AGENDA DELLA MEMORIA 2021

Eventi

di Redazione
Pubblichiamo le principali iniziative, continuamente aggiornate, che si svolgono online, a Milano e in altre città in occasione del Giorno della memoria 2021.

 

DAL 16 GENNAIO

In edicola con Il Sole 24 Ore il libro-testimonianza di Salo Muller, “A stasera e fai il bravo”.

Nel libro Muller racconta la sua storia e come si salvò dai rastrellamenti nazisti che l’avrebbero dovuto portare ad Auschwitz. Il libro edito dal Sole 24 Ore è la prima edizione italiana dell’edizione originale olandese, in edicola da sabato 16 gennaio.

 

DOMENICA 17 GENNAIO

Ore 17. Incontro online dedicato a ‘La cinematografia dell’Olocausto’, organizzato dall’Assessorato alla cultura della Comunità ebraica di Milano in collaborazione con il CDEC. L’evento è a cura di Mino Chamla, Marcello Pezzetti e Sabina Fedeli.

https://us02web.zoom.us/j/83874612960?pwd=VmlBMVN2N3Ezb0hXSit1TzhEWkxJdz09

Meeting ID: 838 7461 2960

Passcode: 3tAEuW

LUNEDI’ 18 GENNAIO

 Ciclo su Storia e Memoria – incontri in streaming

Come evento finale dell’iniziativa Storia e Memoria, iniziata a gennaio 2020 con il seminario “Storia e memoria. Valori e narrazioni a 75 anni dalla nascita della democrazia italiana”, la Fondazione CDEC, in collaborazione con la Fondazione Corriere della Sera e la Fondazione Memoria della Deportazione, propongono un ciclo di tre incontri online che approfondiscono diversi aspetti legati ai temi di Storia e Memoria.

Ore:18: LA TERAPIA DELL’OBLIO CONTRO GLI ECCESSI DELLA MEMORIA?
saluti introduttivi: Piergaetano Marchetti
intervengono: Marino Livolsi, Paolo Mieli
modera: Gadi Luzzatto Voghera

Gli incontri si terranno in diretta streaming sulla pagina facebook del Corriere della Sera e saranno ricondivisi sulla pagina facebook della Fondazione CDEC.

—-

Ore 18.30. Presentazione del libro di Emanuele Fiano ‘Il profumo di mio padre. L’eredità di un figlio della Shoah’ (ediz. Piemme)
Partecipano, oltre all’onorevole Emanuele Fiano, la senatrice Liliana Segre, Pierluigi Battista e Maurizio Molinari.

Diretta sulla pagina Facebook dell’Associazione Figli della Shoah 

MERCOLEDì 20 GENNAIO

Ore 18: 2° incontro online del ciclo Storia e memoria.
CATTIVA MEMORIA. PERCHÉ È DIFFICILE FARE I CONTI CON LA STORIA?
saluti introduttivi: Floriana Maris
intervengono: David Bidussa, Marcello Flores
modera: Gadi Luzzatto Voghera

Gli incontri si terranno in diretta streaming sulla pagina facebook del Corriere della Sera e saranno ricondivisi sulla pagina facebook della Fondazione CDEC.

GIOVEDì 21 GENNAIO

Inaugurazione della mostra “SEGRETE Tracce di Memoria – Alleanza di artisti in memoria della Shoah”, che si svolgerà a Genova, e in streaming online, il 21 gennaio prossimo alle 17:00. 

Tra le altre, sarà in mostra l’opera di videoarte dell’artista Aqua Aura, nome d’arte di Raffaele Piseddu.

L’opera, dal titolo “MIllenial Tears, è dedicata alla memoria del popolo ebraico e alle comunità ebraiche più in generale.

L’inaugurazione della mostra potrà essere seguita in streaming sul sito Facebook di Segrete Tracce DI Memoria – Artisti alleati in memoria della Shoah o sul canale youtube di Art Commission Events.

Un breve spezzone della videoinstallazione, ripreso in occasione del primo allestimento a Reggio Emilia nel dicembre 2017, è disponibile sul canale Vimeo in https://vimeo.com/270116352.

Altre informazioni si possono trovare sul sito di Aqua Aura, www.aquaaura.it

 

VENERDI’ 22 GENNAIO

Ore 18: LE POLITICHE DELLA MEMORIA E IL RITORNO DELLE DESTRE XENOFOBE
saluti introduttivi: Giorgio Sacerdoti
intervengono: Marco Bertoli, Valentina Pisanty
modera: Gadi Luzzatto Voghera

Gli incontri si terranno in diretta streaming sulla pagina facebook del Corriere della Sera e saranno ricondivisi sulla pagina facebook della Fondazione CDEC.

 

DOMENICA 24 GENNAIO

Ore 11.00. “Memorie di Famiglia.I giovani tramandano le storie dei nonni”

evento organizzato dall’Istituto Pitigliani di Roma

Tra i racconti quelli di Nedo Fiano, Bruna Cases e Giordano D’Urbino

L’evento sarà trasmesso sulla pagina Facebook del Centro Pitigliani

 

————

Ore 17. Conferenza online su ‘Il negazionismo’ organizzata dall’Assessorato alla cultura ebraica di Milano. Domenica 24 gennaio alle ore 17.00, a cura di Claudio Vercelli.

https://us02web.zoom.us/j/85488096911?pwd=SGpobjk4MERRQlJPMFRuTU1RWGpvQT09

Meeting ID: 854 8809 6911

Passcode: 6NAYbi

 

LUNEDI’ 25 GENNAIO

PARLARE DI ANNE FRANK OGGI
Webinar 25 gennaio 2021 16.30 – 18.00

La storia di Anne Frank è uno dei temi tra i più utilizzati in campo educativo per far conoscere la Shoah alle nuove generazioni. La sua figura e il suo Diario hanno fatto crescere bambini e ragazzi nella coscienza dell’importanza di ricordare l’Olocausto nell’Europa contemporanea e assumere un impegno morale e civile per dire “mai più”. Oggi, da un lato si assiste a un indebolimento della memoria e al rischio di distorcerla, specie sul web; d’altro canto, però, si diffondono anche nuovi modi di raccontare la storia della deportazione, che possono essere oggetto di riflessione e di nuovi percorsi educativi e didattici.

Il webinar online, rivolto a insegnanti, educatori e operatori della comunicazione, intende esplorare le possibilità di narrare Anne Frank attraverso una sensibilità attenta alla vita reale degli adolescenti nel mondo attuale.

Durante il webinar verranno presentati video e prodotti multimediali sul Diario di Anne Frank.

Interventi:
Milena Santerini, Università Cattolica del S.Cuore, Narrare Anne Frank oggi

Daniela Dana Tedeschi, Associazione Figli della Shoah, Educare ai diritti umani attraverso il Diario

Talia Bidussa, Memoriale della Shoah di Milano Visita virtuale alla Anne Frank House

Livia Cadei, Università Cattolica del S.Cuore, Brescia, L’alloggio segreto e la narrazione che educa

Mattia Lamberti, Università Cattolica del S. Cuore Percorsi didattici su Anne Frank.

In collaborazione con

Memoriale della Shoah di Milano e Associazione Figli della Shoah Per iscriversi: verrà inviato il link per l’iscrizione gratuita Informazioni: relazioni.interculturali@unicatt.it

 

MERCOLEDI’ 27 GENNAIO 2021

Dalle ore 9 alle 17: seminario ‘Le diverse forme della Memoria Un percorso multidisciplinare tra diritto, storia, attualità, psicologia e arte’

L’evento si terrà sulla piattaforma Zoom
H 9.00 Saluti istituzionali Elio Franzini, Rettore dell’Università degli Studi di Milano Milena Santerini, Coordinatrice nazionale per la lotta contro l’antisemitismo Lorenzo Lipparini, Assessore a Partecipazione, Cittadinanza Attiva e Open Data, Comune di Milano Vito Velluzzi, Presidente del Comitato di Direzione della Facoltà di Giurisprudenza, Università degli Studi di Milano Chiara Amalfitano, Direttore del Dipartimento di Diritto Pubblico Italiano e Sovranazionale, Università degli Studi di Milano
H 9.30 Tra Diritto e Memoria: la prospettiva dei giuristi Giulio Enea Vigevani, Professore Ordinario di Diritto costituzionale, Università degli Studi di Miano-Bicocca Alessandra Galluccio, Assegnista di ricerca di Diritto penale, Università degli Studi di Milano Anna Mastromarino, Professoressa Associata in Diritto pubblico comparato, Università degli Studi di Torino

H 10.30 La Storia come Memoria David Bidussa, Storico sociale delle idee, Consulente editoriale di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli Gadi Luzzatto Voghera, Direttore della Fondazione CDEC

H 11.10 Forme e definizioni del nuovo antisemitismo Betti Guetta, Responsabile dell’Osservatorio antisemitismo della Fondazione CDEC Silvia Brena, Giornalista e co-fondatrice di Vox – Osservatorio italiano sui diritti

H 11.50 Dibattito e Conclusioni della sessione Nando Dalla Chiesa, Professore Ordinario di Sociologia della criminalità organizzata, Università degli Studi di Milano Coordina: Marilisa D’Amico, Professoressa Ordinaria di Diritto costituzionale, Prorettrice alla Legalità, Trasparenza e Parità di Diritti, Università degli Studi di Milano Sessione mattutina H 13.00 Pausa
H 14.30 La Memoria sotto una prospettiva psicologica David Meghnagi, Prof. Senior dell’Università degli Studi RomaTre e Ordinario Società Psicoanalitica Italiana (SPI) Anna Segre, Medico Psicoterapeuta e Scrittrice
 H 15.10 Forme artistiche e culturali di Memoria Ruggero Gabbai, Regista e Fotografo, Forma International Barbara Nahmad, Pittrice e Docente presso l’Accademia di Belle Arti di Brera Daniel Vogelmann, Fondatore della Casa Editrice Giuntina

Ore 17: Una vita per la Memoria. In ricordo di Nedo Fiano
Elio Franzini, Rettore dell’Università degli Studi di Milano Emanuele Fiano, Deputato della Repubblica italiana Lamberto Bertolé, Presidente del Consiglio comunale di Milano, Nannerel Fiano, Costituzionalista


 

Ore 11. Walter Veltroni intervista Sami Modiano.
In occasione della presentazione del suo libro ‘Tana libera tutti. Sami Modiano, il bambino che tpornò da Auschwitz’.

 

La diretta sarà su ilsole24ore.com/giornodellamemoria

——–

 

Negazionismo dell’Olocausto: Gli Eichmann di carta – conferenza online

Wikimedia Italia per il 3° anno consecutivo insieme ai volontari della comunità di Wikipedia in italiano ricorderà le vittime dell’Olocausto organizzando un editathon e una conferenza online per approfondire un tema che riguarda la negazione di quell’Olocausto, il tema sarà: Negazionismo dell’Olocausto: gli Eichmann di carta , che riprende la definizione di uno dei massimi storici della Shoah, ovvero lo storico francese Pierre Vidal-Naquet, che nel suo saggio Les assassins de la mémoire: un Eichmann de papier et autres essais sur le revisionnisme, identificando come “assassini della Memoria” coloro i quali negano l’Olocausto, conclude che “nella società dello spettacolo e dell’immagine un tentativo di sterminio su carta si sostituisce allo sterminio reale”. Attraverso un editathon online, ovvero “una maratona di voci” attuata da diversi wikipediani italiani, verranno create, ampliate e corrette voci di Wikipedia che hanno attinenza con l’Olocausto e con la sua negazione.

Oltre l’editatathon nella conferenza che seguirà nella serata del 27 gennaio, sarà presentato un progetto nato dalla volontà di alcuni wikipediani di dare una risposta articolata a coloro che negano l’Olocausto. Il progetto è sviluppato con un approccio e una prospettiva singolare: dimostrare che furono proprio importanti nazisti e SS ad ammettere ciò che i negazionisti negano, ovvero: 1) Che a partire dal 1941 ci fu un piano nazista organizzato e preciso per l’eliminazione fisica di tutti gli Ebrei d’Europa, 2) Che il numero degli ebrei eliminati fu di almeno 6 milioni e 3 ) Che per quelle uccisioni furono usati due principali modi: le camere a gas dei campi di sterminio e di alcuni campi di concentramento, e la fucilazione (conosciuta anche come “l’Olocausto dei proiettili”) usata regolarmente da squadre speciali naziste, le  Einsatzgruppen, nei paesi dell’Est che uccisero consapevolmente una parte considerevole di quei 6.000.000 di ebrei con esecuzioni di massa  usando come luoghi di sepoltura e occultamento immense fosse comuni.

La ricerca non esamina unicamente i 13 processi che si tennero a Norimberga, ma tutti i processi che negli anni si sono susseguiti per condannare i responsabili di crimini nei campi di Auschwitz, Belzec, Treblinka, Sobibor, Chelmno, Majdanek, Dachau, Ravensbrück, Mauthausen e diversi altri, esaminando anche i diversi processi celebrati nei paesi dell’ex Unione Sovietica. Oltre alle deposizioni rilasciate dai nazisti ai processi, abbiano esaminato e raccolto: annotazioni nei diari di importanti nazisti (come quello di Joseph Goebbels e di Hans Frank), discorsi  (come quelli di Heinrich Himmler a Posen), dichiarazioni (come quelle di Alfred Rosenberg) e infine anche la corrispondenza di alcuni nazisti che partecipavano allo sterminio indirizzata ai propri congiunti. Il tema del progetto è infatti Per bocca degli esecutori: i nazisti ai processi ammettono sterminio e camere a gas.

Il progetto ha finora portato alla luce 70 diverse deposizioni e testimonianze, alla fine della ricerca ipotizziamo  che il numero di questi “imputati che confessarono” e le deposizioni di nazisti non accusati invece di nessun crimine si aggirerà sui 150 personaggi con probabili 200 diversi interrogatori. A progetto concluso realizzeremo un “wikibook” che nascerà come progetto Wikimedia/Wikipedia e come per tutto il materiale della nostra enciclopedia e di progetti satelliti, sarà “libero”.

———-

Ore 13.15: RAI Storia

In occasione del Giorno della Memoria, la puntata del 27 gennaio 2021 del programma di Rai Storia “Passato e Presente” sarà interamente dedicata alla Fondazione CDEC.
La puntata, intitolata “Shoah: deportati, salvati e resistenti” sarà incentrata sulle ricerche storiche della nostra Fondazione e il suo ruolo nella storiografia della Shoah e presenterà al pubblico diversi materiali dell’archivio del CDEC.

L’attenzione rivolta alla storia della Shoah e alle politiche antisemite del fascismo appare oggi come un elemento indiscusso, radicato nella comunità scientifica e nella società. Ma non è sempre stato così: a partire dalla fine della Seconda guerra mondiale, il percorso che ha portato a un grado di conoscenza approfondito sugli avvenimenti del 1938-45 è stato segnato da lunghi silenzi e da enormi sforzi compiuti per illuminare gli angoli più bui della nostra storia. Un percorso ricostruito dalla professoressa Liliana Picciotto – Storica della Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea di Milano – e da Paolo Mieli a “Passato e Presente” in onda mercoledì 27 gennaio alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia.

Le leggi razziali, il ruolo dei fascisti nella deportazione e morte degli ebrei italiani, le iniziative per il salvataggio degli ebrei, il ruolo degli ebrei nella resistenza sono alcuni dei “capitoli” della storia che gli studiosi hanno contribuito a ricostruire a partire dagli anni Sessanta del Novecento. E un ruolo determinante in questa impresa di ricostruzione storica è stato svolto dal Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea di Milano.

Rai Tre h 13,15
Replica su Rai Storia (canale 54) h 20,30

Ore 21.30: Concerto del conservatorio di Milano in diretta streaming (Sulla pagina Facebook del Conservatorio

Interventi di

Raffaello Vignali Presidente del Conservatorio di Milano

Cristina Frosini Direttore del Conservatorio di Milano
Rappresentanze di Regione Lombardia e Comune di Milano
Rav Alfonso Arbib Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Milano
Ennio Morricone (1928-2020)
Gli occhiali d’oro (1987)
Gam Gam da Jona che visse nella Balena (1993)
Perlasca, un eroe italiano (2002)
Senza destino (2005)
 
Verdi Jazz Orchestra
Pino Jodice direzione, trascrizioni e arrangiamenti
Organizzazione del Giorno della Memoria per il Conservatorio di Milano: a cura di Lydia Cevidalli e Nicoletta Mainardi

 

GIOVEDI’ 28 GENNAIO 2021

Dalle ore 10 in diretta streaming dal Centro Asteria di Milano

L’Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano in collaborazione con il Centro Asteria, presenta lo spettacolo teatrale: Il Memorioso. Breve guida a distanza alla memoria del bene.

Lo spettacolo teatrale, ispirato dai libri di Gabriele Nissim, interseca le storie dei Giusti del passato con quanto accade oggi.
Perché è necessario ricordare? A dieci anni esatti dal suo debutto, Il Memorioso vuole tenere acceso l’interrogativo per riflettere insieme alle nuove generazioni.
Interverranno:
Lamberto Bertolè, Presidente del Consiglio comunale di Milano
Suor Elisabetta Stocchi, Codirettrice del Centro Culturale Asteria
Gabriele Nissim, Presidente di Gariwo
L’onorevole Emanuele Fiano, figlio di Nedo Fiano, sopravvissuto al campo di concentramento di Auschwitz, recentemente scomparso
Anna Maria Samuelli, Responsabile della Commissione didattica di Gariwo
Pietro Kuciukian, Console onorario d’Armenia in Italia
La partecipazione è gratuita e rivolta a tutti gli studenti di ogni ordine e grado scolastico, che potranno intervenire con domande in diretta.
Lo spettacolo sarà fruibile esclusivamente in diretta streaming.
Menu