Da sinistra, Liliana Segre, Sergio Mattarella e Roberto Jarach

Mattarella su Liliana Segre: “Solidarietà contrasti l’odio”. Tante le iniziative di sostegno alla senatrice sopravvissuta alla Shoah

Italia

di Redazione
“La solidarietà, la convivenza, il senso di responsabilità devono contrastare l’intolleranza, l’odio, la contrapposizione”. Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in riferimento alla scorta data a Liliana Segre, intervenendo all’inaugurazione dell’anno accademico dell’università Campus Biomedico. La contrapposizione tra “solidarietà” da una parte e “intolleranza, odio e contrapposizione” non è “una alternativa retorica – ha aggiunto il Capo dello Stato – quando una bimba di colore non viene fatta sedere sull’autobus o quando una donna come Liliana Segre ha bisogno di una scorta, si capisce che questi non sono interrogativi astratti o retorici”.

Iniziative ed eventi di solidarietà a Liliana Segre

Intanto si moltiplicano sul web le dichiarazioni di solidarietà nei confronti di Liliana Segre. Venerdì 8 novembre alle ore 16.30 un gruppo di milanesi ha organizzato un evento di solidarietà davanti alla Sinagoga di via Guastalla. Mentre sempre a Milano è previsto per lunedì 11 alle ore 18.30 un incontro intitolato ‘Milano non odia: insieme per Liliana!’ organizzato da diverse realtà (Bella Ciao Milano, Anpi, Aned, Acli, Arci, PD Milano Metropolitana e Verdi) davanti al Memoriale della Shoah (Piazza E. Safra 1).

 

E poi c’è l’iniziativa lanciata da Luca Bottura su la Repubblica: un braccialetto di silicone, con su scritto #ioscortoliliana, che sta facendo realizzare lui stesso. “Una cosa che vedano tutti. Che ci possa far rintracciare tra simili e faccia pensare, o incazzare, chi non prova lo stesso trasporto per una causa di civiltà. Ne farò produrre mille. Per ora. Uno me lo tengo, gli altri li sto piazzando con un crowdfunding“, scrive il giornalista sul quotidiano. Detratte le spese, ogni centesimo in più andrà al Museo della Resistenza di Roma.

Da segnalare anche che dopo il rifiuto del Comune di Pescara di dare la cittadinanza onoraria alla Segre – “Mancano i presupposti per dare la cittadinanza onoraria – oggi Spoltore, centro contiguo che farà parte della Grande Pescara con Montesilvano, risponde direttamente ‘‘pronti a conferire la cittadinanza onoraria a Liliana Segre. Sta accadendo qualcosa di inquietante e vergognoso in Italia” sottolinea con preoccupazione il sindaco Luciano Di Lorito.

Menu