Ricette ebraiche. Fragole di marzapane

di Parvin Namdar

Nella tradizione dei dolci originari della Persia, il marzapane prende forme affascinanti e sapori unici. Tipici di questa terra sono Tut, che in lingua farsi significa “gelso” e che hanno proprio la forma delle dolci “more del gelso”. Si tratta di piccoli dolcetti preparati con marzapane aromatizzato all’acqua di rose e al cardamomo, e farciti successivamente con i pistacchi. La forma che si può dare a questo impasto è anche quella della fragola, e allora il pistacchio in scaglie viene usato per simularne le foglioline. Anche l’occhio, come sempre, vuole la sua parte!
(Questa ricetta persiana è tratta da Di casa in casa, sapori kasher dal mondo in Italia, edito dalla Women’s Division del Keren Hayesod. Per acquistare il libro: www.khitalia.org).

Preparazione
Mischiare le mandorle macinate con lo zucchero a velo. Aggiungere acqua di rose fino a quando si formerà un impasto morbido ma non troppo molle. Formare delle piccole fragole con l’impasto (ogni fragola deve essere grande quanto una nocciola). Passare le “fragoline” nello zucchero. Infilare una lamella di pistacchio in ogni “fragolina”. Conservarle in un recipiente chiuso altrimenti si seccano rapidamente.

Ingredienti
1/2 kg di mandorle sbucciate e macinate

250 g di zucchero a velo

1 bicchiere di acqua di rose

zucchero

lamelle di pistacchi

Menu