, che è stato apprezzata dai media, è seguita la cerimonia ufficiale di commemorazione del Vel d’Hiv presieduta dal primo ministro Francois Fillon.

Menu