I profumi della Persia per la festa di Purim

di Joan Rundo

Nella tradizione ashkenazita, non è Purim senza hamantaschen, i dolcetti triangolari, solitamente farciti di semi di papavero, che richiamano il cappello di Haman.

Poiché la storia di Purim si svolse a Shushan,una città della Persia  antica, vi propongo una versione dei dolcetti profumati ai gusti di quella terra, con l’acqua di rose nell’impasto  e i pistacchi nella farcitura.

HAMANTASCHEN ALL’ACQUA DI ROSA E AI PISTACCHI

Ingredienti

150 gr burro
200 gr zucchero
1 uovo
1 cucchiaino estratto di vaniglia
1 cucchiaio acqua di rose
300 gr farina
1 pizzico di sale

Pasta di pistacchio

200 gr pistacchi (sgusciati, non salati)
85 gr zucchero a velo
1 ½ cucchiai di acqua di rose

Mantecate insieme il burro e lo zucchero fino ad ottenere una crema bianca. Aggiungete l’uovo, l’estratto di vaniglia e l’acqua di rose e mescolate ancora.

Aggiungete la farina e il sale alla crema di burro e zucchero in tre volte, fino ad ottenere un impasto.

Avvolgete la pasta in una pellicola per alimenti e mettetela in frigo per almeno 20 minuti.

Nel frattempo, preparate la pasta di pistacchio: macinate insieme i pistacchi e lo zucchero a velo. Aggiungete l’acqua di rose e mescolate bene.

Pre-riscaldate il forno a 180°C. Foderate la teglia da forno con carta da forno.

Tirate la pasta con un mattarello e ritagliate dei dischi del diametro di 5 cm.

Ponete un cucchiaino di pasta di pistacchio al centro di ogni disco e ripiegare i lati per formare un triangolo, lasciando visibile la farcitura.

Infornate per 12-15 minuti e lasciate raffreddare.

Hag sameach Purim!

Menu