Beniamin Netanyahu e il primo ministro della Romania

Romania e Honduras promettono di spostare le ambasciate a Gerusalemme

Mondo

di Paolo Castellano
Domenica 24 marzo a Washington, dal scenografico palco dell’AIPAC (convention annuale dei gruppi americani pro-Israele) sono stati annunciati due importanti progetti diplomatici da parte dei leader politici della Romania e dell’Honduras. Viorica Dăncilă, primo ministro della Romania, ha infatti dichiarato che sta valutando di spostare l’ambasciata a Gerusalemme. Anche Juan Orlando Hernández, presidente dell’Honduras, ha espresso simile intento. Egli ha aggiunto però che prima del trasferimento definitivo, il suo paese aprirà una missione diplomatica in Israele.

Come riporta Algemeiner, i due rappresentanti di stato hanno inoltre espresso  ammirazione per la coraggiosa mossa del presidente americano Donald Trump che l’anno scorso ha riconosciuto Gerusalemme come legittima capitale dello Stato ebraico.

Ricordiamo che oltre agli Stati Uniti anche Paraguay e Guatemala hanno inaugurato le loro sedi diplomatiche nella capitale israeliana. Secondo diverse dichiarazioni di Jair Bolsonaro, il Brasile potrebbe spostare a breve la propria ambasciata.

La decisione della Romania

Viorica Dăncilă ha fatto i complimenti all’amministrazione Trump per i rapporti con lo Stato ebraico: «Come ben sappiamo, il presidente Donald Trump ha inaugurato l’ambasciata degli Stati Uniti a Gerusalemme. Questo è un lodevole e coraggioso passo in avanti che ha impressionato me, il mio governo e il popolo romeno».

Il primo ministro ha poi detto che la Romania vorrebbe spostare la propria ambasciata a Gerusalemme. Sarebbe una storica decisione a livello europeo.

«Il trasferimento dell’ambasciata americana è significativo e dimostra la base comune di valori e interessi che legano il popolo americano a quello israeliano. Questa iniziativa ha provocato, a livello internazionale, un processo di riflessione», ha dichiarato Viorica Dăncilă.

Non si è capito bene se la Romania abbia già deciso di spostare l’ambasciata a Gerusalemme: «Il governo romeno ha iniziato a valutare l’opportunità di trasferire l’ambasciata nella capitale israeliana. Tuttavia, sono felice di annunciare oggi, difronte al pubblico dell’AIPAC, che dopo il termine delle nostre analisi con gli attori del processo costituzionale e nel pieno consenso, io, come primo ministro della Romania, e il governo che guido, sposteremo l’ambasciata a Gerusalemme – la capitale dello stato di Israele».

In Honduras via libera a una missione diplomatica

Il presidente dell’Honduras ha invece comunicato agli astanti di aver aperto le manovre diplomatiche per inaugurare un’ambasciata israeliana a Tegucigalpa: «Qui, oggi all’AIPAC, voglio annunciare il primo importante passo: l’Honduras darà immediatamente avvio a una missione diplomatica ufficiale a Gerusalemme e questa sarà estesa alla nostra ambasciata nella capitale di Israele – Gerusalemme».

@castelpao

Menu