Il luogo dell'attentato a Gerusalemme

Israele, tre attacchi in 12 ore. Hamas: “È la risposta al piano di Trump”

Israele

di Redazione
Tre attacchi terroristici hanno macchiato di sangue la mattina di giovedì 6 febbraio a Gerusalemme, come riporta il Times of Israel.
Almeno 12 soldati sono stati feriti, tra cui uno gravemente, in un sospetto attacco terroristico a Gerusalemme, giovedì mattina presto, secondo quanto riferito dalla polizia e dai medici.

Poche ore dopo un soldato israeliano è rimasto leggermente ferito da un uomo che gli ha sparato contro, fuori dal Monte del Tempio, tra la Porta del Re Faisal, nota anche come Porta delle Tenebre, e la Porta dei Leoni.

È del primissimo pomeriggio, poi, la notizia di un terzo attacco armato, questa volta in Cisgiordania, vicino all’insediamento di Dolev: stando alle prime notizie, è rimasto ferito un israeliano.

Un’auto contro i soldati

L’attentato è avvenuto poco prima delle 2 del mattino in David Remez Street a Gerusalemme, vicino alla First Station, un famoso centro di intrattenimento. Un’inchiesta iniziale sull’attacco ha scoperto che i soldati erano in piedi sul marciapiede vicino alla stazione quando un’auto li ha speronati all’improvviso ad alta velocità. Il veicolo è quindi fuggito rapidamente, scatenando una caccia all’uomo su larga scala da parte delle forze di sicurezza israeliane. Non sembra che i soldati siano stati in grado di sparare all’autista durante o dopo l’attacco.

L’auto è stata successivamente trovata abbandonata nella città di Beit Jala, fuori Betlemme, ma l’autista è rimasto in libertà, ha detto la polizia.

Il portavoce dell’IDF Hidai Zilberman ha detto che le truppe erano membri della Brigata Golani che erano alla Prima Stazione durante un “tour del patrimonio” in vista di una cerimonia di giuramento al mattino presto presso il Muro Occidentale.

I medici di Magen David Adom hanno affermato che uno dei feriti “era in gravi condizioni, incosciente e con un grave trauma”. Un secondo soldato è stato moderatamente ferito agli arti. Il resto è stato leggermente ferito e portato negli ospedali della capitale.

“Quando siamo arrivati ​​sulla scena abbiamo visto il caos; tre giovani giacevano sul marciapiede e ne erano riuniti altri nove che erano stati feriti ”, ha detto il medico Oz Pollak.

Il secondo attacco: ferito un soldato

Un ufficiale di polizia di frontiera è stato leggermente ferito in un attacco armato nella Città Vecchia di Gerusalemme, ha detto la polizia, in una crescente tensione nella capitale e in Cisgiordania. L’aggressore è stato colpito da altri agenti sulla scena.

L’incidente è avvenuto fuori dal Monte del Tempio, tra la Porta del Re Faisal, nota anche come Porta delle Tenebre, e la Porta dei Leoni, hanno detto funzionari israeliani.

“Un aggressore si è avvicinato agli ufficiali di stanza vicino alla Porta dei Leoni e ha aperto il fuoco contro di loro”, ha detto la polizia. “Altri ufficiali hanno risposto rapidamente, sparando contro l’aggressore e neutralizzandolo”.

L’attacco è arrivato poche ore dopo l’attacco in cui 12 soldati sono rimasti feriti, uno dei quali gravemente, e in seguito a significativi scontri a Jenin durante la demolizione della casa di un terrorista nella città della Cisgiordania.

Tensioni in crescita dopo il piano di pace di Trump

L’incidente arriva in un aumento delle tensioni a seguito del rilascio del piano del presidente USA Donald Trump per risolvere il conflitto israelo-palestinese. L’IDF ha avuto un elevato stato di allerta.

Mercoledì il gruppo terroristico di Hamas ha invitato i palestinesi a intensificare gli scontri con Israele dopo che le forze di sicurezza israeliane hanno ucciso un adolescente palestinese, che l’IDF ha lanciato un cocktail Molotov alle truppe durante gli scontri nella città di Hebron in Cisgiordania.

“Chiediamo di intensificare gli scontri con l’occupazione e i suoi coloni e combattere i loro assalti contro la terra e i luoghi santi, in particolare la beata moschea di Al-Aqsa”, ha detto Hamas in una dichiarazione pubblicata sul suo sito ufficiale, riferendosi al nome che i palestinesi usano per fare riferimento al Monte del Tempio nella Città Vecchia di Gerusalemme.

Hamas, che governa la Striscia di Gaza, ha spesso incoraggiato i palestinesi in Cisgiordania a scontrarsi con le forze di sicurezza e i coloni israeliani. Il ministero della Sanità dell’Autorità palestinese ha identificato l’adolescente come il diciassettenne Mohammed al-Haddad e ha detto che gli hanno sparato nel cuore.

Secondo l’IDF, al-Haddad ha lanciato una bomba infuocata contro i soldati all’ingresso di Shuhada Street nella città flashpoint nella Cisgiordania meridionale.

Piccoli scontri tra giovani palestinesi e forze di sicurezza israeliane si sono verificati in modo intermittente in alcune località della Cisgiordania dalla pubblicazione del piano di Trump.

Il piano di pace

Il piano prevede la creazione di uno stato palestinese in circa il 70 percento della Cisgiordania, una piccola manciata di quartieri a Gerusalemme est, la maggior parte di Gaza e alcune aree del sud di Israele – se i palestinesi riconoscono Israele come un Stato ebraico, disarmare Hamas e altri gruppi terroristici nella Striscia di Gaza. Inoltre, consente a Israele di annettere insediamenti, concede la sovranità dello stato ebraico sulla valle del Giordano e scavalca il controllo di sicurezza a ovest del fiume Giordano e impedisce ai rifugiati palestinesi di stabilirsi in Israele. Sia l’AP che Hamas hanno respinto con veemenza l’iniziativa, con il presidente dell’AP Mahmoud Abbas che l’ha definita “lo schiaffo del secolo”.

 

Menu