Giorno della memoria

AGENDA DELLA MEMORIA 2018

Eventi

Pubblichiamo le principali iniziative che si svolgono a Milano e in altre città italiane in occasione del Giorno della Memoria 2018.

AGENDA MEMORIA 2018

MILANO

DAL 17 GENNAIO AL 5 FEBBRAIO
Casa della memoria, via Federico Confalonieri 14
Mostra a cura di ANED che ricostruisce le vicende dei  432 deportati del “trasporto 81”, il lungo convoglio di carri merci stipati di prigionieri partito da Bolzano il 5 settembre 1944 e arrivato due giorni dopo al lager di Flossenbürg in Alta Baviera.

21 GENNAIO
Centro Parco Polveriera, Via della Polveriera, 2, 20020 Solaro MI
Ore 9.30. Assisi-Groane: è il titolo, e il tema, del Giorno della Memoria 2018 del Parco delle Groane. Una sorta di “gemellaggio” con la bellissima città umbra per ricordare il contributo della comunità monastica di Assisi alla salvezza degli ebrei italiani durante le persecuzioni antisemite dal 1938 al 1945. Per l’occasione la cittadinanza del Parco delle Groane incontra il Vescovo di Assisi Monsignor Domenico Sorrentino, ospite dell’ente nella mattinata di domenica 21 gennaio in occasione della tradizionale cerimonia al Centro Parco Polveriera, patrocinata dalla Comunità Ebraica di Milano.
Ore 9.30 Saluto delle autorità
Ore 9.45 Assisi 1943-1945 – Spettacolo teatrale -Adattamento testi: Andrea Di Cianni, Regia: Alberto Genovese Con Alberto Genovese, Andrea Di Cianni, Chiara Buzzi, Cantanti: Gabriele Maimone e Marco Mosca, Produzione a cura di Cartanima Teatro. Testimonianza della giornalista Marina Rosati, ideatrice e curatrice del museo della memoria “Assisi 1943-1944″ e che ha recuperato la storia dei Giusti di Assisi.
Ore 11.00 con il vescovo di Assisi monsignor Domenico Sorrentino saranno messi a dimora nel nostro Bosco dei Giusti un albero e un cippo dedicati a monsignor Giuseppe Placido Nicolini e don Aldo Brunacci, Giusti tra le Nazioni per aver salvato numerose genti perseguitate. In collaborazione con le classi terze della scuola secondaria di primo grado “Leonardo da Vinci” di Seveso.
Nel pomeriggio ci si sposta a Milano per una visita al Memoriale della Shoah (binario 21) accompagnati dal Presidente della Comunità ebraica di Milano e dal Rabbino Capo Rav Alfonso Arbib.
Il biglietto d’ingresso costa 3 euro, prenotazioni entro il 10 gennaio al 348-0717814 o spedendo una mail a senzaconfini10@gmail.com.
Esposizione dei disegni e dei pensieri sullo Shoah degli studenti dell’istituto “Leonardo da Vinci” di Somma Lombardo, per gentile concessione di Bruna Cases e Giordano d’Urbino.

LUNEDì 22 GENNAIO
Teatro Dal Verme, Via S. Giovanni sul Muro, 2,
Spettacolo”Che non abbia fine mai” di Eyal Lerner
Gli studenti rappresentanti delle scuole superiori di Milano hanno organizzato un progetto riguardante lo spettacolo “Che non abbia fine mai” di Eyal Lerner, che si terrà il 22/01/2018 presso il teatro dal Verme di Milano, in occasione del Giorno della Memoria. Saranno presenti numerosi ragazzi dell’Hashomer Hazair e del Bnei Akiva
insieme ai coristi adulti di diversi cori ebraici di Milano. Memoria e cultura ebraica a Milano con “Che non abbiano fine mai…”.
Questo è il reading che verrà proposto al Teatro dal Verme in Via S. Giovanni sul Muro, 2, il prossimo 22 Gennaio 2018, in due momenti: alle 11,00 per tutte le scuole di Milano e alle 21,00 per la cittadinanza.
Il titolo cita un verso di Chana Senesh, ebrea nota per il talento e il coraggio. Chana, nata nel ’21 in Ungheria emigrò giovanissima in Palestina, si arruolò come paracadutista nell’aviazione britannica per tornare in Europa e
contribuire alla salvezza del suo popolo. Ma fu catturata, torturata e uccisa dai nazisti. Nello spettacolo si intreccia la sua vita, breve ed intesta, con la storia e le tradizioni ebraiche e con la grande Storia che ha caratterizzato il secondo conflitto mondiale. Il racconto si lega alla versatile musica ebraica e vuole essere occasione di conoscenza di una cultura attraverso la musica ricca e comunicativa che la caratterizza. Uno spettacolo che è anche progetto: Il ‘Progetto Memoria’ del maestro Eyal Lerner, un’attività itinerante che tocca istituti scolastici, istituzioni e centri culturali portando all’interno della performance storie e testimonianze. Sul palco ci saranno anche gli studenti delle scuole di Milano, per suonare, cantare e recitare e per entrare dentro l’universo ebraico per celebrare un giorno di monito alla pace e alla fratellanza.

MARTEDI’ 23 GENNAIO

POSA DELLE PIETRE DI INCIAMPO
Ore 9:30 – V. De Togni 10

Ernesto REINACH – nato a Torino il 30/1/1855 – arrestato a Milano nel novembre 1943 – assassinato il 7/12/1943 durante il trasporto.
Ugo DE BENEDETTI – nato a Torino il 17/8/1893 – arrestato a Milano nel novembre 1943 – assassinato ad Auschwitz in data ignota.
Etta DE BENEDETTI REINACH – nata a Milano il 6/6/1904 – arrestata a Milano nel novembre 1943 – assassinata ad Auschwitz in data ignota.
Piero DE BENEDETTI – nato a Milano il 5/10/1928 – arrestato a Milano nel novembre 1943 – assassinato ad Auschwitz in data ignota.

ore 10:05 – V. De Amicis 45
Michelangelo BÖHM – nato a Treviso il 25/11/1867 – arrestato a Tirano (SO) il 13/12/1943 – assassinato ad Auschwitz il 6/2/1944.
Margherita LUZZATTO BÖHM – nata a Vicenza il 25/7/1878 – arrestata a Tirano (SO) il 13/12/1943 – morta ad Auschwitz il 26/2/1944.

ore 10:30 – V. Conca del Naviglio 7
William FINZI – nato a Milano il 28/7/1900 – arrestato a Milano il 10/5/1943 – assassinato a Mauthausen il 7/2/1945.

ore 11:00 – V. Corridoni 1
Cesare FANO – nato a Colorno (PR) il 14/6/1868 – arrestato a il 18/12/1943 – assassinato ad Auschwitz il 6/2/1944.
Silvia USIGLI FANO – nata a Rovigo il 2/9/1879 – arrestata a il 18/12/1943 – assassinata ad Auschwitz il 6/2/1944.

ore 11:40 – V. Bizzoni 7
Odorico PIPERNO – nato ad Alessandria d’Egitto il 18/6/1901 – arrestato a Milano il 15/12/1943 – assassinato in luogo ignoto in data ignota.
Livia SINIGALLIA PIPERNO – nata a Milano il 24/6/1906 – arrestata a Milano il 15/12/1943 – assassinata a Dachau il 30/12/1944.
Rambaldo PIPERNO – nato a Milano il 8/9/1930 – arrestato a Milano il 15/12/1943 – assassinato in luogo ignoto in data ignota.
Renzo PIPERNO – nato a Milano il 10/1/1932 – arrestato a Milano il 15/12/1943 – assassinato ad Auschwitz il 6/2/1944

ORE 19.00 – Spazio Oberdan, V.le Vittorio Veneto 2
La questione del Negazionismo dalla Shoah al web

Con  Stefano Gatti (Fondazione CDEC), Manuela Consonni (Hebrew University of Jerusalem), Gabriele Nissim (Gariwo)
Evento organizzato da Memoria in scena (BrainCircle Italia)
L’ingresso è gratuito, ma si consiglia  la prenotazione al numero
02 87242114 o all’indirizzo: info@braincircleitalia.it

MERCOLEDì 24 GENNAIO

Teatro Elfo Puccini di Milano, corso Buenos Aires 33
Dalle 9.30 alle 12.30. Appuntamento annuale organizzato dall’Associazione del Giardino dei Giusti di Milano (composta da Comune di Milano, Gariwo e UCEI – Unione delle Comunità Ebraiche Italiane) con insegnanti e studenti delle scuole di ogni ordine e grado per celebrare la Giornata della Memoria. Memoria della Shoah, dei genocidi del Novecento, delle ferite della contemporaneità: un’occasione per gli studenti di confronto col male senza fermarsi all’indignazione, ma ricordando i Giusti che si sono opposti alla violenza. Il programma prende avvio, dopo i saluti istituzionali del presidente del Consiglio comunale di Milano Lamberto Bertolé, dal tema dell’accoglienza, proponendo la testimonianza di Roberto Jarach, vicepresidente della Fondazione Memoriale della Shoah di Milano, e del giornalista Stefano Pasta, della Comunità di Sant’Egidio, accompagnato da un giovane profugo proveniente dalla Guinea Conakry accolto nella struttura, che racconteranno l’esperienza di ospitalità ai profughi fornita dal “Binario 21” e dialogheranno con il Presidente di Gariwo, Gabriele Nissim sul tema della responsabilità.
A seguire, Elisa Giunipero, docente di Storia Contemporanea presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, racconterà la storia degli ebrei di Shanghai e in particolare di Ho Feng Shan, console cinese a Vienna che fornì passaporti falsi agli ebrei per salvarli dalle deportazioni.
Dal ricordo della Shoah alla contemporaneità, con la testimonianza di Emilio Barbarani, che operò nell’Ambasciata italiana a Santiago del Cile negli anni ’70. Dopo il golpe di Augusto Pinochet, per mesi la nostra sede diplomatica divenne infatti il rifugio per centinaia di oppositori. A gestire la difficile situazione fu Barbarani, che organizzò la fuga all’estero di circa 750 persone. A sottolineare la responsabilità dell’accoglienza, nel presente e nel passato, concluderanno le testimonianze il console armeno e co-fondatore di Gariwo, Pietro Kuciukian, e il giornalista Simone Zoppellaro, che porteranno l’attenzione sul genocidio contro la comunità yazida, oltre alla video-intervista di Gariwo a Nadia Murad, rapita dall’ISIS e sfuggita ai suoi carcerieri dopo due anni di violenze. Nelle stesse terre del genocidio armeno del 1915, oggi si verifica un atto di accoglienza da parte della stessa Armenia, che dal 2014 ha aperto le sue porte ai profughi yazidi. Hammo Shero, il capo yazida del Monte Sindjar che nel 1915 salvò migliaia di armeni ospitandoli sulla montagna, sarà onorato insieme a Ho Feng Shan al Giardino al Monte Stella di Milano in occasione della prossima Giornata dei Giusti dell’umanità (6 marzo). Le testimonianze e i dialoghi verranno accompagnati da video, immagini, e intervallati dalle letture degli studenti del corso di teatro del liceo G.B. Grassi di Saronno (VA) e della scuola media Salvador Allende di Paderno Dugnano (Milano). A presentare la giornata, Enrico Pittaluga.

Teatro degli Arcimboldi
Ore 10. Oltre 2mila studenti incontreranno Liliana Segre, sopravvissuta ad Auschwitz e presidente del Comitato per le pietre d’inciampo – Milano. Presente anche il giornalista Ferruccio De Bortoli, presidente della Fondazione Memoriale della Shoah di Milano. La Testimonianza di Liliana Segre è organizzata dall’Associazione Figli della Shoah ed è trasmessa in streaming sul sito del Corriere della Sera www.corriere.it

Magazzino Musica, Via Soave, 3
Ore 19. Parole e musica dai diari di Nino Contini
Nino Contini, giovane avvocato ebreo, fu arrestato il 20 giugno 1940. Fu tra i primi ad essere internato per la solidarietà che subito manifestò nei confronti dei profughi ebrei tedeschi. I figli, Bruno e Leo Contini, a distanza di oltre sessant’anni, hanno pubblicato i suoi diari, fonte ispiratrice della composizione di Luca Lombardi “Dal Diario di Nino Contini – 20.06.1940” per baritono e pianoforte, la cui prima esecuzione assoluta è avvenuta al Museo della Shoah Yad Vashem di Gerusalemme. La prima italiana avverrà a MaMu il 24 gennaio alle ore 19, eseguita, come già a Gerusalemme, da Saul Contini (figlio di Leo e nipote di Nino), accompagnato al pianoforte da Giovanni Brollo. Saul presenterà questo nuovo brano e a far rivivere con la sua voce il ricordo del nonno. Il programma comprende anche brani di Herbert Pagani interpretati da Saul Contini (baritono), Giovanni Brollo (pianoforte) e Maurizio Pancotti (chitarra). Ingresso libero.

GIOVEDI’ 25 GENNAIO

Ore 12.30, Aeroporto Linate
SEA, nell’ambito delle iniziative organizzate dal Comune di Milano per la “Giornata della Memoria 2018”, presenta alla stampa la Mostra VIAGGIO NELLA MEMORIA – BINARIO21.
Interverranno: Pietro Modiano, Presidente SEA, Filippo Del Corno, Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Daniela Dana Tedeschi, Vice Presidente Associazione Figli della Shoah, Davide Romano, Assessore alla Cultura della Comunità Ebraica di Milano. La mostra Viaggio nella Memoria Binario 21 presentata con SEA a Linate e Malpensa è a cura dell’Associazione Figli della Shoah.

ORE 17.00 – Società Umanitaria, Via Daverio 7
Proiezione del film documentario “Alla ricerca delle radici del Male” di Israel Cesare Moscati, prodotto da Clipper Media con RaiCinema.
Con l’autore del documentario Israel Cesare Moscati, Mino Chamla (Scuola ebraica di Milano), Gadi Luzzatto Voghera (Direttore della Fondazione CDEC), Ricardo Zanzi (Docente Humaniter di Cinema)

Ore 18. Casa della Memoria, via Federico Confalonieri 14
Presentazione de Il diario di Anna Frank con un dibattito moderato dal giornalista e curatore del blog InVisibili del Corriere della Sera Claudio Arrigoni e l’intervento dell’assessore alla Cultura Filippo Del Corno.

dalle ore 10:00 alle ore 18:00 – Memoriale della Shoah, Piazza Edmond J. Safra 1
Open Day con visite guidate gratuite
– Proiezioni di filmati d’epoca dall’archivio dell’Istituto Luce
Prenotazione obbligatoria sul sito: http://www.ticketone.it/memoriale-della-shoah

Ore 9.30 – ex Albergo Regina, via Silvio Pellico
La cerimonia di commemorazione, con la deposizione di corone, si terrà davanti alla lapide in memoria dei partigiani e dei resistenti, vittima delle torture perpetrate all’ex Albergo Regina, che dal settembre 1943 all’aprile 1945 fu sede del quartiere generale della Gestapo. L’appuntamento è organizzato da Comitato permanente antifascista per la difesa dell’ordine repubblicano e Aned, in collaborazione con Anpi e Comunità Ebraica. Sono previsti gli interventi di rappresentanti del Comune, della Presidenza del Consiglio Regionale, di Aned, Anpi e Comunità Ebraica. Coordina Marco Cavallarin.

Ore 10. Conservatorio di Milano
Testimonianza di Marika Venezia in ricordo di Shlomo  Venezia e proiezione del film Suona ancora di Cesare Israel Moscati prodotto da Rai Cinema
evento per 1500 studenti

Ore 10,30 a Palazzo Marino – Sala Alessi
Dopo i saluti istituzionali, testimonianza di Venanzio Gibillini, deportato politico, reduce da Flossenburg e Dachau e di Jean Blanchaert, testimone della Shoah di seconda generazione.

SABATO 27 GENNAIO

Ore 15.15-18. Via Quarenghi 21
Il Municipio 8 nella giornata del 27 gennaio, insieme ad ANPI e Cooperativa Officina dell’abitare, organizza una giornata di eventi e iniziative nella sede. Ecco il programma:

  • 15:15 esibizione di “Checcoro”, primo coro LGBT di Milano
  • 16 performance di musica Rom con Iancu Persic e Raffaele Brancati
  • 16:30 merenda e animazione per bambini
  • 17 spettacolo del Teatro degli Instabili
  • 18:00 esibizione del Coro resistente

Ore 18.30. Fondazione GianGiacomo Feltrinelli, viale Pasubio 5
Iniziativa Raccontarsela – La narrazione fra memoria e rimozione, incontro pubblico fra il giornalista e scrittore Paolo Rumiz e lo psicanalista Luigi Zoja, con la moderazione di David Bidussa, in collaborazione con Ariele, Associazione Italiana di Psicosocioanalisi. Un confronto, quello previsto nella Sala di Lettura di viale Pasubio, che, muovendo dalla ripresa della fascinazione per le ideologie totalitarie del Novecento, passa in rassegna i passaggi che abbiamo rimosso. Ingresso libero.

ORE 20.00 – Conservatorio, via Conservatorio 12
Concerto per il Giorno della Memoria  2018.  “Destinatario sconosciuto” di Katherine Kressmann-Taylor.
Adattamento e regia Rosario Tedesco

Con Pasquale di Filippo e Rosario Tedesco
Musiche di Wolfgang Amadeus Mozart, Paul Hindemith e Ilse Weber
Coro di voci bianche “F. Gaffurio” del Conservatorio di Milano
Direttore Edoardo Cazzaniga
Musiche di M. Ravel, J. Rodrigo, A. Hemsi
Lucia Conte (soprano)
Alessandro Tamiozzo (tenore)
Muriel Grifó  (pianoforte)

Evento organizzato da Associazione Figli della Shoah.

Ore 20.30, Fondazione GianGiacomo Feltrinelli, viale Pasubio 5
Nella Sala Polifunzionale verrà messa in scena in anteprima nazionale Il silenzio del mare, a cura della Fondazione Teatro Due di Parma, proposta di indagine sui temi della resistenza all’oppressione e della perdita della libertà. Il testo è l’opera prima di Vercors, nome d’arte dello scrittore francese Jean Bruller,  un racconto che propone il tema dell’opposizione e di rivolta in un contesto in cui la condizione collettiva è, invece, quella dell’adeguamento all’occupazione e della disponibilità a collaborare con l’oppressore. Ingresso libero.

Ore 20.30. Auditorium Stefano Cerri Via Valvassori Peroni 56
Il Municipio 3 celebra il Giorno della Memoria con lo spettacolo teatrale “C’era un’orchestra ad Auschwitz” messo in scena dalla Compagnia ‘Alma Rosè. Ingresso gratuito.

Shoah, Comunità Ebraica di Milano, Conservatorio di Musica G. Verdi di Milano, Fondazione CDEC, Memoriale della Shoah di Milano, Gariwo 

ore 20,30 – RADIO 3
Radio3
in collaborazione con la Comunità ebraica e il Comune di Livorno presenta SENZA GHETTO – STORIE TRA LIBERTÀ E PERSECUZIONE.

Radio3, in occasione del Giorno della Memoria – 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz – propone uno puntata speciale condotta dal direttore di Radio3 Marino Sinibaldi, dalle 20.30 alle 22.30, in diretta dal Teatro Goldoni di Livorno, città in cui la presenza ebraica è stata particolarmente significativa. Una serata ricca di testimonianze e riflessioni, con letture e momenti musicali affidati al Coro “Ernesto Ventura” della Comunità ebraica di Livorno diretto dal M° Paolo Filidei.

Ore 21. Cernusco sul naviglio,  Auditorium Casa delle Arti, via Alcie De Gasperi 12
Spettacolo Caffè Odessa.
Una notte d’inverno nel quartiere ebraico di Odessa. La nebbia del porto si confonde con la luce dei lampioni, l’umidità entra nelle ossa attraverso il cappotto. Oltre le finestre appannate, un caffè promette compagnia, calore, qualche risata e un po’ di musica. Viaggiatori e avventurieri, cantanti dell’Opera e marinai, ragazze di buona famiglia e attrici sfiorite, commercianti e militari. Attorno al Samovar si raduna un mondo intero, e finché ci sono musica, acquavite e caffè la notte non finisce. Da Cracovia a New York, Da Berlino a  Tel Aviv, da Istanbul a Buenos Aires, canzoni si susseguono, profumi si intrecciano, sapori si mischiano. Yiddish, ebraico, ladino, inglese, spagnolo. A chi appartiene la cannella? All’Oriente profumato o alle notti del nord Europa?
L’Europa e gli Stati Uniti hanno nutrito la diaspora ebraica di Jazz, Tango, di musiche dei Balcani, di canzoni da varietà, ma forse la vera radice sta nel Medio Oriente, oppure si perde nella notte dei tempi, nelle melodie cantate dagli ebrei cacciati di Spagna e approdati a Istanbul e a Salonicco.
Poi c’è la nuova canzone che nasce nei kibbutz, dove ci si stringe attorno al fuoco, la sera dopo il lavoro nei campi, oppure si danza, per celebrare il primo raccolto e la gioia di essere vivi e liberi. Ma allora.. Esiste la musica ebraica? E se sì, che cos’è? Poco conta: in un Caffè come il nostro, l’importante è avere una storia da raccontare e una canzone da cantare.

Di e con: Miriam Camerini (Narrazione e Voce), Manuel Buda Chitarra, (Saz e Voce)Bruna Di Virgilio (Violoncello e Pianoforte),Arturo Garra (Clarinetto).

DOMENICA 28 GENNAIO
dalle ore 10:00 alle ore 18:00 – Memoriale della Shoah, Piazza Edmond J. Safra 1

Open Day con visite guidate gratuite – Proiezioni di filmati d’epoca dall’archivio dell’Istituto Luce
Prenotazione obbligatoria sul sito: http://www.ticketone.it/memoriale-della-shoa

ORE 16.30 – Teatro Pavoni, via Lodovico Pavoni 1
Semi nel Vento. 1938-1945:persecuzione e resistenza ebraica a Milano. Lettura teatrale tratta dal libro di Francesca Costantini “I luoghi della memoria ebraica di Milano (Mimesis, 2016)
Luci ed effetti sonori – Lorenzo Ravelli, Riduzione Teatrale – Giancarlo Monticelli, Regia – Fernando Villa.
Sarà presente l’autrice del libro.
Evento organizzato da Bovisateatro, in collaborazione La Tenda, Anpi e Fondazione CDEC.

MARTEDì 30 GENNAIO
Memoriale della Shoah, Piazza Edmond J. Safra 1
La Comunità di Sant’Egidio e la Comunità ebraica di Milano si ritrovano per ricordare gli ebrei partiti dalla Stazione centrale il 30 gennaio 1944 e nei mesi successivi. Porterà la sua testimonianza Liliana Segre, sopravvissuta, partita per Auschwitz dalla Stazione Centrale, all’età di tredici anni, il 30 gennaio 1944. La commemorazione giunge quest’anno alla sua ventiduesima edizione consecutiva, da quando – il 30 gennaio di 22 anni fa – la Comunità di Sant’Egidio insieme con Liliana Segre e alla presenza di rav Giuseppe Laras si ritrovarono per fare memoria in quello che allora era un umido e buio sotterraneo della Stazione Centrale. Quel sotterraneo è oggi il Memoriale della Shoah di Milano. Porterà la sua testimonianza anche Alpha Oumar Camara, richiedente asilo della Guinea ospitato nell’estate 2017 al Memoriale. Interverranno inoltre Giorgio Del Zanna, Comunità di Sant’Egidio, rav Alfonso Arbib, rabbino capo di Milano.

I posti per assistere all’incontro all’interno sono limitati ed è obbligatorio iscriversi online sarà comunque possibile per tutti seguire l’evento all’esterno, tramite video collegamento sul piazzale antistante il Memoriale.
Per informazioni sulle iscrizioni scrivere a: santegidio.milano@gmail.com

GIOVEDì 1 FEBBRAIO
ore 18:00 – Memoriale della Shoah, Piazza Edmond J. Safra 1

Presentazione del volume di Sergio Luzzatto I bambini di Moshe. Gli orfani della Shoah e la nascita d’Israele. Editore Einaudi. Ne discutono con l’autore Marco Cavallarin e Gad Lerner, modera Marco Vigevani.

Ore 21.15. Spazio Oberdan, viale Vittorio Veneto 2
Proiezione del film presentato al festival di Venezia La Testimonianza di Amichai Greenberg –  Israele, Austria / 91’
Introdurrà Liliana Picciotto.
Yoel, un ricercatore che studia l’Olocausto, è nel mezzo di una battaglia legale, ampiamente ripresa dai media, contro interessi potenti in Austria. La questione riguarda un brutale massacro di ebrei che ebbe luogo verso la fine della Seconda guerra mondiale nel villaggio di Lendsdorf. Un’influente famiglia di industriali, sulle cui terre avvenne la strage, sta progettando di costruire un complesso immobiliare proprio in quel luogo. Yoel sospetta che il loro scopo sia quello di insabbiare il caso per sempre, ma ha difficoltà a trovare le prove definitive per fermare il progetto. Mentre svolge le sue ricerche sull’incidente, Yoel esamina testimonianze secretate di sopravvissuti all’Olocausto e, scioccato e sorpreso, ritrova una testimonianza resa dalla madre, di cui non sospettava l’esistenza. In essa, la donna confessa un fondamentale segreto del proprio passato. Yoel, che sta svolgendo una doppia ricerca, personale e scientifica, è intrappolato tra muri di silenzio. Da storico incrollabilmente dedito alla verità, decide di continuare le ricerche anche a costo di rovinare la propria vita personale e professionale.

DOMENICA 4 FEBBRAIO
ore 18:00 – Memoriale della Shoah, Piazza Edmond J. Safra 1
Concerto “Echi ebraici nella musica europea”. Musiche di Musorgskij, Rimskij-Korsakov, Ravel, Rodrigo, Šostakovič.  Maria Klimenko soprano, Vittoria Vimercati mezzosoprano, Alessandro Tamiozzo tenore, Sergio Lattes pianoforte e guida all’ascolto
Prenotazione obbligatoria sul sito: http://www.ticketone.it/memoriale-della-shoah

GIOVEDì 8 FEBBRAIO
Conservatorio di Milano, Sala Verdi
Testimonianza di Sami Modiano
evento per 1500 studenti organizzato dall’Associazione Figli della Shoah

———

ALTRE CITTÀ

DAL 9 GENNAIO AL 3 FEBBRAIO

LAVENO MOMBELLO – Biblioteca Comunale
Mostra “Blutslauger- L’immaginario antisemita attraverso i secoli”
Un’ #esposizione storica a cura di Aimaproject SA e Media-Archive. In mostra, a Villa Frua, la raccolta di documenti storici e storico-filatelici relativi alla storia delle comunità ebraiche europee e all’antisemitismo europeo “Contra Judaeos parte II – Destruere” di Diego Cinquegrana con un testo a cura del Prof. Gustavo Ottolenghi.

Mostra visitabile dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle ore 18.00 e il sabato dalle ore 8.00 alle ore 13.00.
More info @–> https://www.aimaproject.com/…/2018/01/cs-full-compressed.pdf

 

MERCOLEDI’ 10 GENNAIO

VERCELLI, Comunità ebraica di Vercelli, Sala Foa
ORE 10.30 . Presentazione del libro “Salvarsi. Gli ebrei d’Italia sfuggiti alla Shoah 1943-1945”

Con l’autrice Liliana Picciotto (Fondazione CDEC), Marta Nicolo (Università degli Studi degli Studi di Torino)

LUNEDI’ 15 GENNAIO

TORINO, Comunità Ebraica di Torino
Ore 18. Presentazione del libro “Salvarsi. Gli ebrei d’Italia sfuggiti alla Shoah 1943-1945”

Con l’autrice Liliana Picciotto (Fondazione CDEC), Fabio Levi (Direttore Centro Internazionale di Studi Primo Levi), Alberto Corsani (Direttore di Riforma), Luciano Boccalatte (ISTORETO), Dario Disegni (Presidente della Comunità ebraica di Torino), David Sorani (Responsabile delle attività Culturali della Comunità ebraica di Torino)

 

MARTEDI’ 16 GENNAIO

TRIESTE, Museo Carlo e Vera Wagner
Ore 17.30. Presentazione del libro “Salvarsi. Gli ebrei d’Italia sfuggiti alla Shoah 1943-1945”

Con l’autrice Liliana Picciotto (Fondazione CDEC), Tullia Catalan (Università degli Studi di Trieste)

BOLZANO, Centro Trevi
Ore 18.30. Obbedienza e ribellione. Forme della resistenza ebraica nel secondo conflitto mondiale
Con Gadi Luzzatto Voghera  (Direttore Fondazione CDEC)
Evento organizzato da Café Philosophique, rassegna di filosofia per studenti e docenti a cura di Andrea Felis

GIOVEDÌ 18 GENNAIO

CASALE MONFERRATO
Ore 15,00. POSA DELLE PIETRE DI INCIAMPO
In collaborazione con il Comune di Casale Monferrato verranno poste le pietre di inciampo in memoria di Carmi Isaia e Carmi Foa’ Matilde in Vicolo Salomone Olper 44 di Artom Borgetti Faustina, in Via Pinelli 2. Saranno presenti l’artista Gunter Demning, creatore della performance e i famigliari dei deportati.

REGGIO EMILIA, Istoreco
ORE 17.30. Presentazione del libro “Salvarsi. Gli ebrei d’Italia sfuggiti alla Shoah 1943-1945”
Con l’autrice Liliana Picciotto (Fondazione CDEC), Alessandra Fontanesi (Istoreco)

PADOVA, Centro Culturale Altinate San Gaetano
ORE 18.30. Inaugurazione della mostra fotografica della Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea “1915-1918. Ebrei per l’Italia”
Con Gadi Luzzatto Voghera (Direttore Fondazione CDEC), Sergio Giordani (Sindaco di Padova), Gianni Parenzo (Presidente Comunità ebraica di Padova)

ROMA, Auditorium Parco della Musica
Ore 20.30. Il Processo. A 80 anni dalla firma delle leggi “per la difesa della razza”
Con Marco De Paolis (Procuratore Militare della Repubblica, con il ruolo di Pubblico Ministero), Umberto Ambrosoli (Avvocato, nel ruolo di imputato), Giorgio Sacerdoti (Avvocato e professore emerito alla Bocconi, Presidente Fondazione CDEC  nel ruolo di avvocato della parte civile), Paola Severino (Rettore e ordinario di diritto penale presso l’Università LUISS), Giuseppe Ayala (Magistrato), Rosario Spina, (Consigliere del Consiglio Superiore della Magistratura), Maurizio Molinari (Direttore della Stampa), Lorenzo Del Boca ed Enrico Giovannini (Avvocati nel ruolo di testimoni all’accusa), Matias Manco e Giovanni Rucellai (Avvocati nel ruolo di testimoni alla difesa)
Ballata di Mario Castelnuovo-TedescoFrancesca Dego (violino), Francesca Leonardi (pianoforte)

Evento promosso dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, e organizzato da BrainCircle Italia e MusaDoc, in collaborazione con l’Università Ebraica di Gerusalemme, la Fondazione Musica per Roma e Rai Cultura e con il contributo del gruppo Salini-Impregilo, di ACEA Spa, della Fondazione Ga.ri.wo e del CIDIM.

SABATO 20 GENNAIO

PAVIA
Ore 21: Al teatro del Rione Scala (piazza Salvo d’Acquisto 1) alle ore 21.00 C.L.A.P.S propone “Testastorta – La Storia inventata”, della giovane compagnia Chronos3. Lo spettacolo è la versione scenica dell’omonimo romanzo della scrittrice israeliana Nava Semel: una favola tra fantasia e storia, che racconta la Seconda Guerra Mondiale attraverso gli occhi di un bambino. In un piccolo paese in Piemonte, nel 1943, Tommaso viene adottato da due donne bizzarre, che abitano in una fatiscente cascina in campagna. Presto si rende conto che nella soffitta è nascosto qualcosa (o qualcuno…) e la sua fantasia si scatena in improbabili investigazioni. Fino a far emergere una sconvolgente verità.
Lo spettacolo è adatto anche ai ragazzi ed è già stato presentato a diverse scuole secondarie di primo e secondo grado.

Prezzi: intero €12, ridotto* €8
*Ridotto per under26, over65, gruppi da almeno 8 persone, chi si reca a teatro in bicicletta

Per informazioni: info@claps.lombardia.itwww.svolta.claps.lombardia.it

DOMENICA 21 GENNAIO

RICCIONE
VILLA MUSSOLINI, Viale Milano 40
Ore 15.30. Roberto Matatia,
autore del libro I vicini scomodi incontra i Rotaract del Distretto 2072. Per la prima volta un ebreo parlerà di Shoah, di antisemitismo e di neofascismo dentro la villa del duce, che confinava con quella dello zio dell’autore (come si legge nel libro). Dopo essere stato cacciato dalla villa, fu deportato con tutta la sua famiglia.
L’ incontro sarà aperto, a offerta libera.

 

LUNEDI’ 22 GENNAIO

FERRARA
ORE 15.30. Università degli Studi di Ferrara, Facoltà di Giurisprudenza
Presentazione del libro “Salvarsi. Gli ebrei d’Italia sfuggiti alla Shoah 1943-1945”. Evento organizzato dall’Università degli Studi di Ferrara, in collaborazione con MEIS, Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara e Comunità Ebraica di Ferrara

LUGANO
Ore 18. Cinema Lux
La questione del Negazionismo dalla Shoah al web
Con  Gadi Luzzatto Voghera (Direttore Fondazione CDEC), Manuela Consonni (Hebrew University of Jerusalem), Gabriele Nissim (Gariwo)
Evento Organizzato da Memoria in scena (BrainCircle Italia)

BARLASSINA
ORE 18.00. “Antisemitismo e ostilità antiebraica in Italia”, con Stefano Gatti (Fondazione CDEC)

 

MARTEDI’ 23 GENNAIO 

BRESCIA
ORE 18.00. Università Cattolica del Sacro Cuore, Sala della Gloria

“Caratteri odierni dell’antisemitismo”, con Betti Guetta (Fondazione CDEC)
Ciclo di incontri dal titolo “Antisemitismo e Shoah”, organizzato da Casa della Memoria, Università degli Studi di Brescia, Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Brescia e coordinato da Emanuela Zanotti

ROMA
Ore 20. Forum austriaco di cultura
“Da Auschwitz al mondo: Il Servizio della Memoria in Italia come parte della cultura della memoria europea”
Con Andreas Gottsmann (Forum austriaco di cultura), Karlo Ruzicic-Kessler (Centro di competenza Storia regionale, Bolzano), Amedeo Osti Guerrazzi (Fondazione Museo della Shoah), Giorgio Frassineti (Sindaco di Predappio), I ragazzi dell’edizione 2017/2018 del Servizio Civile in Italia
Modera: Karlo Ruzicic-Kessler

Evento organizzato da Forum Austriaco di Cultura, Istituto Storico Austriaco a Roma, Austrian Service Abroad e Gedenkdienst, in collaborazione con gli enti aspitanti dei volontari, fra cui Fondazione CDEC

DAL 23 GENNAIO AL 23 FEBBRAIO
NAPOLI
Salone della camera di Commercio. Mostra  “1938-1945. La persecuzione degli ebrei in Italia. Documenti per una storia: Napoli”.

MERCOLEDì 24 GENNAIO

NAPOLI
Sala Capitolare presso il Chiostro del Convento di Santa Maria Sopra Minerva, Piazza della Minerva, 38.
ORE 15-19. Convegno “La vera legalità – Dal ’38 ad ottant’anni dall’emanazione dei provvedimenti per la tutela della razza”, promosso dall’UCEI – Unione delle Comunità Ebraiche Italiane sotto l’egida della Presidenza del Consiglio dei Ministri in occasione del Giorno della Memoria 2018. Con Michele Sarfatti (Fondazione CDEC)

VENEZIA
Museo Ebraico, Campo di Ghetto Nuovo 2902/b
15.30.Incontro “Il testamento di Giuseppe Jona: un’eredità morale e civile universale” dedicato al ritrovato testamento di Giuseppe Jona figura centrale nella storia della Comunità ebraica veneziana durante il periodo fascista. Intervengono: Maria Volpato, Federica Ruspio e Nadia Piazza.
Incontro di studio a cura della sovrintendenza archivistica e bibliografica del Veneto e del Trentino Alto Adige, Museo ebraico di Venezia, Adei Wizo di Venezia.
L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

GIOVEDì 25 GENNAIO

VERCELLI, Teatro Civico
ORE 17.00. Conferenza sull’antisemitismo. Con Stefano Gatti (Fondazione CDEC)

VENERDI’ 26 GENNAIO

GERUSALEMME, Yad Vashem
ORE 10. Presentazione del libro “Salvarsi. Gli ebrei d’Italia sfuggiti alla Shoah 1943-1945”
Con l’autrice Liliana Picciotto (Fondazione CDEC), Yael Nidam Orvieto (Yad Vashem), Cecilia Nizza (Hevrat Yehudei Italia)
Evento organizzato dall’Ambasciata d’Italia in Israele e IIC Tel Aviv in collaborazione con Yad Vashem e UCEI

CERVIA, Magazzini del Sale
ORE 16. Presentazione del libro “Salvarsi. Gli ebrei d’Italia sfuggiti alla Shoah 1943-1945”
Con Sara Buda (Fondazione CDEC), prof. Carlo D’Adamo, Giuseppe Masetti (Direttore ISTORECO Ravenna e Provincia)
Evento organizzato da Comune di Cervia e Associazione Culturale Menocchio

 

SABATO 27 GENNAIO

CASALE MONFERRATO
Ore 18,30 Sala Carmi, Sinagoga, vicolo Salomone Olper 44
Inaugurazione mostra fotografica Il silenzio dei campi, con le immagini di Enrico Minasso e di Giorgio Ferraro, Mario Lanero, Giancarlo Violanti.
A seguire accensione dei Lumi della Memoria.

 

DOMENICA 28 GENNAIO

BOLOGNA, Piazza del Memoriale
Ore 11. Run For MEm – Corsa per la memoria verso il futuro
Evento organizzato da Unione delle Comunità Ebraiche Italiane UCEI e Comunità Ebraica di Bologna. Organizzatore tecnico: UISP Bologna. Patrocinio: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ambasciata di Israele in Italia Con il contributo di: World Jewish Congress, European Jewish Congress. Con l’adesione di: Comune di Bologna, Arma dei Carabinieri, Polizia di Stato, Fondazione CDEC, ANED – Associazione Nazionale Ex Deportati Politici, Fondazione Museo della Shoah di Roma, Confronti, COREIS, Religions for Peace, Unione Giovani Ebrei d’Italia.
Iscrizioni online gratuite

CASALE MONFERRATO
Ore 15,30 Sala Carmi, Sinagoga, vicolo Salomone Olper 44

Conferenza: 1938-2018: le menzogne della razza, le leggi fasciste del 1938, i nuovi fascismi.
Ne parla Elisabetta Massera.

LUNEDì 29 GENNAIO 

ROMA, Farnesina
Ore 9. Rome International Conference on the Responsibility of States, Institutions and Individuals in the Fight against Anti-Semitism in the OSCE Area
Evento organizzato dal Ministero degli Affair Esteri e della Cooperazione Internazionale, in collaborazione con OSCE, ODIHR, Fondazione CDEC e UCEI.
Su invito

MARTEDì 30 GENNAIO

BRESCIA, Università degli Studi di Brescia
(Ora da definirsi) “Mussolini contro gli ebrei. Cronaca dell’elaborazione delle leggi del 1938”
Con l’autore Michele Sarfatti
Ciclo di incontri dal titolo “Antisemitismo e Shoah”, organizzato da Casa della Memoria, Università degli Studi di Brescia, Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Brescia e coordinato da Emanuela Zanotti.

DOMENICA 4 FEBBRAIO

STEVENA’ DI CANEVA (PORDENONE)
Sala Convegni di Villa Frova

Ore 18. Concerto Stellerranti
In programma per il Giorno della Memoria un intrigante percorso musicale che si snoda tra i canti della tradizione ebraica e i successi senza tempo  del musical e del cinema americano, firmati da artisti di origine ebraica come Leonard Bernstein, Jerry Bock e George Gershwin.
Cinzia Bauci,
voce – Lydia Cevidalli, violino- Pier Gallesi, pianoforte e fisarmonica
“Stellerranti” si esibiscono da anni sulle scene nazionali ed internazionali (Lisbona Palacio Foz, Lugano Palazzo dei Congressi) proponendo un’originale cifra stilistica che intreccia musica e teatro. Questo è il quarto anno consecutivo in cui Villa Frova ospita il loro concerto per il Giorno della Memoria.
www.lydiacevidalli.it/contatti – info: 0434-79027.

Menu