8 marzo. Una mostra al Memoriale sulle donne nella Shoah

News

di Redazione

“Ci sembra importante, in una data così significativa in tema di libertà ed emancipazione, ricordare e celebrare la forza e il coraggio di tutte le donne che hanno affrontato le atrocità della Shoah”. Così spiega  Roberto Jarach, Vicepresidente della Fondazione Memoriale della Shoah di Milano, parlando della mostra “Spots of light. To be a woman in the Holocaust” che si  inaugura giovedì 8 marzo, in occasione della Giornata internazionale della donna, presso il Memoriale della Shoah.

La mostra PUNTI DI LUCE: ESSERE UNA DONNA NELLA SHOAH, un’esposizione dell’Istituto Yad Vashem presentata dall’Associazione Figli della Shoah in collaborazione con il Memoriale della Shoah,  che dà voce alle donne che hanno vissuto la tragedia delle persecuzioni razziali, rimarrà esposta fino a mercoledì 28 marzo.

“Questa mostra ci pone degli interrogativi non solo sul passato, ma anche sul presente: gli episodi di violenza e prevaricazione che ancora ricorrono nella nostra società dimostrano che non bisogna mai smettere di educare all’uguaglianza, nel rifiuto di qualsiasi tipo di atteggiamento discriminatorio e nel rispetto della dignità e dell’identità femminile”.

“La presentazione di questa mostra sigla l’inizio di un’importante collaborazione tra l’Associazione Figli della Shoah e l’Istituto Yad Vashem, che grazie ad una convenzione firmata proprio in questi giorni con la Regione Lombardia, permetterà di organizzare nuove iniziative rivolte al mondo della scuola sulla didattica della Shoah”  ha dichiarato Daniela Dana Tedeschi, Vicepresidente dell’Associazione Figli della Shoah.

Trenta pannelli raccontano la tragedia della Shoah dal punto di vista delle donne, le loro scelte e le loro reazioni davanti alla brutalità e alla disumana ferocia che sono state costrette ad affrontare.

In particolare, l’esposizione – disponibile sia in lingua italiana che inglese – esplora nove aspetti della vita quotidiana delle donne ebree durante questo dramma: l’amore, la maternità, la cura per gli altri, la femminilità, la resistenza, l’amicizia, la fede, il cibo e l’arte, indagati nei loro significati più profondi e in relazione all’orrore del periodo più buio della nostra storia recente. A raccontare ciascuno di questi nove aspetti, alcune storie di vita personale narrate in prima persona.

La mostra rientra nei progetti espositivi curati da Yad Vashem, Ente nazionale per la Memoria della Shoah di Israele dedicato alla documentazione e al ricordo degli ebrei vittime della Shoah e di quanti hanno rischiato le proprie vite per aiutare gli ebrei durante il periodo nazifascista.

Sarà possibile visitare l’esposizione “Spots of light. To be a woman in the Holocaust” il lunedì dalle 9.30 alle 19.00, dal martedì al giovedì dalle 9.30 alle 14.30 e la prima domenica del mese dalle 10.00 alle 18.00.

Per ulteriori informazioni, consultare il sito: www.memorialeshoah.it

 

 

Seminario di aggiornamento per docenti

L’Associazione Figli della Shoah, in collaborazione con l’Istituto Yad Vashem di Gerusalemme, organizza un Seminario di aggiornamento per docenti, in occasione della Giornata Internazionale della Donna.

Nel corso della mattinata verrà annunciata la ratifica della Dichiarazione d’Intenti tra la Regione Lombardia, l’Istituto Yad Vashem di Gerusalemme e l’Associazione Figli della Shoah per sviluppare iniziative formative per docenti sul tema della Shoah.

 

Figli della Shoah – Regione  Lombardia YAD VASHEM

Seminario di aggiornamento per docenti:
PUNTI DI LUCE:
LE DONNE NELLA SHOAH
Giovedì 8 Marzo 2018 – ore 9:00
Palazzo Lombardia
Piazza Città di Lombardia 1, Milano
Auditorium Testori
Programma
Registrazione ore 8:00 – 9:00
Saluti istituzionali
Le donne nella Shoah
lael Nidam Orvieto – Direttrice dell’Istituto di Ricerca Yad Vashem

Donne, Shoah e Memoria
Roberta Ascarelli – Presidente Istituto Italiano di Studi Germanici

In ricordo di Janine
Liliana Segre – Presidente Associazione Figli della Shoah

Il valore didattico delle Testimonianze femminili
Birte Hewera – Responsabile Italian Desk, Yad Vashem

Agli insegnanti verrà rilasciato un certificato di partecipazione valido come attività
formativa di aggiornamento O.P.P.I. ente accreditato presso il MIUR
Con il patrocinio di Ambasciata d’Israele in Italia
In collaborazione con Ufficio Scolastico per la Lombardia

Tel 02 4152149
www.figlidellashoah.org

 

Articolo precedente
Dona il 5×1000 alla tua Comunità! Non esitare, non ti costa un centesimo
Articolo successivo
Parole e immagini per raccontare gli Ebrei d’Egitto

1 Commento. Nuovo commento

Menu