Eurovision 2020. Una cantante di origini etiopi per Israele

di Paolo Castellano
Israeliana, origini etiopi, magnifica voce. Questo il breve identikit di Eden Alene, cantante di appena 19 anni, che rappresenterà Israele al prossimo Eurovision Song Contest. Quest’anno l’edizione del festival musicale europeo si svolgerà in Olanda, a Rotterdam, dal 12 al 16 maggio. Eden si è guadagnata l’accesso all’Eurovision dopo aver vinto il 4 febbraio il talent musicale La prossima stella all’Eurovision (HaKokhav HaBa L’Eurovizion).

Come riporta Israel21c, l’artista israeliana vive a Gerusalemme ed è la prima cantante etiope a esibirsi al prestigioso concorso europeo. Eden ha conquistato i cuori degli spettatori israeliani e della giuria del talent con la sua magnifica interpretazione di Halo della pop-star americana Beyoncé. «È un incredibile onore rappresentare il mio paese», ha dichiarato Eden dopo la vittoria. «È sorprendente che un’etiope lo faccia per la prima volta».

Le doti di Eden sono oggettive. Il suo talento è maturato grazie ai due anni di militanza canora all’interno dello YMCA Jerusalem Youth Chorus: gruppo di coristi che esegue in prevalenza canti in lingua araba ed ebraica e che si esibisce in tutto il mondo. Nel 2018 ha partecipato al programma tv X-Factor. Dopo aver superato la fase degli Home Visit, la cantante israeliana ha eseguito brani dal vivo nelle puntate successive. Giunta in finale, è stata proclamata vincitrice del talent show.

Eden ha già pubblicato diversi singoli, tra cui una cover di Save Your Kisses for Me dei Brotherhood of Man, una pop-band inglese che nel 1976 raggiunse la massima popolarità vincendo l’Eurovision Song Contest. La musicista di origini etiopi ha inoltre lavorato nel cast israeliano del musical Little Shop of Horrors. Ora fa parte dell’esercito israeliano come membro del coro IDF.

Non si sa ancora quale canzone verrà presentata a Rotterdam. Sarà infatti decisa nelle prossime settimane attraverso un altro concorso TV.

Menu