Un libro in Yiddish che verrà digitalizzato

Al via la digitalizzazione di 120mila libri della Biblioteca d’Israele

Libri

di Redazione
Grazie a una collaborazione con Google, circa 120.000 libri della collezione della Biblioteca Nazionale di Israele andranno online. Il processo di digitalizzazione è già in corso e durerà circa due anni, data la sua complessità. I libri devono infatti essere spediti dalla biblioteca situata a Gerusalemme al centro di digitalizzazione di Google in Germania in contenitori che soddisfino severi requisiti di sicurezza e controllo del clima.

La raccolta include libri non protetti da copyright non ancora digitalizzati. Circa il 45 per cento dei testi è in ebraico, yiddish e ladino, il resto in lingue tra cui latino, inglese, tedesco, francese, arabo e russo. La collaborazione fa parte del progetto Google Libri, che comprende più di 40 milioni di libri di oltre 70 importanti biblioteche negli Stati Uniti, in oltre 400 lingue, fra cui l’ebraico.

«È un contributo significativo al nostro lavoro, che apre l’accesso digitale a tutti i libri pubblicati nei primi 450 anni di stampa ebraica», ha dichiarato Yaron Deutscher, capo dell’accesso digitale per la Biblioteca Nazionale di Israele.

Menu