Da sinistra Andra e Tati Bucci

Incontro con Andra e Tati Bucci il 23 ottobre a Lugano

Eventi

di Ilaria Ester Ramazzotti
Un incontro con Andra e Tati Bucci, le bambine sopravvissute ad Auschwitz-Birkenau e al dottor Mengele, si svolgerà mercoledì 23 ottobre 2019 all’Università della Svizzera Italiana a Lugano. L’evento è organizzato dalla Goren Monti Ferrari Foundation in collaborazione con il Corriere del Ticino e l’Università della Svizzera Italiana, con il patrocinio del Municipio di Lugano.

Il programma prevede differenti momenti di incontro e dibattito, nell’Aula Magna dell’Università in via Giuseppe Buffi 13: la prima testimonianza delle sorelle Bucci, in agenda la mattina, sarà moderata dalla giornalista Fiona Diwan, direttrice dei media della Comunità ebraica di Milano, e riservata a 450 studenti, mentre quella del pomeriggio, alle 18, sarà aperta al pubblico e moderata dal giornalista Carlo Silini.

Alle conferenze di Tatiana e Andra Bucci parteciperà anche Mario de Simone, loro cugino e fratello di Sergio de Simone, uno dei 20 bambini utilizzati come cavie per degli efferati esperimenti medici e barbaramente ucciso nella Scuola di Bullenhuser Damm il 20 aprile 1945.

Andra Bucci (Fiume, 1º luglio 1939) e Tatiana Bucci (Fiume, 19 settembre 1937), sono da tempo attive testimoni della Shoah italiana e autrici di memorie sulla loro esperienza ad Auschwitz. Probabilmente scambiate per gemelle appena arrivate nel lager nazista, furono tenute in vita per essere usate come cavie per gli sugli pseudo-esperimenti scientifici condotti dal dottor Mengele e ne sono fra i pochi sopravvissuti. Cruciali testimoni del funzionamento del campo di Auschwitz/Birkenau, il loro caso è oggetto di ampia discussione storiografica sia in Italia sia a livello internazionale.  

Sergio De Simone (Napoli, 29 novembre 1937 – Amburgo, 20 aprile 1945), deportato ad Auschwitz, fu uno dei 20 bambini selezionati come cavie umane per gli esperimenti sulla ricerca del vaccino per la tubercolosi compiuti dal dottor Kurt Heissmeyer nel campo di concentramento di Neuengamme presso Amburgo. Quando gli alleati erano ormai alle porte, tutti i 20 bambini e i loro accompagnatori vennero portati e uccisi nei sotteranei della scuola amburghese di Bullenhuser Damm.

Giovedì 24 ottobre alle ore 10, nella scuola media di Viganello a Lugano, si inaugurerà il “Giardino delle 20 Rose Bianche”, proprio in memoria dei bambini di Bullenhuser Damm.

La testimonianza delle sorelle Bucci è raccolta nel libro Noi, bambine ad Auschwitz (Mondadori, pp. 133, euro 17). La loro storia è anche al centro del libro per ragazzi La stella di Andra e Tati (De Agostini, pp. 142, euro 14,90) di Alessandra Viola e Rosalba Vitellaro.

(Foto: La Presse)

Menu