Marsiglia, accoltellato un insegnante della scuola ebraica

Mondo

di Ilaria Ester Ramazzotti

marsigliaMARSIGLIA – Prima insultato e poi accoltellato, è stato aggredito mercoledì sera da tre uomini un insegnante di una scuola ebraica di Marsiglia. La vittima non è in pericolo di vita.

Il professore portava la kippà e camminava lungo la strada, dopo essere uscito dal centro comunitario Yavnè, nella tredicesima circoscrizione della città francese, quando è stato avvicinato da tre individui a bordo di due scooter che lo hanno pesantemente schernito con insulti di stampo antisemita e poi ferito a coltellate.

Il locale procuratore Brice Robin ha detto alla stampa che uno degli aggressori indossava “una maglietta dello Stato islamico mentre un altro ha mostrato una foto di Mohamed Merah”,  il franco-algerino identificato come il responsabile degli attenti di Tolosa del 2012.

I tre individui – ha spiegato il procuratore – hanno insultato, poi minacciato, infine pugnalato la loro vittima al braccio e alla gamba. All’arrivo di una macchina, che ha interrotto la loro aggressione, hanno preso la fuga». Scappando, avrebbero inneggiato all’Isis.

L’insegnante accoltellato, un docente di Storia, è stato ricoverato in condizioni non gravi. La polizia francese, riferisce la stampa, ha aperto le indagini impegnando un gran numero di uomini e mezzi per identificare e trovare i tre assalitori.

Menu