Macellazione rituale kasher

I Rabbini europei: “l’Ue vuole rendere illegale la macellazione rituale kasher”

Mondo

di Nathan Greppi
Il Presidente della Conferenza dei Rabbini Europei, Rav Pinchas Goldschmidt, ha rilasciato lunedì 22 giugno una dichiarazione in cui ha avvertito che la Corte di Giustizia Europea sta pensando di rendere illegale la Shechità, la macellazione rituale della carne kasher, adottando in tutto il continente una legge già approvata in Belgio nel gennaio 2019. “La shechita è una pratica religiosa vitale per la fede ebraica,” ha dichiarato Rav Goldschmidt, “senza la quale agli ebrei verrebbe tolta la possibilità di mangiare carne.” (Nella foto una macelleria kasher a Budapest)

Come riporta Algemeiner, Goldschmidt ha spiegato che la richiesta di carne kasher in Europa è tale da non potersi basare esclusivamente sulle importazioni da paesi extraeuropei, e ciò si è rivelato vero soprattutto nel periodo della pandemia. “L’esperienza di Pesach è stata un duro promemoria che le comunità ebraiche non possono fare affidamento solo sulla distribuzione internazionale.” Se in Belgio il divieto dovesse proseguire, “il messaggio sarebbe chiaro: gli ebrei non sono i benvenuti.”

Il 1 gennaio 2019 il regolamento contro la macellazione rituale kasher e halal venne approvata nella regione delle Fiandre, e a settembre dello stesso anno anche nella Vallonia. Prima di allora, la capitale delle Fiandre Anversa forniva di carne kasher numerose comunità di tutto il continente. E il divieto è rimasto nonostante l’attuale Primo Ministro belga, Sophie Wilmes, sia la prima ebrea a ricoprire tale incarico.

Menu