Una stele 
commemorativa per Gino Bartali

Italia

Il campione del mondo di ciclismo, Paolo Bettini, ha inaugurato una stele 
commemorativa per Gino Bartali nella piazza della stazione di Terontola, vicino ad Arezzo. Con questa iniziativa i promotori ricordano il tragitto che Bartali seguiva tra Firenze e l’Umbria tra il ’43 e ’44 come staffetta clandestina dell’organizzazione che salvò centinaia di ebrei dalla deportazione. L’opera, realizzata dall’artista Andrea Roggi, è stata scoperta anche alla presenza della moglie di Bartali, Adriana, e di uno dei figli, Andrea. L’iniziativa è stata voluta dalla Fondazione Gino Bartali onlus.

Menu