«Il Magen David Adom è un modello di efficienza e professionalità per Israele e per il resto del mondo»

di Silvia Voghera

Parola di Benny Gantz, leader del partito Blu e Bianco, che ha visitato in estate la stazione del Magen David Adom ad Ashdod

Il leader del partito Blu e Bianco, Benny Gantz, insieme al suo staff e ai membri della Knesset Orit Farkash HaCohen, al Generale Maggiore Yoav Segelovtich e Yoel Rozbzov, ha fatto visita lo scorso agosto alla Stazione del Magen David Adom di Ashdod.
Il direttore generale del MDA Eli Bin e lo staff del MDA hanno mostrato loro i sistemi operativi all’avanguardia utilizzati dalla Centrale Operativa, che risponde al numero di emergenza nazionale 101, e il veicolo di Comando e Controllo che viene utilizzato durante gli incidenti più gravi e in caso di crollo dei sistemi di comunicazione.
Alla delegazione è stata mostrata, inoltre, la flotta dei diversi veicoli di salvataggio a disposizione del MDA che comprende 1.200 ambulanze e Unità di Terapia Intensiva, 650 moto mediche, bici elettriche, MERVs, elicotteri e navi da soccorso; sono state delineate le App utilizzate, tra le quali la principale è MyMDA che permette ai paramedici di ricevere la posizione GPS della persona che chiama, persino se non è in grado di comunicare dove si trova esattamente.
«La velocità e l’efficienza degli operatori del Magen David Adom è lodevole», ha affermato Gantz che ha ringraziato lo staff per il lavoro. «Durante l’operazione “Margine Protettivo” nel 2014, in quanto Capo di Stato Maggiore dell’Esercito israeliano – prosegue Gantz – sapevo di poter contare sul Magen David Adom per salvare sia i soldati che i civili. Penso che lo Stato debba sostenere i servizi di emergenza, in particolare in un Paese come Israele nel quale il fronte interno è uno dei principali obiettivi del nemico. In concreto, persino con tutte le tecnologie all’avanguardia utilizzate, sono le persone che intervengono sul campo in soccorso dei cittadini di Israele i veri angeli che salvano la vita», ha concluso Gantz.

Cooperazione e condivisione di conoscenze tra Magen David Adom e Ucraina
Il consigliere del Ministro della Salute dell’Ucraina Mikhail Radotsky e il primo collaboratore del Presidente ucraino Sergij Shefir, hanno visitato la Centrale Operativa nazionale del MDA con lo scopo di acquisire le procedure di soccorso e le tecnologie innovative del MDA per rendere più efficiente il servizio di primo soccorso in Ucraina.
In particolare, per far fronte alle emergenze e ridurre i tempi di soccorso in un Paese ben più vasto di Israele come l’Ucraina, di particolare interesse è la capacità israeliana di formare ed attivare i volontari.

Per poter offrire terapie e cure professionali sia in emergenza sia nella routine, MDA utilizza apparecchiature mediche all’avanguardia. A questo proposito c’è molto bisogno di dotare le ambulanze di Respiratori Medumat, utilizzati per la ventilazione durante e dopo la rianimazione.
A Rosh Hashanà e per i prossimi Moadim la tua donazione contribuirà a salvare sempre più vite in Israele! info@amdaitalia.org

Menu