Un collage di una scuola per il concorso 'Adotta un Giusto'

Concorso ‘Adotta un Giusto’. Grande partecipazione nonostante l’emergenza Covid-19

Eventi

di Redazione
La quinta edizione del bando di concorso Adotta un Giusto 2019/20 – proposto da Gariwo per l’Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano (composta da Gariwo, Comune di Milano e UCEI), in collaborazione con il MIUR dallo scorso anno -, ha visto la partecipazione di circa 100 istituti da tutta Italia con più di 200 elaborati (testi letterari, video, racconti a fumetti, foto, disegni) ispirati alle storie dei Giusti adottati, che hanno accompagnato i ragazzi nel corso dell’anno scolastico.

Alcune scuole, che si erano inizialmente iscritte al Bando, hanno dovuto purtroppo rinunciare a seguito dell’emergenza Covid-19, ma moltissime hanno comunque portato avanti con impegno la realizzazione degli elaborati come parte della loro didattica a distanza.

Questa edizione inoltre, è stata caratterizzata da una novità importante: la divisione dei Giusti da adottare secondo tre tracce: Il Giardino di Milano, I Giusti per lambiente e I Giusti e lo sport, temi al centro dell’elaborazione culturale di Gariwo, che grazie ai Giusti mette in risalto l’importanza della responsabilità personale nella società attuale.

I Giusti preferiti dagli studenti sono Chico Mendes, sindacalista brasiliano ucciso per il suo impegno in favore degli Indios dell’Amazzonia, Gino Bartali, il campione di sport e umanità di cui quest’anno ricorre il ventennale della scomparsa, e Felicia Bartolotta Impastato, che si è battuta per fare arrestare i mafiosi assassini del figlio Peppino.

I componenti dell’Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano ringraziano i ragazzi e i docenti che hanno partecipato con entusiasmo al concorso completando da casa i progetti avviati in aula prima della chiusura delle scuole a causa dell’epidemia.

Insegnanti e studenti, siete stati magnifici. Avete dato con i vostri lavori un grande segnale al Paese”, ha detto il presidente di Gariwo Gabriele Nissim. “In situazioni di emergenza come l’attuale è importante raccontare le storie degli uomini e delle donne migliori, che si assumono con coraggio una responsabilità e dimostrano come, usando la libertà, possiamo spingere sempre e ovunque la Storia in una buona direzione. Gariwo s’impegnerà per fare conoscere queste storie e chiede a tutti voi di sostenerle. Niente è impossibile se lo vogliamo veramente con forza e ostinazione”.

Il presidente del Consiglio comunale di Milano Lamberto Bertolé ha voluto dedicare un pensiero alle scuole che hanno risposto al bando. “Le storie dei Giusti, le loro scelte, il loro impegno nella difesa dei più deboli e della democrazia in tutto il mondo, contro la violenza e ogni razzismo, ci interrogano continuamente sulle nostre responsabilità, per non cedere all’indifferenza e all’egoismo. Ricordare e riaffermare le istanze di libertà e democrazia è compito di tutte e tutti noi, come i vostri lavori ci ricordano. È anche per questo che vi ringrazio di cuore per i vostri preziosi pensieri”.

Giorgio Mortara, Vice Presidente delle Comunità Ebraiche Italiane, ha sottolineato il valore dell’iniziativa. “Il concorso “Adotta un Giusto” arricchisce da anni il nostro impegno. Risponde all’obiettivo educativo di formare i giovani nell’esercizio della responsabilità quotidiana, a scuola, a casa, nelle relazioni esterne. Chi ha conosciuto e ha lavorato sulle storie dei Giusti si prepara a distinguersi per la capacità di prevenire il male e anticipare il bene. Per questo sono grato agli studenti e agli insegnanti, che sono con noi in questo cammino che ci porterà a sentirci sempre più vicini ai Giusti dellUmanità”.

La Commissione Didattica di Gariwo ha apprezzato i lavori pervenuti, interessanti e di buon livello. “La situazione di confinamento causata dall’epidemia non ci consente di organizzare la premiazione, ma vogliamo dare risalto a tutti i lavori presentati, che sono pubblicati sul sito di Gariwo e possono essere visti da compagni e insegnanti”, ha detto Anna Maria Samuelli, responsabile della Commissione. “Gli elaborati costituiscono un dono prezioso che avete fatto a noi e a tutti gli studenti che, siamo sicuri, saranno stimolati a partecipare al concorso il prossimo anno. Questo è l’unico segno di riconoscenza che possiamo darvi, in  questo momento”.

 L’elenco degli elaborati divisi per traccia e grado scolastico è disponibile in questa pagina:

https://it.gariwo.net/educazione/bando-di-concorso-adotta-un-giusto-201920-22094.html

 

Menu