Il Consiglio della Cem del 10 febbraio

Cem: formalizzato l’accordo fra le due liste. Ecco il nuovo assetto della Giunta

di Ilaria Myr
Dopo due mesi di tentativi di riappacificazione, seguiti alle dimissioni annunciate dai consiglieri di Wellcommunity, le due liste che compongono il Consiglio hanno finalmente trovato un accordo, che è stato formalizzato lunedì 10 febbraio durante la riunione del Consiglio, a cui è poi seguita quella della Giunta.

Hanno ritirato le proprie dimissioni 6 consiglieri di Wellcommunity – Dalia Gubbay, Raffaele Besso, Davide Levi, Sara Modena, Luciano Bassani e Daniele Schwarz -, mentre le ha confermate Guido Osimo, che ha annunciato di «avere perso, dopo dieci anni di attività nel consiglio, interesse per la vita politica della Comunità». Verrà dunque convocato al prossimo Consiglio il primo dei non eletti della sua lista, Davide Romano.

«Siamo molto contenti che si sia arrivati a questo punto: hanno vinto il buonsenso e la responsabilità di andare avanti – ha dichiarato soddisfatto il presidente Milo Hasbani -. L’impegno del consiglio è ora cercare di lavorare per il bene della comunità e della scuola, collaborando e condividendo. Ringrazio Rav Arbib che ci ha dato una mano per sederci e ragionare su un accordo, Alfonso Sassun e tutti quelli che hanno permesso questo accordo. Auguro a tutti noi buon lavoro e speriamo che le cose vadano bene come nel consiglio precedente».

«Non deve essere solo un accordo formale, ma sostanziale, mettendoci il cuore – ha aggiunto Rony Hamaui -. Ci deve essere una fiducia reciproca vera. Abbiamo la fortuna di lavorare insieme. Dimentichiamoci le cose passate, guardiamo avanti».

La nuova Giunta

Da parte di Milano Ebraica, hanno annunciato di rinunciare all’assessorato, uscendo quindi dalla Giunta, Daniele Misrachi (comunicazione) e Gadi Schoenheit (cultura) e aprendo la strada all’ingresso di due esponenti di Wellcommunity, Dalia Gubbay e Raffaele Besso. Ha invece annunciato le proprie dimissioni dal Consiglio Carlotta Jarach, che si è trasferita all’estero per lavoro. Verrà dunque convocata al prossimo Consiglio il primo dei non eletti della sua lista, Mara Della Pergola.

Alla luce del rientro dei consiglieri di Wellcommunity e alla volontà più volte dichiarata di lavorare davvero in un nuovo spirito di collaborazione, è emerso un nuovo assetto della Giunta, deliberato all’unanimità:

Milo Hasbani: Presidente
Timna Colombo: Assessore alla Scuola
Antonella Musatti: Assessore alla RSA e al Welfare
Rony Hamaui: Assessore al Bilancio e Contributi
Olympia Foà: Assessore ai Giovani

Nuovi incarichi per Dalia Gubbay (Assessore alla Scuola per le materie ebraiche e progetti internazionali) e Raffaele Besso (Assessore al Personale e Organizzazione).

La Giunta ha inoltre deliberato all’unanimità come segue:
Antonella Musatti: Vice Presidente, e vice assessore al Personale
Raffaele Besso: Vice Presidente

Daniele Misrachi: Assessore, fuori Giunta, alla Comunicazione
Gadi Schoenheit: Assessore, fuori Giunta, alla Cultura
Pia Jarach: vice assessore alla Scuola e vice assessore alla cultura
Luciano Bassani: vice assessore alla cultura
Rosanna Bauer: vice assessore alla RSA e al Welfare
Daniele Schwarz: vice assessore alla RSA e al Welfare
Sara Modena: vice assessore alla RSA e al Welfare

Monique Sasson: vice assessore alla Scuola per le materie ebraiche e progetti internazionali
Elia Golran: vice assessore ai Giovani
Milo Hasbani: delega ai Contributi e delega al Culto 
Davide Levi: vice delegato al Culto
Ufficio stampa: comitato composto da M. Hasbani, R. Besso e D. Misrachi

Per quanto riguarda il fundraising il Presidente M Hasbani si impegna sotto la sua egida a costituire un gruppo di lavoro.

Le altre comunicazioni e delibere

Durante il Consiglio del 110 febbraio sono state discusse altre questioni. Dopo l’approvazione del verbale del 20 novembre e del 12 dicembre, si è deliberato sulla riscossione di alcuni beni ricevuti in eredità (eredità S. Locher, aggiornamento immobile Via Bassini, informativa relativa all’immobile di Via Reina a Milano).

Fra le varie ed eventuali, il presidente Milo Hasbani ha aggiornato il Consiglio sul progetto di rinnovo del giardino, reso possibile da una donazione, e che comprenderà il rifacimento del capo sportivo, dell’area giochi, della pista di atletica e della parte di prato. I lavori partiranno a fine febbraio e finiranno a fine marzo.

L’Assessore allaScuola Timna Colombo ha poi portato aggiornamenti su alcuni progetti della scuola.- “Grazie a una donazione anonima, verrà ristrutturata un’aula di sostegno nella zona delle medie e dei licei, dove mancava – ha spiegato -. Qui si potranno svolgere lavori di gruppo grazie anche a un’architettura inclusiva, con banchi esagonali componibili”.

Un altro progetto in sviluppo è l’accreditamento della Scuola come Cambridge School. In valutazione anche insegnanti per il potenziamento linguistico per diverse materie, come matematica e fisica.

Inoltre, è stato reintrodotta la collaborazione con il Cdec. «Sono stati svolti degli incontri con insegnanti delle scuole medie, che hanno avuto molto successo – ha spiegato Colombo -. Fra marzo e aprile poi i ragazzi della terza media incontreranno Betti Guetta per parlare di pregiudizio e in particolare pregiudizio antiebraico, e andranno poi in visita al memoriale della Shoah. L’idea è di sviluppare nei prossimi anni un progetto serio di didattica della Shoah, che verrà curato da Pia Jarach».

Infine, l’Assessore ai tributi e al bilancio Rony Hamaui ha parlato del lavoro di unificazione dell’anagrafica comunitaria attualmente in svolgimento con la collaborazione di Ugo Moscato e Raffaele Besso. “L’obiettivo è arrivare ad avere un’unica anagrafica controllata e protetta – ha spiegato – che permetterà di gestire in maniera molto più efficiente la spedizione di sms».

Hamaui ha poi proposto la costituzione di una commissione interna al Consiglio che decida come procedere nei confronti di chi è in ritardo con i pagamenti. A seguito di un rapido confronto, si è deciso che ne faranno parte: per Milano Ebraica Milo Hasbani, Rony Hamaui, Antonella Musatti,  e per Wellcommunity Dalia Gubbay, Raffaele Besso e Sara Modena. 

Menu